AUTO ELETTRICA - I Big si muovono per recuperare il tempo perduto

BMW : fiduciosa di raggiungere l'obiettivo di vendita del 50% completamente elettrico ben prima del 2030

BMW prevede che oltre il 50% delle sue vendite di veicoli saranno modelli completamente elettrici ben prima del suo obiettivo del 2030. Il Gruppo ha consegnato 215.752 veicoli completamente elettrici nel 2022, rispetto a 103.854 unità nel 2021 (+108% su base annua), e ha rappresentato il 9% delle consegne totali.

L'azienda prevede che i veicoli elettrici completi raggiungeranno il 15% delle consegne totali nel 2023, il 25% nel 2025 e >30% nel 2026.

Date queste prospettive, il Gruppo prevede che i veicoli elettrici raggiungeranno oltre il 50% delle vendite di veicoli "ben prima del 2030 ”.

In queste condizioni, il BMW Group mira a superare il limite di 10 milioni di veicoli completamente elettrici consegnati ai clienti in totale entro il 2030.

Nel suo report sul 2022, BMW Group ha inviato il chiaro messaggio di un'accelerazione delle vendite di veicoli elettrici, puntando al 50% delle sue consegne globali completamente elettriche ben prima del 2030. Ricordiamo che Stellantis , Renault  e MBG vogliono già diventare completamente elettriche entro il 2030; mentre il marchio Volkswagen mirava a diventare completamente elettrico dal 2033 al 2035 (80% entro il 2030), Skoda prevedeva che il 50-70% delle sue vendite in Europa fosse completamente elettrico entro il 2030 e Audi prevede di produrre solo veicoli elettrici dal 2029. Nissan mira al 98% dei modelli elettrificati in Europa entro il 2026.

Volkswagen  : presentato il concept per il suo veicolo elettrico economico (<25.000 euro)

Il gruppo tedesco ha presentato la sua visione di una piccola auto elettrica a batteria economica. VW mira a portare il prezzo di partenza della versione di produzione della ID2 al di sotto dei 25.000 euro grazie alle economie di scala e ai minori costi di manodopera poiché l'auto sarà costruita in Spagna. La ID 2 di produzione avrà tre fratelli: un altro piccolo veicolo elettrico di marca VW, una versione Cupra e una variante Skoda. 

Le specifiche dell'auto sembrano a posto: dimensioni paragonabili a una polo VW, ma con maggiore spazio nel bagagliaio, da 0-100kw/h in meno di 7 secondi, velocità di ricarica che consente una carica della batteria del 10-80% in meno di 20 minuti e interni con alta qualità. 

VW ha affermato che la versione di produzione della ID2 sarà uno dei 10 nuovi modelli che lancerà entro il 2026. VW prevede inoltre di aggiungere un veicolo elettrico che costa meno di 20.000 euro, ma lo sviluppo di un modello del genere sarà una "sfida più grande" rispetto a ottenere il ID2 sul mercato.

Il passaggio alla mobilità elettrica è una sfida chiave per gli OEM. I principali ostacoli nella transizione sono fornire: prodotti convenienti e redditizi, ansia da autonomia e disponibilità di punti di ricarica/tempo di ricarica.

La presentazione dell'ID 2 da parte di VW affronta la sfida dell'accessibilità rispetto a tre anni fa, il confronto del costo totale di proprietà (TCO) complessivo è diventato più favorevole per i veicoli elettrici dato l'aumento dei prezzi dei veicoli ICE (+25%) e del carburante, e la migliore efficienza dei veicoli elettrici. Il successo dell'ID 2 dipenderà anche dalla sua qualità e capacità di mantenere le specifiche promesse.

Volkswagen: il legame con Ford si sta "intensificando", afferma il CEO Blume

VW sta "intensificando" la sua partnership EV con Ford , ha dichiarato il CEO del gruppo VW, Oliver Blume.

Il 21 marzo Ford presenterà la sua prima auto completamente elettrica basata sulla piattaforma MEB di VW.

VW e Ford collaborano anche a progetti di veicoli commerciali, tra cui il nuovo Ford Ranger e VW Amarok, che Ford costruisce nel suo stabilimento in Sud Africa. Come parte della partnership per i furgoni, VW sta costruendo il furgone passeggeri compatto Ford Tourneo Connect insieme al suo Caddy in Polonia e in seguito aggiungerà il furgone Transit Connect, che è attualmente costruito nello stabilimento Ford di Valencia, in Spagna.

VW ha dichiarato a luglio 2019 che l'opportunità potrebbe generare entrate fino a 10-20 miliardi di dollari in sei anni dal 2023 al 2028 attraverso un accordo simile a una royalty per la condivisione della piattaforma EV.

La partnership è stata annunciata a luglio del 2019 dai due ex amministratori delegati e mirava a trovare sinergie nei settori dei veicoli autonomi, dei veicoli elettrici, dei furgoni commerciali e dei pick-up di medie dimensioni. 


Gli analisti di Soluzioni di Investimento di Websim