Oggi in borsa

lunedì 22 aprile 2024

Marino Masotti

WallStreet sulla parità, effetto stacco cedole a Piazza Affari

Oro in calo di oltre il -2%, peggior seduta dal febbraio del 2023. Tesla perde quasi il 4%. Salgono a Wall Street le banche e le società dei settori più tradizionali

Borsa_websim14

Il rimbalzo di Wall Street si sta indebolendo per effetto della fragilità dei tech. Nasdaq invariato. S&P500  +0,1%. Dow Jones +0,1%.

Secondo i calcoli di Lseg, i mercati monetari prevedono ora circa 38 punti base di ribasso dei tassi quest'anno, da circa centocinquanta di inizio anno.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Salesforce 0,2%%. Le trattative per l'acquisizione di Informatica si sarebbe arenate, in quanto le parti non avrebbero trovato un accordo sul prezzo. Lo riporta Bloomberg citando delle fonti. 

Tesla -4,5%. Ha abbassato i prezzi della sua auto Model 3 in Cina, per via della forte competizione. La società comunicherà i dati trimestrali domani. 

Nvidia +1,5% dopo le perdite di venerdì (-10%). Il titolo perde circa il -22% dai massimi storici toccati a marzo, per poter tornare su quei livelli c'è probabilmente bisogno di messaggi convincenti dalle trimestrali in arrivo questa settimana dai suoi principali clienti.
Microsoft -0,5%, Meta Platforms -1,5%, Alphabet sono tra i maggiori acquirenti delle unità di elaborazione grafica, o GPU, di Nvidia, ma sono anche al lavoro per trovare alternative in casa. Per cui, potrebbe essere necessario, per tornare a vedere il titolo oltre i novecento ollari, che i colossi del tech mantengano alti gli investimenti sul settore e, nello specifico, continuino a comprare i chip Blackwell di Nvidia.

Super Micro Computer -2%, dopo aver perduto il 23% nella sessione di venerdì. 

Palantir - Il fondo d'investimento DNB Asset Management, colosso da 86 miliardi di dollari di masse in gestione appartenente alla prima banca della Norvegia, ha raddoppiato la sua quota nella società specializzata nella gestione dei dati informatici. DNB AM ha ridotto l'investimento in altre società appartenenti all'indice Magnificent 7 di Bloomberg, in particolare ha tagliato la posizione in Apple .

Salgono le società della farmaceutica, dei beni di largo consumo e del petrolio. Johnson&Johnson +1%, Pfizer +1,5%, Procter&Gamble +1,5%, Coca Cola +1%. Positive le banche, Goldman Sachs +1,5%.

Europa

Le borse sono contrastate nel finale di seduta. Indice EuroStoxx50 +0,3%. Dax +0,6%.

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%. Pertanto il bilancio della giornata è positivo di quasi l'1%.

Tra i settori, salgono Grande Distribuzione, Media, Real Estate, Retail, Tlc.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario USA poco mosso. Rendimento del Treasury Note a dieci anni a 4,63%. 

In Europa, Bund decennale a 2,50%. BTP a 3,85%, -7 punti base rispetto a venerdì. Spread in contrazione a 135 punti base da 142.

BCE. La Banca centrale europea dovrebbe tagliare il tasso a giugno, tre mesi prima di una ipotetica mossa della Federal Reserve, e poi altre due volte quest'anno, meno di quanto stimato in precedenza. È quanto emerge da un sondaggio Reuters tra gli economisti.

Previsto in serata un intervento del presidente, Christine Lagarde, che venerdì ha parlato di inflazione, dicendo che probabilmente scenderà ancora benché permangano anche rischi di rialzo.

Euro dollaro a 1,062, -0,2%

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1%.

Gas Naturale UE (Amsterdam) -5%, di nuovo sotto la soglia dei 30 euro/mwh.

Oro in calo del -2,3%, peggior seduta dal febbraio del 2023.

Bitcoin a 66.100 dollari, +3%, tornano gli acquisti con la risalita della propensione al rischio.

Titoli Piazza Affari

Banche sotto i riflettori. Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro. Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro. Banco BPM +1%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro. Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro. Monte Paschi +3%.

Campari +1%. Iveco -2%. Diasorin +4%

Recordati +2,5%. Ha registrato nel primo trimestre ricavi per 607,8 milioni, in crescita del 10,2% rispetto al primo trimestre dell'anno scorso, o +10,9% escludendo il contributo di Avodart e Combodart e a tassi di cambio costanti.

