FTSE Mib in calo dello 0,51%

Alle 09:10 di lunedì, l'indice principale del mercato azionario italiano ha registrato una flessione significativa, con il FTSE Mib che ha perso 174,14 punti, corrispondenti al 0,51%, attestandosi a 33.748,02 punti.

Allo stesso tempo, l'indice Allshare ha segnato un calo di 159,86 punti, pari al 0,44%, raggiungendo quota 35.862,76.

In controtendenza, l'indice paneuropeo FTSE Eurofirst 300 ha registrato un lieve aumento dello 0,48%.

Analizzando i titoli del settore bancario, si sono osservati andamenti positivi per diverse banche: Intesa Sanpaolo ha guadagnato il 1,63%, UniCredit il 2,02%, Banco Bpm il 2,30%, Bper Banca l'1,50%, Mediobanca lo 0,85% e Banca Mps l'1,78%.

Nel comparto Oil&Gas e Utilities, Eni ha registrato un modesto aumento dello 0,37%, Erg dello 0,49%, mentre Saipem ha subito una flessione dell'0,54%.

Nel settore delle utilities, Snam ha guadagnato lo 0,70%, Tenaris lo 0,59%, Enel lo 0,64%, A2A lo 0,29%, Terna lo 0,43%, Hera lo 0,81%, Italgas lo 0,69% e Maire Tecnimont lo 0,61%.

Per quanto riguarda il risparmio gestito e i servizi finanziari, Banca Mediolanum ha registrato un aumento dell'1,13%, Azimut dello 0,92%, Banca Generali dell'1,08%, FinecoBank dello 0,50%, Anima Holding dello 0,62%, Poste Italiane dello 0,56% e Nexi dell'1,44%. Nel settore delle assicurazioni, Generali ha guadagnato lo 0,44%, Unipol Gruppo lo 0,79% e UnipolSai lo 0,07%.

Per quanto riguarda l'andamento nel settore automotive, Stellantis ha registrato un aumento del 1,72%, mentre Iveco ha subito una flessione del 3,01%. Ferrari ha guadagnato l'1,04%, Pirelli lo 0,83% e Brembo lo 0,86%.

Nel lusso, Moncler ha guadagnato l'1,04%, Salvatore Ferragamo lo 0,44%, Tod's lo 0,05% e Brunello Cucinelli lo 0,41%. Tra le aziende industriali, Prysmian ha registrato un aumento dello 0,14%, Leonardo una flessione del 0,42%, Buzzi Unicem dello 0,12% e Interpump dello 0,64%.

Nel settore delle telecomunicazioni, media e tecnologia, Telecom Italia (Tim) ha guadagnato l'1,85%, Inwit l'1,06%, Mfe-Mediaforeurope (azioni B) lo 0,95% e STMicroelectronics lo 0,37%. Altri titoli che hanno registrato variazioni significative sono stati Davide Campari con un aumento del 1,57%, Lottomatica dello 0,66%, Diasorin dello 0,72% e Amplifon dello 0,57%.