Borse asiatiche in calo, gli investitori si preparano alle banche centrali

Le azioni asiatiche sono scese e il dollaro è rimasto stabile lunedì, mentre gli investitori guardavano avanti alle riunioni delle banche centrali della Federal Reserve, della Banca del Giappone e di altre banche centrali questa settimana.

L'Europa si prepara ad un'apertura tranquilla, con i futures dell'Eurostoxx 50 in calo dello 0,1%.

I futures dell'S&P 500 sono avanzati dello 0,2%, mentre i futures del Nasdaq sono saliti dello 0,1%.

I prezzi del petrolio hanno raggiunto nuovi massimi di 10 mesi, alimentando ulteriormente le pressioni inflazionistiche.

I futures del petrolio greggio statunitense West Texas Intermediate hanno guadagnato lo 0,8% a 91,52 dollari, il loro livello più alto da novembre, mentre i futures del petrolio Brent sono saliti dello 0,7% a 94,55 dollari al barile.

In Asia, l'indice più ampio di azioni dell'Asia-Pacifico al di fuori del Giappone di MSCI è sceso dello 0,7%. Il Nikkei del Giappone è chiuso per una festività pubblica.

In Cina, la produzione industriale e le vendite al dettaglio migliori del previsto nella seconda economia mondiale hanno aiutato le bluechip che sono salite dello 0,4%. Ma i problemi nel settore immobiliare hanno trascinato l'Hang Seng di Hong Kong dello 1% in basso.

La Zhongrong International Trust, che ha esposizione verso i promotori immobiliari cinesi, ha dichiarato nel weekend di non essere in grado di effettuare pagamenti tempestivi su alcuni prodotti fiduciari. 




Leggi gli articoli della categoria
Economia
Clicca qui