WALLSTREET AL MINIMO, SALE FORTE IL PETROLIO

All'indomani di una seduta di bassi volumi e movimenti limitati, la borsa degli Stati Uniti si muove poco: la fine del mese sembrerebbe segnata da una ulteriore discesa della volatilità. S&P500 invariato  Nasdaq -0,1%. Dow Jones -0,2%.

Dati macro Usa. 

La variazione dell'occupazione Adp sul settore privato a novembre ha evidenziato un incremento di 127mila unità, contro i 200.000 stimati e rispetto ai 239.000 del mese precedente. I dati Adp sono considerati un affidabile anticipatore di quelli governativi in agenda il primo venerdì del mese. 

La seconda lettura del Pil del terzo trimestre ha evidenziato un incremento del +2,9%, con attese per un marginale incremento a +2,8% dal +2,6% della lettura precedente.

Diffusi ieri, i dati sulla fiducia dei consumatori Usa del Conference board hanno messo in luce un ulteriore calo a novembre rispetto a ottobre su crescenti timori di rincari per il costo della vita.

Titoli Wall Street

NetApp -8% dopo il profit warning. La società della gestione dati ha rivisto al ribasso sia l'utile che i ricavi. All'origine del taglio ci sono i clienti che stanno rivedendo i piani di investimento nell'ICT.

SalesForce +1%, stasera escono i dati del trimestre.

Tesla +2%.

State Street +7%. La società della gestione del risparmio ha rinunciato ad un'acquisizione, gli analisti ritengono che il denaro risparmiato possa essere girato ai soci attraverso un buback o un dividendo straordinario.

Netflix +0,4%. Société Générale alza il target price a 215 dollari, da 170 dollari, ma conferma il giudizio Sell.

Applied Materials +0,4%. UBS alza il target price a 120 dollari.

DoorDash +2%. La società delle consegne di cibo tramite rider si prepara a tagliare 1250 dipendenti, il 6% circa del totale. A darne notizia è il Wall Street Journal. Il ceo Tony Xu ha scritto in una nota interna che i costi stanno salendo troppo, vanno quindi riconsiderate alcune scelte sul reclutamento del personale degli anni passati.

Il momento cruciale dell’ultima seduta del mese è stasera alle 19.30, quando Jerome Powell interviene ad un evento a Washington. Le ultime dichiarazioni dei membri del board della banca centrale si possono sintetizzare in un monito: attenzione a dare come sicuro lo stop al rialzo dei tassi. Il vice di Powell, John Williams, ha precisato che non si parla di taglio tassi prima del 2024. 

Le borse dell'Europa salgono debolmente dopo la pubblicazione del dato sull'inflazione nella zona euro. Lusso, Viaggi e Automotive si mettono in luce nell'aspettativa che la Cina riapra alla normalità, attenuando la politica zero-covid. FtseMib +0,5%. Indice EuroStoxx50 +0,5%. Dax di Francoforte +0,3%.

I prezzi al consumo della zona euro sono saliti in novembre del +10,0%, in rallentamento dal +10,6% di ottobre: il calo è più sostenuto di quel che si aspettava il consensus (+10,4%). Il dato core invece, è in linea con le aspettative e con la lettura precedente, +5%. 
Il caro bollette è rallentato a novembre, ma si è verificato il rincaro di componente leisure ed alcoholic beverage.

Macrovariabili

Modesta la reazione del mercato obbligazionario ai dati sull'inflazione e ai dati del mercato del lavoro Usa. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 3,73%, da 3,69% di ieri. Bund decennale tedesco a 1,94%. BTP a 3,84% da 3,82%. Il future Bund chiude il mese con un rialzo di quasi il 2%, primo segno più nella performance mensile dopo i segni meno di agosto, settembre ed ottobre. 

Cross Euro dollaro a 1,038. Novembre dovrebbe chiudersi con un calo di oltre il 4%. Per ritrovare una performance negativa di tale entità si deve andare indietro alla tarda primavera del 2020 o anche prima all'autunno del 2010.

Il petrolio Brent e WTI accelera in rialzo del 3%. Oggi escono i dati EIA sulle scorte di greggio degli Stati Uniti.

Gas Naturale USA poco mosso. Gas Naturale Europa +8% a 147 euro per mwh.

Oro +0,5% a 1.763 dollari, +7,4% il bilancio provvisorio del mese.  

Bitcoin si riavvicina a quota 17.000, in rialzo del 2,5%. La Banca Centrale Europea ha detto che Bitcoin è sostenuto artificialmente e non dovrebbe essere legittimato dalle autorità di regolamentazione o dalle società finanziarie, poiché è più simile al gioco d'azzardo. Il Bitcoin e le altre criptovalute sono state presentate in vari modi come una forma alternativa di denaro e come uno scudo contro le politiche inflazionistiche, ma il crollo del 75% da inizio 2022, proprio quando l'inflazione è esplosa, e una serie di scandali, tra cui il fallimento della piattaforma Ftx, hanno sconvolto tali certezze.

Titoli

Tenaris e Moncler sono le migliori blue chip. 

TIM -6%, è la peggiore. Secondo gli operatori, le dichiarazioni del sottosegretario alla presidenza Alessio Butti hanno allontanato l'ipotesi di una possibile Opa totalitaria guidata da Cdp.

Leonardo . Ieri la controllata americana Leonardo DRS ha debuttato al Nasdaq, chiudendo a 10,99 dollari (+11,3%).

Banco BPM . Crédit Agricole Assurances ha avuto un periodo di esclusiva per valutare una partnership nel settore Danni/Protezione.

Stellantis sta preparando la rete di concessionari Usa al processo di elettrificazione, alla luce del suo business plan che prevede che il 50% delle vendite negli Stati Uniti sia costituito da veicoli elettrici a batteria entro la fine di questo decennio.

Juventus . Dopo le dimissioni dell'intero Cda, l'azionista di riferimento Exor ha indicato Gianluca Ferrero al posto dell’uscente  Andrea Agnelli in vista dell'assemblea degli azionisti convocata per il 18 gennaio 2023 per il rinnovo del consiglio.

Avio +5%. Arianespace ha firmato un contratto con la Commissione europea per il lancio di cinque missioni Copernicus con il lanciatore Vega C per il posizionamento in orbita bassa dei satelliti della costellazione per l'osservazione della Terra tra il 2024 e il 2026.

DeA Capital +4%. L'azionista di controllo, De Agostini smentisce che ci siano trattative per vendere la società. E' quanto sottolinea una portavoce. "L'azionista De Agostini smentisce qualsiasi trattativa, mandato o l'intenzione di vendere la società", sottolinea la portavoce. Oggi Il Messaggero scrive che la famiglia Boroli-Drago starebbe pensando a un percorso di valorizzazione e per questo Mediobanca sta sondando il mercato, proponendo il dossier.

www.websim.it




Leggi gli articoli della categoria
Oggi in Borsa
Clicca qui