WALLSTREET SCENDE, LA FED SOFFOCA L'EUFORIA

Borsa degli Stati Uniti in ribasso. Nasdaq -1,2%. S&P500 -1%.

Le prese di posizione di alcuni membri del board della Federal Reserve stanno ridimensionando l'impeto delle borse. 

James Bullard, il presidente della Fed di St Louis, si è unito stamattina al coro dei banchieri centrali intervenuti nelle ultime ore per avvertire i mercati che il cambio di rotta nella politica monetaria non è vicino. Nel suo intervento di oggi a Louisville, quello che è considerato uno dei membri del board più convinto del rialzo tassi a ritmo spedito, dice che i tassi non sono ancora arrivati ad livello "sufficientemente restrittivo", devono quindi salire ancora. Fino a quale livello? Una chart presentata nel corso dell'evento indica che l'area dell'inversione è tra 5% e 7%.

Le nuove richieste settimanali di disoccupazione sono scese a 222.000, dalle 226.000 precedenti (dato revisionato). Le attese prevedevano 228.000. 

Le nuove costruzioni abitative di ottobre sono state pari a 1,425 milioni, il consensus si aspettava 1,41 milioni, in calo rispetto ai 1,439 milioni di settembre. 

I nuovi permessi edilizi hanno registrato un calo del -2,4%, le attese si aspettavano -3,2%. Il dato precedente era positivo (+1,4%).

L'indice della Fed di Filadelfia si è attestata -19,4, in forte calo rispetto ai -8,7 precedenti, e rispetto alle previsioni di consensus a -6.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Nvidia +2%. Il produttore di chip ha comunicato di aver chiuso il trimestre con un utile per azione rettificato di 58 centesimi di dollaro: il consensus si aspettava 71 centesimi. I ricavi sono saliti a 5,93 miliardi di dollari, circa duecento milioni sopra la stima degli analisti. Per il trimestre in corso (novembre-gennaio), la società prevede circa sei miliardi di dollari di ricavi, di poco sotto il consensus. 

Cisco Systems +4%. La società dei router e dei dispositivi per il funzionamento delle reti telematiche ha detto di aspettarsi per il trimestre in corso un incremento dei ricavi tra il 4,5% ed il 6,5%, anche nel peggiore dei casi, il punto di arrivo è sopra le aspettative degli analisti.

Norwegian Cruise Line Credit Suisse ha abbassato la raccomandazione sul titolo.

Robinhood -2%. La società del trading ha fornito un aggiornamento sull'andamento di alcune metriche operative. Il titolo era arrivata a segnare un rialzo del 4% dopo l'annuncio.

In Europa.

Dax di Francoforte -0,4%. FtseMib -1. Indice EuroStoxx 50 -0,8%.

FTSE 100 -0,2%, Sterlina -0,5% 0,876. Il cancelliere dello Scacchiere, Jeremy Hunt, ha annunciato l'atteso rialzo delle tasse, accompagnato da un taglio alla spesa pubblica, e ha confermato i 55 miliardi di sterline circa a copertura del buco potenziale nelle finanze. Di questi, il 45% riguarda aumenti fiscali e il 55% tagli di spese spalmati nei prossimi anni. Fra le misure più importanti, viene ridotta la soglia che fa scattare l'aliquota di reddito più alta del 45% dalle attuali 150mila sterline a 125mila sterline, ampliando la base imponibile.

Tra i settori europei spiccano in negativo Retail e Basic Materials -1,5%.

La lettura finale dell'inflazione nella zona euro è leggermente meglio di quella preliminare, ottobre si chiude con un incremento del 10,6% dei prezzi al consumo, in rialzo dal +9,9% di settembre. La prima lettura era +10,7%.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 3,76%, +4 punti base. Goldman Sachs ha aumentato di 25 punti base la stima sul punto di arrivo della stretta monetaria a 5,0%-5,25%. Lo strategist Jan Hatzius prevede che in dicembre la banca centrale degli Stati Uniti alzerà i tassi di 50 punti base.

BTP a 3,97%, spread 195 punti base. Il tasso cedolare (reale) annuo definitivo della diciottesima emissione del BTP Italia è stato confermato all'1,60%, lo stesso livello del tasso minimo garantito. Lo comunica il Mef. 

Petrolio Brent e WTI in calo dell'1,7%. 

Gas Naturale USA +3,7. Gas naturale UE -5% a 105 euro per mwh. 

Oro a 1.763 dollari, -0,6%.

Euro dollaro in ribasso dello 0,7% a 1,032, dopo due sedute di apprezzamento.

Bitcoin sulla parità a 16.550 dollari. Gemini Trust e Genesis hanno scritto stanotte in un tweet che le loro attività sono tornate alla piena regolarità. Ieri sera, il broker Genesis aveva avvisato di aver sospeso la possibilità di ritiro e riscatto a causa di un anomalo incremento delle richieste. 

Titoli

Siemens +7%, corre alla Borsa di Francoforte, grazie a risultati positivi, all'aumento del dividendo e alla fiducia espressa sulle prospettive per il 2023. 

Burberry +0,5% alla borsa di Londra. Ha chiuso il primo semestre del suo anno fiscale con ricavi a 1,35 miliardi di sterline, +11% rispetto allo stesso
periodo dell'anno precedente. Il risultato è migliore delle stime degli analisti.

Enav +3,5%. Intesa ha promosso il giudizio a Buy, target price 3,50 euro.

Saipem -3%%. Berenberg alza il giudizio a Buy, il target price è 1,45 euro.

Tim -1%. Il consigliere Frank Cadoret, rappresentante di Vivendi nel board, ha rassegnato le dimissioni dall'incarico. Secondo due fonti a conoscenza della situazione, potrebbe essere convocato per fine mese, indicativamente il 30 novembre, un Cda straordinario per cooptare il sostituto del consigliere Luca de Meo, dimessosi a fine settembre. Dopo aver alzato ad agosto la guidance sul 2022 in occasione della semestrale, il gruppo sta rispettando i propri obiettivi e probabilmente, con il nuovo piano, migliorerà i target dei prossimi due anni, ha detto l'AD Pietro Labriola.

Enel -2,8%, è pronta a sostenere la controllata spagnola Endesa con una linea di credito e garanzie per un massimo complessivo di 5 miliardi di euro per far fronte ai mercati dell'energia estremamente volatili. E' quanto emerge da alcuni documenti pubblicati dalla società spagnola.

Banco BPM -1%, starebbe valutando la cessione delle attività di merchant acquiring, il potenziale beneficio in termini di coefficiente patrimoniale è intorno ai cinquanta punti base. In passato, i vertici della banca avevano parlato di questa ipotesi. In alternativa alla vendita, ci potrebbe essere una valorizzazione parziale, per esempio con il conferimento ad una joint venture.

Leonardo -2,6%. Germania e Francia stanno per chiudere un accordo riguardante la realizzazione di un aereo militare.

www.websim.it




Leggi gli articoli della categoria
Oggi in Borsa
Clicca qui