AZIMUT - Alziamo le stime e il target price

FATTO
Risultati del terzo trimestre leggermente superiori alle stime grazie all’andamento positivo delle commissioni di gestione e di performance.

L’utile dei primi nove mesi sale a 322 mln ed è già superiore alla parte minima del range di utile per il 2021 fissato tra 300/500 mln.

Le indicazioni fornite durante la presentazione puntano ad un utile che potrebbe ampiamente superare i 500 mln a fine anno grazie a circa 200 mln di performance fees che potrebbero essere incassate nel quarto trimestre. 

I costi del personale sono risultati in crescita sopra le attese per via dell’allargamento del perimetro del gruppo.

Azimut ha poi definito una nuova politica di dividendi che prevede la distribuzione del 50/70% degli utili ricorrenti nei prossimi anni.   

EFFETTO
Alla luce delle indicazioni alziamo le stime di utile netto 2021 di circa il 21% rispetto alla stima precedente mentre le stime per il periodo ‘22/’23 salgono del 3% e del 5% rispettivamente.

Infine le stime di dividendo passano a 1.3/1.4/1.5 euro per azione per il prossimo triennio.

Giudizio confermato e target price alzato a 28.5 euro da 27 euro precedente.

Confermiamo su Azimut  la raccomandazione INTERESSANTE. Target price 28,50 euro.

www.websim.it