Di seguito le società che oggi staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

Team Soluzioni di Investimento

WallStret in rialzo, si rafforza il BTP, si frantuma l'Oro

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Wall Street prosegue in rialzo. Il Nasdaq +0,7%, si riprende dopo le forti perdite di venerdì scorso. S&P500  +0,5%. Dow Jones +0,3%.

Secondo i calcoli di Lseg, i mercati monetari prevedono ora circa 38 punti base di ribasso dei tassi quest'anno, da circa centocinquanta di inizio anno.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Salesforce +4%. Le trattative per l'acquisizione di Informatica si sarebbe arenate, in quanto le parti non avrebbero trovato un accordo sul prezzo. Lo riporta Bloomberg citando delle fonti. 

Tesla -2%. Ha abbassato i prezzi della sua auto Model 3 in Cina, per via della forte competizione. La società comunicherà i dati trimestrali domani. 

Invidia +1% dopo le perdite di venerdì (-10%). Il titolo perde circa il -22% dai massimi storici toccati a marzo, per poter tornare su quei livelli c'è probabilmente bisogno di messaggi convincenti dalle trimestrali in arrivo questa settimana dai suoi principali clienti.

Microsoft , Meta Platforms e Alphabet sono tra i maggiori acquirenti delle unità di elaborazione grafica, o GPU, di Nvidia, ma sono anche al lavoro per trovare alternative in casa. Per cui, potrebbe essere necessario, per tornare a vedere il titolo oltre i novecento ollari, che i colossi del tech mantengano alti gli investimenti sul settore e, nello specifico, continuino a comprare i chip Blackwell di Nvidia.

Super Micro Computer +4%, dopo aver perduto il 23% nella sessione di venerdì. 

Palantir - Il fondo d'investimento DNB Asset Management, colosso da 86 miliardi di dollari di masse in gestione appartenente alla prima banca della Norvegia, ha raddoppiato la sua quota nella società specializzata nella gestione dei dati informatici. DNB AM ha ridotto l'investimento in altre società appartenenti all'indice Magnificent 7 di Bloomberg, in particolare ha tagliato la posizione in Apple .

Europa

Le borse si muovono contrastate all'indomani di una settimana pesante. EuroStoxx50 +0,5%. Dax +0,7%.

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Tra i settori, salgono Grande Distribuzione, Media, Real Estate, Retail, Tlc.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario USA poco mosso. Rendimento del Treasury Note a dieci anni a 4,63%. 

In Europa, Bund decennale a 2,50%. BTP a 3,85%, -7 punti base rispetto a venerdì. Spread in contrazione a 135 punti base da 142.

BCE. La Banca centrale europea dovrebbe tagliare il tasso a giugno, tre mesi prima di una ipotetica mossa della Federal Reserve, e poi altre due volte quest'anno, meno di quanto stimato in precedenza. È quanto emerge da un sondaggio Reuters tra gli economisti.

 Previsto in serata un intervento del presidente, Christine Lagarde, che venerdì ha parlato di inflazione, dicendo che probabilmente scenderà ancora benché permangano anche rischi di rialzo.

Euro dollaro a 1,062, -0,2%

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1%.

Gas Naturale UE (Amsterdam) -4%, di nuovo sotto la soglia dei 30 euro/mwh.

Oro in calo del -2,3%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +3%, tornano gli acquisti con la risalita della propensione al rischio.

Titoli Piazza Affari

Banche sotto i riflettori. Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro. Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro. Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro. Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro. Monte Paschi +3%.

Tim +1%. Generali +0,5%.

Campari +1,5%. Iveco -3%.  Leonardo +0,5%. La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati +2,5%. Ha registrato nel primo trimestre ricavi per 607,8 milioni, in crescita del 10,2% rispetto al primo trimestre dell'anno scorso, o +10,9% escludendo il contributo di Avodart e Combodart e a tassi di cambio costanti.

Di seguito le società che oggi staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

WallStret in rialzo, si rafforza il BTP, si frantuma l'Oro

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Borsa_websim11

Wall Street prosegue in rialzo. Il Nasdaq +0,7%, si riprende dopo le forti perdite di venerdì scorso. S&P500  +0,5%. Dow Jones +0,3%.

Secondo i calcoli di Lseg, i mercati monetari prevedono ora circa 38 punti base di ribasso dei tassi quest'anno, da circa centocinquanta di inizio anno.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Salesforce +4%. Le trattative per l'acquisizione di Informatica si sarebbe arenate, in quanto le parti non avrebbero trovato un accordo sul prezzo. Lo riporta Bloomberg citando delle fonti. 

