FUTURE WALLSTREET PIATTI, A RISCHIO L'OPERAZIONE MICROSOFT - ACTIVISION

La borsa degli Stati Uniti dovrebbe aprire intorno alla parità, il future dell'indice S&P500 è piatto.

Non ci sono dati macroeconomici in agenda, per cui, nella mezza seduta di oggi, saranno probabilmente le notizie riguardanti le società a destare l'attenzione degli investitori.

Un'attenzione particolare potrebbero avere le indicazioni sull'andamento dei consumi: oggi è uno dei giorni caldi dello shopping, negli Stati Uniti ma anche in tante altre parti del mondo.

La National Retail Federation si aspetta il ritorno delle folle nei negozi e nei centri commerciali, quelli reali e quelli virtuali: negli Stati Uniti, nel corso del fine settimana, quasi 170 milioni di persone dovrebbero comprare qualcosa, dato mai visto nella storia.

Intanto, in Cina, la banca centrale ha annunciato un taglio di un quarto di punto percentuale delle riserve obbligatorie delle banche.

Titoli nel preborsa

Activision Blizzard -3%. La Federal Trade Commission intende bloccare la vendita della società dei videogame a Microsoft , lo scrive Politico. Rischia di saltare un'operazione da quasi settanta miliardi di dollari.

Apple . Reuters riporta che il maxi impianto di assemblaggio degli iPhone di Foxconn situato nella città di Zhengzhou potrebbe arrivare a perdere circa il 30% della produzione a causa della rivolta dei dipendenti scoppiata la scorsa settimana.

Tesla richiamerà in officina circa 80.000 sue autovetture vendute in Cina. Il provvedimento annunciato oggi dall'Autorità di controllo di Pechino, riguarda 67.000 Model S e Model X con problemi di software, il resto sono Model 3 con citure di sicurezza bisognose di intervento. 

Home Depot , Wal-Mart e Target sono tra le società della grande distribuzione più esposte al Black Friday.

Le borse europee si muovono contrastate nel corso dell'ultima seduta di una settimana positiva: per l'Indice EuroStoxx 50 delle principali blue chip potrebbe essere l'ottava positiva di seguito.

FtseMib +0,1%. Gli indicatori di fiducia delle imprese e dei consumatori italiani riprendono a salire in novembre, dopo alcuni mesi di calo. L'indice relativo ai consumatori sale a quota 98,1 punti dal 90,1 di ottobre, posizionandosi ben oltre il consensus fermo a quota 91. L'indice del comparto manifatturiero si attesta a 102,5 punti da 100,7 (rivisto) del mese prima, rispetto a stime per 99,6. L'indice composito del clima di fiducia delle imprese, comprendente anche commercio, costruzioni e servizi, sale a 106,4 punti dal precedente 104,7 (rivisto).

Dax +0,1%, sui massimi da giugno. Nel terzo trimestre l'economia tedesca è cresciuta dello 0,4%, su base trimestrale. Gli economisti si aspettavano una crescita dello 0,3% nel terzo trimestre.  

Tra i settori, leggero rialzo per le Utility e gli Energetici. 

Ieri Wall Street era chiusa per festività ed oggi la seduta termina prima. Future poco mossi.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario in fase di assestamento. Treasury Note a dieci anni a 3,70% di rendimento. BTP decennale a 3,73%, su questi livelli porterebbe a termine la terza settimana positiva di seguito. 

Cross Euro Dollaro invariato a 1,041 all'indomani della pubblicazione delle minute dell’ultima riunione della BCE. E’ emerso, come da attese, che il board sta cominciando a prendere in considerazione l’ipotesi di procedere in futuro con rialzi del costo del denaro più lievi rispetto al passato. Poche le indicazioni sull’intenzione della banca centrale per quel che riguarda le politiche di re investimento delle obbligazioni.

Cross Euro/Yuan cinese in rialzo per il terzo giorno consecutivo. La Banca Centrale ha tagliato dello 0,25% il coefficiente di riserva delle banche. Il tasso sui depositi delle istituzioni finanziarie scenderà a circa il 7,8%, ha precisato la Pboc. Lo scopo è di perseguire "una politica monetaria prudente", dando allo stesso tempo "sostegno all'economia reale".

Petrolio Brent e WTI in rialzo del 2%, malgrado le incertezze della Cina. Si va verso la seconda settimana negativa di seguito. 

Gas Naturale USA -2,7%. Gas Naturale Europa piatto, nessuno accordo sul tetto del prezzo tra i ministri dell'Energia.

Oro a 1.756 dollari l’oncia.

Bitcoin in calo dell’1% a 16.350 dollari. Binance, la più grande piattaforma di intermediazione di criptovalute, ha fatto sapere che il fondo di sostegno e salvataggio annunciato all'inizio del mese sta entrando nella fase operativa con una dotazione iniziale di oltre un miliardo di euro, il grosso è stato messo a disposizione dalla stessa società. I beneficiari sono le società promettenti che si sono trovate di recente in difficoltà anche a causa del fallimento di FTX. Non sono pochi i soggetti bisognosi di assistenza, o a corto di liquidità, sono già arrivate a Binance 150 richieste di aiuto. Changpeng Zhao, il fondatore ed amministratore delegato, ha detto ieri sera a Bloomberg che intende con queste iniziativa "ridurre gli effetti a cascata".

Titoli

A2a , Eni , Poste sono le migliori blue chip.

UnipolSai Kepler taglia il giudizio a Hold da Buy, target 2,65 euro. 

Unicredit , Intesa Sanpaolo . Kerstin af Jochnick, membro del Consiglio di vigilanza dell’SSM-Bce ha parlato con il Sole24Ore. “Una raccomandazione sullo stop a dividendi e buyback come in pandemia non è nei piani della Bce-Ssm. Ma le banche dovranno aggiornare le traiettorie di capitale per tenere conto esplicitamente di una recessione. Ci saranno sfide complesse da superare nel futuro prossimo dell’area euro”.

Azimut -0,5%: Sadif Inv. avvia la copertura con Strong Sell e un target a 14,5 euro. 

Banca Monte Paschi  L''agenzia Fitch ha alzato il Long-Term Issuer Default Rating (Idr) a ''B+'' da ''B'' e il suo Viability Rating (Vr) a ''b+'' da ''b''. Le prospettive sull''Idr a lungo termine sono stabili.  L''aggiornamento, si legge in una nota, riflette il rafforzamento della capitalizzazione della banca a seguito di un''iniezione di capitale di 2,5 miliardi di euro completata a novembre”.

Leonardo . Fincantieri . I dirigenti delle due società hanno detto che coopereranno di più in futuro.

Tim . Il cda di Cassa Depositi e Prestiti ha preso in considerazione ieri anche il tema della telefonia e della rete unica, nonostante non fosse all’ordine del giorno. Lo riporta Il Messaggero. L’a.d. Dario Scannapieco ha riferito di aver incontrato il ministro Giancarlo Giorgetti ed altri soggetti coinvolti nel Memorandum of understanding per la costruzione della rete unica: l’accordo scade mercoledì 30.  

www.websim.it




Leggi gli articoli della categoria
Oggi in Borsa
Clicca qui