BITCOIN - Segnali di ripartenza da una chiusura settimanale sopra 29mila dollari

FATTO
Bitcoin è in lieve rialzo a 30.300 usd e consolida il +3,50% di ieri.

Si sta comunque per completare la settima settimana negativa di seguito, a meno di una chiusura entro domenica (ricordiamo che le cripto sono scambiate anche nel corso del week end) sopra 31mila dollari.

Goldman Sachs ha calcolato che il mercato globale delle criptovalute ha perso circa 1 trilione di dollari di valore durante l'ultimo sell-off, che ha visto i prezzi di Bitcoin perdere quasi il 60% da novembre in poi.

Jan Hatzius, capo economista di Goldman Sachs, ha analizzato l'impatto della riduzione dei prezzi delle criptovalute sull'economia statunitense, partendo dal presupposto che le famiglie statunitensi detengono circa un terzo del mercato globale delle criptovalute. 

Ciò significa che il calo dei prezzi delle criptovalute è stato "di modeste dimensioni rispetto al patrimonio netto delle famiglie statunitensi, che si attestava intorno ai 150 trilioni di dollari lo scorso anno".

"Pertanto, ci aspettiamo che i contraccolpi in termini di spesa aggregata derivanti dai recenti ribassi dei prezzi delle criptovalute siano molto piccoli", ha affermato Hatzius, in una nota inviata alla clientela.

Nel complesso, Hatzius continua a prevedere che gli Stati Uniti subiranno un forte rallentamento della crescita e della spesa quest'anno. 

Da inizio anno Bitcoin ha perso il -35% circa. 

EFFETTO
Analisi Tecnica. Graficamente, la tendenza di fondo rimane impostata al ribasso. Tuttavia, una chiusura di settimana sopra 29/30mila usd fornirebbe un primo segnale di riequilibrio. In caso contrario, sarebbe alto il rischio di scendere fino ad area 21mila/19.500 usd.

Operatività. Area 29mila usd consente qualche puntata speculativa in vista di una reazione da ipervenduto. Accontentiamoci però di prendere profitto verso 35mila/39mila usd, in prossimità delle prime forti resistenze. Stoppare tutto alla prima chiusura sotto 25mila per riposizionarsi verso 20mila usd.

 

Nelle Borse europee è possibile trovare ETP, ma anche altri prodotti strutturati, come Investment Trusts ed Exchange-traded Notes (ETN) per replicare l'andamento delle principali criptovalute. Segnaliamo:

WisdomTree Bitcoin
Isin: GB00BJYDH287
Da inizio 2022: -31,0% 

Si tratta di un Exchange Traded Product (ETP) progettato per offrire agli investitori un modo semplice, sicuro ed economico per ottenere una esposizione al prezzo di Bitcoin. L'ETP offre un facile accesso per gli investitori, negoziabilità, trasparenza e soluzioni di custodia istituzionale all'interno di una solida struttura supportata da replica fisica. Come tale, l'ETP consente agli investitori di esporsi su Bitcoin senza la necessità di detenere direttamente la criptovaluta, conservare chiavi di accesso private, interagire con la blockchain o predisporre la connettività con l'infrastruttura valutaria digitale in qualsiasi modo. Lanciato nel novembre 2019. Valuta di quotazione EURO. Valuta di denominazione USD. Costi annui 0,95%. Quotato allo XETRA, il mercato telematico del Frankfurt Stock Exchange, la Borsa tedesca con sede a Francoforte. Leggi attentamente il KID.  

www.websim.it