BORSA CINESE +0,70% Terzo rialzo consecutivo, si punta agli stimoli del governo

L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen (4.265 punti) ha chiuso in rialzo dello 0,7%, dal -1% iniziale. Ancora più vistoso il recupero dell'indice Hang Seng di Hong Kong, che ha terminato stamattina in perdita dello 0,37%, dal -3% di partenza. L'indice Hang Seng Tech segna un -2,30% nel finale di seduta.

Il bilancio settimanale risulta in lieve perdita per il CSI 300 (-1,3%), in ottimo rialzo per l'Hang Seng (+4,2%) e ancora più positivo per l'indice dei Tecnologici (+5,30%), capace di rimbalzare del +30% dai minimi storici di martedì scorso.  

A livello di singoli titoli, tra i nomi noti del mondo tech/social cinese citiamo le seguenti performance settimanali: Bilibili (un sito di scambio di video) +12%, Baidu (principale motore di ricerca in lingua cinese) +12% JD.com (numero due dell’e.commerce cinese) +16%, Meituan (un equivalente cinese di Groupon) +13%, Xpeng (mobilità elettrica) -3%, Alibaba (conglomerato di attività internet) +8%, Tencent (conglomerato di attività Internet) +5%.   

Le azioni cinesi hanno consolidato il rimbalzo grazie alle speculazioni su un ulteriore allentamento della politica monetaria da parte della banca centrale per sostenere i mercati. L'Hang Seng è aumentato del +21% nelle due sessioni precedenti, il rialzo in due sedute più ampio dal 1998.

Sul fronte Covid.

La Cina sembra voler ammorbidire le regole sul contenimento del contagio, una serie di provvedimenti che hanno ridotto l’impatto letale della pandemia, ma hanno anche rallentato la crescita economica. Parlando stanotte al comitato permanente del partito comunista, il  presidente Xi Ping ha detto che la Cina cercherà di ottenere il massimo di prevenzione e di controllo al minor costo possibile, in modo da minimizzare gli effetti economici e sociali della pandemia”. 

Colloquio tra Xi e Biden.

Pechino e Washington tornano a parlarsi ai massimi livelli: il colloquio si profila molto delicato per la posizione ambigua assunta dalla Cina dopo l’invasione dell'ucraina. Gli Stati Uniti temono che dietro le quinte Pechino possa offrire sostegno militare a Mosca. Nel qual caso ci sarebbero conseguenze gravi per la Cina, ha detto lunedì scorso a Roma il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan allo stratega della politica estera comunista Yang Jiechi.

Il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen perde il 12,60% da inizio 2022.  Indice Hang Seng -12%. Indice Hang Seng Tech -25%. 

Analisi tecnica Borsa

L'andamento della borsa cinese nelle ultime settimane ha assunto un tono molto volatile, in seguito all'uscita dalla banda laterale 4.400 - 5.386 punti entro cui si è mossa per oltre un anno. Il contemporaneo cedimento di area 4.400 punti e della media mobile a 50 periodi evidenziata in rosso nell'immagine (che oggi passa intorno a 4.210 punti) aveva aperto la strada a correzioni anche fin verso area 3.500 punti. Ciò spiega in parte l'ondata di vendite che ha tramortito il listino azionario cinese a inizio settimana.  

Il robusto rimbalzo delle ultime tre sedute non ha evidenziato per ora una vera e propria inversione del trend ribassista, ma ha fornito un primo segnale di ricucitura con la ripresa della media mobile. Ulteriori conferme arriveranno con la riconquista di area 4.400 punti.

Operatività. La prima chiusura sopra 4.100 punti ha consentito di attivare qualche acquisto in vista di una prosecuzione del rimbalzo, da incrementare alla prima chiusura sopra 4.400 punti. Verso il basso, impostare ingressi sulla debolezza verso 3.940 punti, minimo di ieri. Collocare uno stop loss prudenziale sotto 3.800 punti.


Tra gli ETF quotati alla Borsa di Milano segnaliamo i seguenti, ciascuno dei quali contraddistinto da caratteristiche specifiche, ciò consente acquisti complementari: il primo offre una maggiore esposizione ai titoli dell'alta tecnologia, il secondo replica l'Indice S&P China 500 Total Return. il terzo replica l'indice CSI 300.

ETF Franklin Ftse China Ucits Etf - Usd (Acc) 
Isin: IE00BHZRR147 
Da inizio 2022 -24,40%.
L'ETF investe in azioni a grande e media capitalizzazione in Cina e cerca di replicare il rendimento dell'indice FTSE China 30/18 Capped. L'indice ha un'ampia copertura delle classi di azioni cinesi, tra cui le azioni A, B, H, N; le azioni Red, P, S Chips. I componenti di tipologia A sono disponibili per gli investitori internazionali attraverso il Northbound China Stock Connect Scheme. Il peso dei singoli componenti viene ponderato tenendo conto del flottante e delle restrizioni applicate agli investitori stranieri. E' rivisto semestralmente. Replica fisica. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Non distribuisce dividendi. Costi di gestione 0,19% annuo, il più comveniente tra i 13 prodotti specializzati quotati a Piazza Affari. Leggi il documento KID.

Gli indici FTSE Russell UCITS Capped sono ponderati per la capitalizzazione di borsa e progettati per limitare la concentrazione in ogni singola azione nel rispetto dei requisiti di diversificazione richiesti dall'Unione Europea (UCITS). In particolare, l'indice FTSE China 30/18 Capped rappresenta la performance delle società medio/grandi quotate sulla borsa cinese. Per evitare una concentrazione eccessiva in ogni singola azione, il peso di ciascun componente è limitato ogni trimestre di modo che quello della più grande azienda non superi il 30% e l'eventuale peso delle altre aziende non superi il 18%. La segmentazione settoriale vede al primo posto Consumer Services 26%, Financials 25%, Tech 21%. I primi dieci titoli presenti in ordine di peso sono:



ETF Icbccs Wisdomtree S&P China500 UCITS
Isin LU1440654330 
Da inizio 2022 -13,40%.
Benchmark dichiarato: Indice S&P China 500 Total Return. L'ETF investe in titoli fisici equivalenti, salvo nelle circostanze in cui le condizioni di liquidità del mercato impediscono di utilizzare una strategia di replica completa. Distribuisce un dividendo annuale: ultimo il 24 Giugno 2021 per 0,162 usd. Spesa corrente annua 0,75%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

ETF X-TRACKERS CSI300 UCITS
Isin LU0779800910
Da inizio 2022 -11,70%.
L'ETF replica l'andamento dell'indice CSI  300, indice che riflette l'andamento delle azioni di 300 società quotate sulla Borsa Valori di Shangai e sulla Borsa Valori di Shenzhen (Azioni Cina A). Non distribuisce un dividendo. Spesa corrente annua 0,50%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

www.websim.it