Tesla -2%. Ha abbassato i prezzi della sua auto Model 3 in Cina, per via della forte competizione. La società comunicherà i dati trimestrali domani. 

Invidia +1% dopo le perdite di venerdì (-10%). Il titolo perde circa il -22% dai massimi storici toccati a marzo, per poter tornare su quei livelli c'è probabilmente bisogno di messaggi convincenti dalle trimestrali in arrivo questa settimana dai suoi principali clienti.

Microsoft , Meta Platforms e Alphabet sono tra i maggiori acquirenti delle unità di elaborazione grafica, o GPU, di Nvidia, ma sono anche al lavoro per trovare alternative in casa. Per cui, potrebbe essere necessario, per tornare a vedere il titolo oltre i novecento ollari, che i colossi del tech mantengano alti gli investimenti sul settore e, nello specifico, continuino a comprare i chip Blackwell di Nvidia.

Super Micro Computer +4%, dopo aver perduto il 23% nella sessione di venerdì. 

Palantir - Il fondo d'investimento DNB Asset Management, colosso da 86 miliardi di dollari di masse in gestione appartenente alla prima banca della Norvegia, ha raddoppiato la sua quota nella società specializzata nella gestione dei dati informatici. DNB AM ha ridotto l'investimento in altre società appartenenti all'indice Magnificent 7 di Bloomberg, in particolare ha tagliato la posizione in Apple .

Europa

Le borse si muovono contrastate all'indomani di una settimana pesante. EuroStoxx50 +0,5%. Dax +0,7%.

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Tra i settori, salgono Grande Distribuzione, Media, Real Estate, Retail, Tlc.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario USA poco mosso. Rendimento del Treasury Note a dieci anni a 4,63%. 

In Europa, Bund decennale a 2,50%. BTP a 3,85%, -7 punti base rispetto a venerdì. Spread in contrazione a 135 punti base da 142. Previsto in serata un intervento del presidente, Christine Lagarde, che venerdì ha parlato di inflazione, dicendo che probabilmente scenderà ancora benché permangano anche rischi di rialzo.

Euro dollaro a 1,062, -0,2%

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1%.

Gas Naturale UE (Amsterdam) -4%, di nuovo sotto la soglia dei 30 euro/mwh.

Oro in calo del -2,3%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +3%, tornano gli acquisti con la risalita della propensione al rischio.

Titoli Piazza Affari

Banche sotto i riflettori. Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro. Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro. Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro. Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro. Monte Paschi +3%.

Tim +1%. Generali +0,5%.

Campari +1,5%. Iveco -3%.  Leonardo +0,5%. La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati +2,5%. 

Di seguito le società che oggi staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

A WallStreet si prepara il rimbalzo dei tech, scendono l'oro e i bond

Nvidia +1% dopo le perdite di venerdì (-10%). il titolo perde circa il 22% dai massimi storici di marzo. In arrivo questa settimana i dati dei suoi principali clienti. Microsoft, Meta e Alphabet

A Wall Street 

I future sono in rialzo, grazie all'attenuarsi delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente, anche se il calo dei tech di venerdì dovrebbe avere poco a che vedere con l'attacco missilistico di giovedì sera. Il tasso di rendimento del Treasury Note a dieci anni sui massimi degli ultimi cinque-sei mesi penalizza il settore per mere ragioni finanziarie. Venerdì le vendite hanno colpito soprattutto le società dei semiconduttori, l'indice SOX ha chiuso in ribasso del -4,1%.

S&P500 , +0,6%. Nasdaq +0,7%. Dow Jones +0,5%.

Secondo i calcoli di Lseg, i mercati monetari prevedono circa 38 punti base di ribasso dei tassi quest'anno, da circa centocinquanta di inizio anno.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Salesforce +4%. Le trattative per l'acquisizione di Informatica si sarebbe arenate, in quanto le parti non avrebbero trovato un accordo sul prezzo. Lo riporta Bloomberg citando delle fonti. 

Tesla -2%. Ha abbassato i prezzi della sua auto Model 3 in Cina, per via della forte competizione. La società comunicherà i dati trimestrali domani. 

Invidia +1% dopo le perdite di venerdì (-10%). Il titolo perde circa il -22% dai massimi storici toccati a marzo, per poter tornare su quei livelli c'è probabilmente bisogno di messaggi convincenti dalle trimestrali in arrivo questa settimana dai suoi principali clienti. Microsoft , Meta Platforms e Alphabet sono tra i maggiori acquirenti delle unità di elaborazione grafica, o GPU, di Nvidia, ma sono anche al lavoro per trovare alternative in casa. Per cui, potrebbe essere necessario, per tornare a vedere il titolo oltre i novecento ollari, che i colossi del tech mantengano alti gli investimenti sul settore e, nello specifico, continuino a comprare i chip Blackwell di Nvidia.

