BANCO BPM - Crédit Agricole Italia non vuole incrementare la propria quota

FATTO
Ieri il CEO di Crédit Agricole Italia (ACA) ha chiarito come la banca da lui guidata non ha intenzione di incrementare la propria partecipazione in BAMI sopra il 10% del capitale (mossa che richiederebbe comunque l’autorizzazione da parte del regolatore).

Inoltre, le dichiarazioni di Maioli sono state costruttive anche in ottica governance: ACA, infatti, non vorrebbe competizione tra diverse liste per il rinnovo del CdA e quindi non vi sarebbe l’intenzione di presentare una propria lista in competizione con quella che verrà presentata dal Cda uscente.

EFFETTO
Crédit Agricole Italia attualmente è il primo azionista della banca milanese con il 9.2% del capitale. Nelle settimane passate diversi articoli di stampa hanno ipotizzato che ACA possa essere rappresentata da due consiglieri nella lista proposta dal CdA uscente.

Raccomandazione MOLTO INTERESSANTE su Banco BPM , target price a 4,40 euro.

www.websim.it