TREASURY BOND - I gestori di WallStreet stanno tornando ad innamorarsi dei Buoni del Tesoro

Il rallentamento della crescita dell'inflazione USA registrato nel mese di ottobre sta provocando un forte ritorno di interesse nei confronti dei T-bond a lunga scadenza. 

Il rendimento decennale oggi scende a 3,72%, livello più basso da inizio ottobre. Si confronta con il picco record record degli ultimi 12 anni toccato in ottobre a 4,34%. 

Su questi livelli il guadagno del future su base mensile, in termini di prezzo, è intorno al +2,80%, ovvero il più ampio mai registrato dal marzo 2020, quando scoppiò la pandemia da covid-19. 

Anche il dato più robusto delle attese sull'andamento dei consumi di ottobre, pubblicato nel primo pomeriggio, non ha rallentato la tendenza agli acquisti. Segno che probabilmente le aspettative sul ritmo del rialzo dei tassi da parte della FED si stanno spostando progressivamente  verso il basso. 

E' ancora un'occasione di acquisto? 

Lentamente ma inesorabilmente, gli odiatori di obbligazioni stanno svanendo
attraverso Wall Street - anche se il caos del mercato fresco rimane a
possibilità concreta il prossimo anno se le forze dell'inflazione ancora infuria
la Federal Reserve a intensificare nuovamente l'inasprimento delle politiche.
Imperterriti, i gestori di denaro stanno iniziando a ricostruire il loro
esposizioni nel martoriato mondo dei Treasury da 24 trilioni di dollari,
sulla convinzione che i pagamenti più alti in oltre un decennio lo faranno
aiutare a proteggere i portafogli dai danni causati da ulteriori
rialzi dei tassi di interesse.
Morgan Stanley prevede che un fondo a reddito multi-asset possa farlo
ora trova alcune delle migliori opportunità di investimento in quasi due
decenni in titoli denominati in dollari, compresa l'inflazione-
debito collegato e obbligazioni societarie di alto livello. L'interesse
i pagamenti sui buoni del Tesoro decennali regolari, ad esempio, hanno colpito
4,125%, il più alto dalla crisi finanziaria globale.
Nel frattempo Pacific Investment Management Co. calcola a lungo-
titoli datati, i più grandi perdenti in questa era di Federal
Riservare l'aggressività, si riprenderà quando una recessione accende il
commercio di sicurezza obbligazionaria, con il debito pubblico che funge da affidabile
copertura nel complesso del portafoglio 60/40 ancora una volta.
"La gente è entusiasta, che ci crediate o no", ha detto Maribel
Larios, fondatore e CEO di Fiduciary Experts, a Murrieta,
Consulente per gli investimenti registrato con sede in California. «È tutto
relativo, poiché hanno visto questi conti a reddito fisso pagare poco
a niente in passato. Quindi, il 4% -- o anche tra il 2% e il 3% circa in alcuni
conti in contanti - è relativamente buono ora.
Manager istituzionali che vendono titoli di Stato al
le masse degli investitori sono naturalmente predisposte a parlare del bene
classe, come è vero per quelle azioni ambulanti e ogni altra
sicurezza. E molti fondi sono stati colti di sorpresa quest'anno non riuscendo a farlo
anticipare quanto sarebbe diventata persistente l'inflazione, che ha martellato
il mercato obbligazionario con le perdite più elevate da decenni come la Fed
iniziato ad aumentare i tassi in modo aggressivo.

Analisi tecnica

Graficamente, dal grafico seguente emerge in modo chiaro la rapida risalita dei rendimenti del Treasury Note 10 anni, passati in pochi mesi da 0,50% (area del minimo storico) ad oltre il 4,0% in accompagnamento della persistente crescita dell'inflazione USA, arrivata ai massimi da quarant'anni. 

Operatività. Suggeriamo di comprare. In area 4,0% è stata raggiunta una soglia discriminante di estremo interesse per cominciare ad impostare acquisti sulla scadenza decennale in ottica di diversificazione di portafoglio. Obiettivo del movimento in corso sul decennale potrebbe essere intorno a 3,25% di rendimento. Allerta in caso di risalita oltre il picco di ottobre a 4,34%. In quel caso aumenterebbe il rischio di rivedere la soglia del 5%, osservata 15 anni fa.

Rendimento Treasury 10 anni lungo termine

 

Sul quadro di breve possiamo anche intravedere una figura di doppio massimo completata con la discesa del rendimento al di sotto di 3,82% di rendimento.  

 

Per investire in ottica speculativa LONG/SHORT sulla scadenza decennale sono disponibili i seguenti:

WisdomTree US Treasuries 10Y 3x Daily Leveraged
Isin: IE00BKT09032 

WisdomTree US Treasuries 10Y 3x Daily Short
Isin: IE00BKS8QT65 

I due strumenti forniscono un rendimento totale composto triplo rispetto alla performance giornaliera long/short dell'indice BNP Paribas US Treasury Note 10Y Future, che replica i futures sui titoli del Tesoro USA decennali. Leggi il documento KID.

Per investire sulla parte breve della curva dei titoli di Stato statunitensi, in modo da approfittare di un eventuale rafforzamento del Dollaro, uno degli strumenti messi a disposizione del mercato è il seguente ETF: 

SPDR® Barclays 1-3 Year US Treasury Bond 
Isin: IE00BC7GZJ81
Da inizio 2022: +4,80%.
Obiettivo dell'ETF è replicare la performance dei Treasury Bond Usa con una maturità media tra 1 e 3 anni tramite l'indice Barclays 1-3 year US Treasury Bond. Costo annuo 0,15%. Distribuisce un dividendo semestrale. La variazione del prezzo dell'ETF è sensibile alla oscillazione del Dollaro Usa: prezzo in crescita in corrispondenza di una rivalutazione del Dollaro. Leggi il documento KID.

Per investire sulle scadenze più lunghe (quindi più rischiose perchè soggette a maggiori variazioni di prezzo) sono disponibili altri strumenti specializzati. Segnaliamo i seguenti:

SPDR® Barclays 7-10 Year US Treasury Bond 
Isin: IE00BYSZ5T81
Da inizio 2022: -7,70%.

SPDR® Barclays 10+ Year US Treasury Bond 
Isin: IE00BYSZ5V04 
Da inizio 2022: -23,0%.

Obiettivo dei due ETF è replicare la performance dei Treasury Bond Usa con una maturità da 7 anni in su replicando i rispettivi  indice benchmark elaborati da Barclays. Costo annuo 0,15%. Entrambi distribuiscono un dividendo semestrale. Leggi il documento KID.

C'è anche la possibilità di investire sul segmento Corporate USA tramite il seguente:

ETF Franklin LibertyQ Usd Investment Grade Corporate Bond
Isin: IE00BFWXDX52 
Da inizio 2022: -7,60% 
Obiettivo dell'ETF è quello di replicare l'andamento dell'indice Bloomberg Barclays US Corporate Investment Grade Total Return. Valuta di denominazione Usd. Valuta di quotazione Euro. Commissioni totali annue 0,35%. Distribuisce un dividendo semestrale. Il 20% circa dei titoli ha scadenza superiore a 20 anni. Leggi  il documento KID. 


www.websim.it