Calo delle azioni asiatiche in attesa delle riunioni delle banche centrali

Le azioni asiatiche sono scese e il dollaro è rimasto stabile lunedì, mentre gli investitori guardavano avanti a una settimana ricca di incontri delle banche centrali, tra cui la Federal Reserve e la Banca del Giappone.

I futures dell'S&P 500 sono avanzati dello 0,2%, mentre i futures del Nasdaq sono saliti dello 0,1%.

L'indice più ampio di MSCI delle azioni dell'Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dello 0,5%, con il mercato azionario australiano, pesantemente influenzato dalle risorse, in calo dello 0,7% e l'indice Hang Seng di Hong Kong in calo dello 0,7%.

Il Nikkei del Giappone è chiuso per festività.

Nel mattino asiatico l'attenzione si è concentrata sulle società immobiliari cinesi quotate a Hong Kong, che sono crollate del 2% a causa del crollo del 20% di China Evergrande Group dopo che la polizia nel sud della Cina ha detenuto alcuni dipendenti della sua unità di gestione patrimoniale, l'ultimo problema ad affliggere la società immobiliare in difficoltà.

Inoltre, la società fiduciaria cinese Zhongrong International Trust Co, con esposizione alle società immobiliari cinesi, ha dichiarato nel fine settimana di non essere in grado di effettuare pagamenti tempestivi su alcuni prodotti fiduciari.

Il sentiment in Asia era migliorato la settimana scorsa dopo le notizie di ulteriore sostegno politico da parte di Pechino e i dati cinesi migliori delle attese che si sono aggiunti ai segnali che la seconda economia mondiale potrebbe iniziare a stabilizzarsi dopo mesi di rallentamento.