SPREAD - Accelerano gli acquisti di BTP: decennale a 1,02% di rendimento

Si intensificano gli acquisti di Btp e in generale di bond governativi della zona euro. 

Il rendimento del Btp decennale scende a 1,02%, dopo essere balzato fino a 1,29% nel momento di massima turbolenza di lunedì. Lo spread rientra a 121 punti base, aveva superato quota 135, il livello più alto dal novembre 2020. 

Il numero uno della BCE, Christine Lagarde, aggiusta il tiro dopo aver creato un po' di confusione nella conferenza stampa seguita al meeting di giovedì scorso. "E' improbabile che l'anno prossimo vengano confermate le condizioni di mercato necessarie per un rialzo dei tassi" ha detto a margine di un evento. "Non sono auspicabili tensioni inadeguate delle condizioni di finanziamento" ha aggiunto.

La Lagarde ha fatto capire che la BCE è pronta a intervenire anche nel dopo-PEPP (probabilmente se gli spread tenderanno ad allargarsi troppo come in questi giorni) e che non c'è intenzione di alzare i tassi nel 2022. 

Inoltre, persiste ancora sui mercati l’effetto delle comunicazioni della Reserve Bank of Australia: i tassi delle obbligazioni a breve periodo sono in calo e le aspettative sull’inflazione scendono. Il bond governativo a due anni dell’Australia tratta a 0,55%, dieci punti base in meno rispetto a ieri e circa quaranta punti base sotto i livelli della scorsa settimana. Ma il movimento innescato dalle dichiarazioni del governatore Nick Lowe sulla transitorietà dell’inflazione, prosegue un po’ ovunque, dopo aver contribuito al roboante recupero di ieri del BTP. 

Gli occhi restano puntati sul meeting della FED che terminerà alle 19.00 ora italiana di stasera. 

Analisi tecnica
Dal punto di vista grafico, raggiunto il minimo storico in area 0,45% in occasione della nomina a premier di Mario Draghi, la tendenza ha cambiato direzione cominciando a scontare la riapertura delle attività nello scenario post-pandemia e la ripresa dell'inflazione. Ieri si è toccato il livello più alto da luglio 2020. E' probabile che la violazione dei top del maggio 2021 in area 1,16% abbia costretto qualche investitore ad accelerare le vendite.  

Operatività. La nostra pazienza è stata premiata. Scattati gli acquisti di BTP decennali sulla debolezza intorno alla soglia discriminante di 1,16% di rendimento. Comprare finchè i rendimenti decennali sono sopra l'1%.

 

Ci sono diversi strumenti che consentono di intervenire in ottica speculativa LONG/SHORT o soltanto LONG in ottica di lungo periodo. 

Per puntare in ottica speculativa a un rimbalzo dei prezzi dei BTP (discesa dei rendimenti) c'è il seguente strumento. Leggi il documento KID:
ETP WisdomTree BTP 10Y 3x Leverage Daily
Isin: IE00BKT09149 

Per puntare a un ribasso dei prezzi (aumento dei rendimenti) c'è il seguente strumento. Leggi il documento KID:
ETP WisdomTree BTP 10Y 3x Short Daily
Isin: IE00BKS8QM96 

Per investire in ottica diversificata, con un flusso cedolare semestrale, privilegiando i governativi della zona euro con maggior rendimento c'è il seguente ETF: 
EUR Government Bond Enhanced Yield UCITS
Isin: IE00BD49RJ15 
Da inizio 2021: -3,90% 
Obiettivo di investimento è replicare l'andamento, al lordo di commissioni e spese, dell'Indice Bloomberg Barclays Euro Treasury Enhanced Yield Bond. L'Indice punta a ottenere un rendimento maggiore rispetto all'Indice Bloomberg Barclays Euro Treasury Bond, che misura l'andamento dei titoli di Stato a tasso fisso, investment grade e denominati in euro, emessi da paesi membri della zona euro. A tal fine, l'Indice corregge le ponderazioni verso i segmenti del mercato a maggior rendimento, tenendo sotto controllo vari fattori di rischio obbligazionario. Valuta di denominazione Euro. Commissioni totali annue 0,16%. Distribuisce due dividendi semestrali. Leggi il documento KID. 

 

www.websim.it