ESG - Consob: Gli Indici Esg presentano performance leggermente migliori della media

I risultati della finanza sostenibile continuano a battere il mercato, anche in un periodo di elevata turbolenza delle borse.

Lo ha messo in luce il Rapporto della Consob "Principali tendenze in tema di investimenti sostenibili e criptoattivita", spiegando come gli indici Esg di riferimento abbiano registrato performance leggermente migliori e volatilità analoga, o un po' inferiore rispetto al mercato, anche in un periodo con rendimenti medi negativi come nei primi cinque mesi del 2022.

In questo contesto, i fondi Esg hanno superato quota 5mila in Europa a marzo 2022 e hanno raggiunto un patrimonio complessivo
vicino ai 2.300 miliardi di dollari, in crescita del 40% rispetto al primo trimestre dell'anno precedente. 

In Italia, alla fine del primo trimestre, erano presenti più di 1.900 fondi Esg, con un patrimonio di 431 milioni di euro, in forte aumento dai 295 milioni di marzo 2021.

Sul fronte delle emissioni di Obbligazioni Esg, sono ancora preponderanti i titoli green che rappresentano il 60% del totale emesso. Seguono i titoli sostenibili sul lato sia ambientale sia sociale (pari al 26% del totale) e le emissioni social (il 14% del totale).

Per i dettagli si rinvia al Documento completo pubblicato sul sito della Consob.

Il tema ESG è sempre più dominante ed è impensabile non tenerne conto nei processi decisionali che riguardano le scelte di portafoglio. 

I due ETF seguenti di Franklin Templeton, acquistabili su Borsa italiana, di tipo azionario, sono allineati agli obiettivi di de-carbonizzazione previsti dall’accordo globale sul clima firmato a Parigi alla fine del 2015. 

Finora i benchmark a basse emissioni di carbonio si sono concentrati principalmente sulla riduzione o sull’esclusione dei combustibili fossili, con valutazioni del rischio basate sulle emissioni storiche di CO2. La filosofia dei benchmark climatici UE è diversa, in quanto mira non solo a valutare un’azienda sulla base della sua impronta di carbonio (approccio retrospettivo) ma anche a identificare potenziali opportunità di crescita attraverso un’analisi di scenario basata su nuove serie di dati ambientali e scientifici innovativi (approccio prospettico). 

Gli ETF Franklin STOXX Europe 600 Paris Aligned ClimateFranklin S&P 500 Paris Aligned Climate forniscono agli investitori italiani un'esposizione azionaria "core" diversificata, sui mercati europeo e statunitense, sostenibile e a basso costo (0,15% su base annua), coerente con la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio. Con queste scelte, si contribuisce a trasformare la nostra economia in un sistema più verde e circolare. In dettaglio:

ETF Franklin STOXX Europe 600 Paris Aligned Climate
Isin IE00BMDPBY6
Da inizio anno -10,60%
Punta a replicare (benchmark) l'indice STOXX Europe Paris Aligned Climate la cui composizione vede ai primi dieci posti le seguenti azioni, che insieme pesano per poco meno del 30% del totale. Non distribuisce dividendi. Valuta di denominazione Euro. Leggi il documento KID:

 

ETF Franklin S&P 500 Paris Aligned Climate
Isin IE00BMDPBZ72 
Da inizio anno -10,60%.
Punta a replicare l'indice S&P500 Paris Aligned Climate la cui composizione vede ai primi dieci posti le seguenti azioni, che insieme pesano per poco più del 30%. Non distribuisce dividendi. Valuta di denominazione USD. Leggi il documento KID:

  

www.websim.it