Borse europee in rialzo trainate dai titoli minerari

Le borse europee stanno guadagnando terreno grazie all'impulso dei titoli minerari, mentre gli investitori sono in attesa dei commenti del presidente della Federal Reserve Jerome Powell sulla politica monetaria.

I dati sull'inflazione di ieri, che sono stati più deboli del previsto, hanno alimentato le scommesse su un possibile taglio dei tassi.

Verso le 11:20, l'indice paneuropeo STOXX 600 è in aumento dello 0,5%, dopo aver registrato il più alto guadagno mensile di novembre dall'inizio dell'anno, pari al 6,4%.

Questo è stato possibile anche grazie al calo dei rendimenti dei titoli di stato della zona euro.

I titoli minerari sono i migliori performer, con un aumento del 3,3% ai massimi degli ultimi quattro mesi, grazie all'aumento dei prezzi dei metalli e ai dati positivi provenienti dalla Cina, il principale consumatore.

ANGLO AMERICAN è in testa allo STOXX 600 con un aumento del 6,3%, mentre ANTOFAGASTA registra un balzo del 4,2% dopo che Ubs ha migliorato la valutazione di entrambe le aziende minerarie da "neutrale" a "acquisto".

Ora tutti gli occhi sono puntati sui commenti di Powell della Fed per ottenere ulteriori indicazioni sulle prospettive politiche globali, dopo che i dati di ieri in Europa e negli Stati Uniti hanno evidenziato una diminuzione significativa dell'inflazione.

Tra i singoli titoli, SIGNIFY registra un aumento del 6,5% grazie all'annuncio di una nuova struttura organizzativa per ridurre i costi.

BECHTLE, invece, perde il 4,8% dopo aver annunciato un'offerta di obbligazioni convertibili.

La società svedese di streaming VIAPLAY, che sta attraversando difficoltà, crolla del 74%, raggiungendo il minimo storico, a causa dei piani di raccolta di nuovi fondi e di ristrutturazione del debito.




Leggi gli articoli della categoria
Economia
Clicca qui