BITCOIN - Peggior trimestre dal 2011, "sciacquone finale" in vista?

FATTO
Bitcoin danza pericolosamente intorno a quota 20mila usd quando mancano un paio di sedute di scambi prima di portare a termine quello che rischia di essere il peggior trimestre dal 2011, con una perdita provvisoria intorno al -57%.

Per trovare di peggio bisogna infatti risalire al terzo trimestre di undici anni fa quando la quotazione, nell'arco di tre mesi, passò da 16,1 usd a 5,14 usd. 

La brusca correzione di ieri del NASDAQ (-3%), al quale è altamente correlato in questa fase incerta del mercato, ha provocato un diffuso arretramento delle principali criptovalute: l'indice MVIS CryptoCompare Digital Assets 100, che misura l'andamento dei 100 migliori token, perde il 3%.

L'associazione Criptovalute = Asset Rischiosi sta trovando ampia conferma.

EFFETTO
Analisi Tecnica. Graficamente, la tendenza di fondo rimane impostata al ribasso e la difficoltà ad allungare dalla soglia discriminante intorno a quota 20mila usd fa temere il peggio. Una chiusura di mese sotto questo livello potrebbe infatti far ripartire vendite massicce con obiettivi al ribasso ben al di sotto dei minimi dell'anno toccati lo scorso 18 giugno a 17.600 usd. 

Operatività. Si può ancora azzardare un acquisto in ottica puramente speculativa verso area 21/20mila usd in vista di una reazione, fissando però obiettivi di trading ravvicinati intorno a 25mila usd. Se a fine mese il prezzo di Bitcoin sarà sotto i 20mila usd è preferibile chiudere la posizione perchè aumenterà il rischio di assistere a quello che in gergo si definisce "sciacquone finale".

 

 

Nelle Borse europee è possibile trovare ETP, ma anche altri prodotti strutturati, come Investment Trusts ed Exchange-traded Notes (ETN) per replicare l'andamento delle principali criptovalute. Segnaliamo:

WisdomTree Bitcoin
Isin: GB00BJYDH287
Da inizio 2022: -53,0% 

Si tratta di un Exchange Traded Product (ETP) progettato per offrire agli investitori un modo semplice, sicuro ed economico per ottenere una esposizione al prezzo di Bitcoin. L'ETP offre un facile accesso per gli investitori, negoziabilità, trasparenza e soluzioni di custodia istituzionale all'interno di una solida struttura supportata da replica fisica. Come tale, l'ETP consente agli investitori di esporsi su Bitcoin senza la necessità di detenere direttamente la criptovaluta, conservare chiavi di accesso private, interagire con la blockchain o predisporre la connettività con l'infrastruttura valutaria digitale in qualsiasi modo. Lanciato nel novembre 2019. Valuta di quotazione EURO. Valuta di denominazione USD. Costi annui 0,95%. Quotato allo XETRA, il mercato telematico del Frankfurt Stock Exchange, la Borsa tedesca con sede a Francoforte. Leggi attentamente il KID.  

www.websim.it