INDICE delle COMMODITY - Gas Naturale europeo sui minimi da tre mesi, scorte in risalita

L'indice Bloomberg che raggruppa le 22 principali materie di base al mondo apre la settimana in rialzo dello 0,50%, poco oltre i 131 punti.

La performance da inizio anno è intorno al +32%. 

Aprile è stato il diciottesimo mese al rialzo degli ultimi venti e maggio si candida ad essere un altro mese positivo con un guadagno provvisorio del +7% circa. 

Sotto i riflettori resta sempre l'andamento del Gas Naturale.

Il Gas che transita sul mercato europeo oggi perde il -4% e scende a 84 euro per mwh, livello più basso da tre mesi e sempre più lontano dal picco record di metà marzo toccato a 317 euro per mwh. La scorsa settimana era terminata in flessione del -9%.

A guidare il movimento è la notizia che i livelli di stoccaggio nelle strutture di tutto il il continente sono saliti a livelli quasi normali.
Una crescita delle scorte attenua i timori che un eventuale embargo del gas russo possa innescare uno shock in Europa.

Nel frattempo, Gazprom ha confermato di aver interrotto le forniture di gas alla Finlandia a partire da sabato. Lo ha riferito l'agenzia russa Tass. "Le forniture di gas naturale alla Finlandia in base al contratto di fornitura di Gasum sono state interrotte", ha dichiarato la compagnia finlandese Gasum, dopo che il paese nordico ha rifiutato di pagare il fornitore Gazprom in rubli. Il gas sarà ora fornito da altre fonti attraverso il gasdotto Balticconnector, che collega la Finlandia all'Estonia. Mosca ha tagliato le forniture alla Finlandia in risposta alla decisione di Helsinki di chiedere l'adesione all'alleanza di difesa della NATO.

Analisi Tecnica.
Graficamente, la brillante partenza del 2022 ha convalidato la figura di inversione del trend ribassista di lungo periodo. Gli obiettivi grafici di medio termine sono ambiziosi. Ricordiamo infatti che l'indice BCOM arrivò fino a 238 punti nel momento di massima espansione dell'economia globale prima del crack di Lehman Brothers. Tendenza delle materie di base ancora da cavalcare in ottica di lungo periodo.

Operatività. Sfruttare eventuali pull back verso area 122/120 per comprare sulla debolezza. In direzione oposta, incrementare alla prima chiusura sopra 140. Obiettivo finale verso 176 punti. Cambio di scenario e stop delle posizioni rialziste in caso di discesa sotto 115 punti.

 

Il risparmiatore che vuole accompagnare, con il massimo livello di diversificazione, la ripresa dei prezzi delle commodity e di conseguenza la ripresa dell'economia globale può prendere in considerazione i seguenti ETF: 

WisdomTree Enhanced Commodity UCITS
Codice Isin IE00BYMLZY74 
Da inizio 2022: +36,0%.
Lo strumento ha l’obiettivo di replicare il Bloomberg Commodity Index Total Return, al lordo di commissioni e spese. Il Fondo investe in buoni del Tesoro statunitensi e utilizza total return swap per fornire la performance dell'Indice. Gli swap sono garantiti su base giornaliera e azzerati mensilmente. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.

L&G Longer Dated All Commodities UCITS
Isin: IE00B4WPHX27
Da inizio 2022: +39,0% 
L'ETF replica la performance del Bloomberg Commodity Index 3 Month Forward Total Return. Il Fondo è esposto alla performance dell'Indice tramite swap stipulati con più controparti. Qualsiasi esposizione verso le controparti degli swap è garantita su base giornaliera. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,30%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.Leggi il Documento KID.

A sua volta il Bloomberg Commodity Index Total Return è un indice denominato in dollari USA il cui obiettivo principale è fornire un'ampia e diversificata esposizione su un paniere di 22 materie prime, coprendo quattro settori: Energia, Agricoltura, Metalli Industriali e Metalli Preziosi come illustrato nella tabella. Il petrolio è presente con le due tipologie Brent e Wti. 
I pesi target sono determinati in conformità con le regole descritte nella metodologia BCOM; 
Nessun gruppo può costituire più del 33% del peso totale;
Nessuna singola commodity, insieme ai suoi derivati, può costituire un peso superiore al 25% del totale;
Nessuna singola commodity può costituire più del 15% del peso totale.

Nella tabella seguente l'elenco delle principali materie prime comprese nel Bloomberg Commodity Index. 

 

www.websim.it