BANCHE - KBW promuove quasi tutte le banche italiane. L'Analisi Tecnica di Websim

FATTO
L'indice Stoxx Banks si avvia a chiudere la quarta settimana positiva di seguito (+1,80% il bilancio provvisorio), malgrado le titubanze della seduta odierna. Ieri ha toccato nuovi massimi degli ultimi 12 mesi.

II settore rafforza la tendenza a sovraperformare l'indice globale: da inizio anno è cresciuto del +18,20% vs +8,20% dell'indice Stoxx 600. 

Stamattina, gli analisti di KBW (Keefe Bruyette & Woods) hanno migliorato la view sulle banche italiane, promuovendo da Market Perform a Outperform Banco BPM, BPER, Credem e Intesa SanPaolo. Confermati l'Outperform di Unicredit e il Market Perform di MPS, mentre Mediobanca è stata tagliata da Market Perform a Underperform. Di seguito i cambi di target price:

BPER : target price da 2,59 a 3,85 euro,  

Banco BPM : da 4,0 a 5,81 euro,

Credem : da 8,80 a 10,69 euro,

Intesa Sanpaolo : da 2,64 a 3,43 euro,

Mediobanca : da 12,0 a 11,15 euro,   

MontePaschi da 2,28 a 2,66 euro

Unicredit : da 20,33 a 25,90 euro,  

KBW è diventata più ottimista sulle banche italiane dopo che le sue previsioni di utili hanno dimostrato di essere state troppo prudenti sul margine di interesse e nella prospettiva che ci siano ora meno probabilità di una recessione. 

L'analista Hugo Cruz ha affermato che è passato molto tempo dall'ultima volta che KBW ha avuto così tanti Outperform sulle banche italiane e ha precisato che le sue stime continuano ad essere prudenti.

Gli aumenti delle stime di EPS sulle banche italiane sono dovuti ad un migliore NII (Net Interest Income), grazie al rialzo dei tassi che continuerà a sostenere la crescita, in presenza di un costo del rischio meno preoccupante.

EFFETTO
Analisi Tecnica. Il quadro grafico di breve del settore bancario europeo sta migliorando decisamente grazie a uno scenario di fondo favorevole. Un primo segnale di riequilibrio si è concretizzato con la "ripresa" della media mobile evidenziata in rosso, che transita in area 127,14 punti. Un secondo segnale di forza è giunto di recente con la violazione della resistenza in area 151 punti, dove transita la media mobile evidenziata in verde. Veri e propri segnali di spinta al rialzo arriveranno soltanto con la piena rottura di area 167 punti. 

Operatività. Rafforziamo il giudizio positivo. Scattati gli acquisti in tendenza sulla rottura di 151 punti. Primo obiettivo a 167 punti, target finale 197/200 punti. Si suggerisce di sfruttare sistematicamente la discesa in area 140 punti per comprare sulla debolezza. Stop loss prudenziale sotto 139 punti.



Diversi gli strumenti disponibili su Borsa italiana per intervenire sul settore finanziario europeo con una logica speculativa/di diversificazione.

Il seguente strumento consente di investire in chiave speculativa sulle banche dell'Eurozona. Lo strumento punta ad amplificare per 3 volte la performance giornaliera dell'indice Eurostoxx Banks. Leggi il documento KID.
Wisdomtree EUROSTOXX Banks 3x Daily Long  
Isin IE00BLS09N40 

Il seguente ETF consente di replicare l'andamento del settore finanziario europeo, rappresentato dall'indice MSCI Europe Financials. Commissioni totali annue 0,30%. Non distribuisce dividendi. Nella tabella seguente i dieci titoli più pesanti. Leggi il documento KID.
SPDR MSCI Europe Financials Ucits
Isin IE00BKWQ0G16 
Da inizio 2023: +13,80% 

Il seguente ETF consente di investire sulle banche italiane senza leva diversificando il rischio emittente. Investe direttamente su un basket di banche italiane appartenenti all'indice FtseMib, ciascuna delle quali con un peso non superiore al 15% del totale. Ciò consente di mantenere una elevata diversificazione all'interno del comparto. I pesi vengono "ribilanciati" su base trimestrale a marzo/giugno/settembre/dicembre. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il documento KID.

Wisdomtree FtseMib Banks  
Isin: IE00BYMB4Q22
Da inizio 2023: +24,65%

www.websim.it