Super Micro Computer +4%, dopo aver perduto il 23% nella sessione di venerdì. 

Palantir Il fondo d'investimento DNB Asset Management, colosso da 86 miliardi di dollari di masse in gestione appartenente alla prima banca della Norvegia, ha raddoppiato la sua quota nella società specializzata nella gestione dei dati informatici. DNB AM ha ridotto l'investimento in altre società appartenenti all'indice Magnificent 7 di Bloomberg, in particolare ha tagliato la posizione in Apple .

Europa

Le borse dell’Europa si muovono contrastate all'indomani di una settimana pesante. EuroStoxx50 +0,3%. 

Il FtseMib segna un calo dello 0,8%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Tra i settori, salgono Grande Distribuzione, Real Estate, Retail, Tlc.

Macrovariabili

Mercato obbligazionario poco mosso. Rendimento del Treasury Note a dieci anni a 4,63%. Bund decennale a 2,50%. BTP a 3,90%. Previsto in serata un intervento del presidente, Christine Lagarde, che venerdì ha parlato di inflazione, dicendo che probabilmente scenderà ancora benché permangano anche rischi di rialzo.

Euro dollaro a 1,0650.

Petrolio. Brent e Wti in calo dello 0,7%.

Gas Naturale UE (Amsterdam) -3,3%, di nuovo sotto la soglia dei 30 euro/mwh.

Oro in calo del 2%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +3%, tornano gli acquisti con la risalita della propensione al rischio.

Titoli Piazza Affari

Banche sotto i riflettori. Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro. Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro. Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro. Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro. Monte Paschi +3%.

Tim +1%. Generali +0,5%.

Campari +1,5%. Iveco -3%.  Leonardo +0,5%. La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati +2,5%. 

Di seguito le società che oggi staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

Effetto Dividendi a Piazza Affari, Gas Naturale sotto i 30 euro

Tra i settori europei, salgono Real Estate, Grande Distribuzione, Retail ,Tlc

Le borse dell’Europa si muovono contrastate all'indomani di una settimana pesante. EuroStoxx50 +0,3%. 

Il FtseMib segna un calo dell'1,3%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Tra i settori, salgono Grande Distribuzione, Real Estate, Retail, Tlc.

A Wall Street 

I future sono in rialzo, grazie all'attenuarsi delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente.

S&P500 , +0,6%. Nasdaq +0,7%. Dow Jones +0,5%.

Titoli sotto la lente a Wall Street

Salesforce +4%. Le trattative per l'acquisizione di Informatica si sarebbe arenate, in quanto le parti non avrebbero trovato un accordo sul prezzo. Lo riporta Bloomberg citando delle fonti. 

Tesla -2%. Ha abbassato i prezzi della sua auto Model 3 in Cina, per via della forte competizione. La società comunicherà i dati trimestrali domani. 

Invidia +3% dopo le perdite di venerdì (-10%). 

Super Micro Computer +4%, dopo aver perduto il 23% nella sessione di venerdì. 

Macrovariabili

Mercato obbligazionario poco mosso. Rendimento del Treasury Note a dieci anni a 4,63%. Bund decennale a 2,50%. BTP a 3,90%. Previsto in serata un intervento del presidente, Christine Lagarde, che venerdì ha parlato di inflazione, dicendo che probabilmente scenderà ancora benché permangano anche rischi di rialzo.

Euro dollaro a 1,0650.

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1,2%.

Gas Naturale UE (Amsterdam) -3,3%, di nuovo sotto la soglia dei 30 euro/mwh.

Oro in calo a 2.355 dollari l’oncia, -1,4%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +3%, tornano gli acquisti con la risalita della propensione al rischio.

Titoli Piazza Affari

Banche sotto i riflettori. Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro. Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro. Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro. Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro.

Tim +2,7%. La Commissione europea deciderà sulla proposta di acquisto della rete fissa di Tim da parte di Kkr entro il 30 maggio, secondo un filing pubblicato venerdì. La società ha valutato la sua attività di cavi sottomarini Sparkle 481 milioni di euro al 31 dicembre 2023, a seguito di una svalutazione di 107 milioni registrata nel corso dell'anno, secondo i documenti pubblicati sul sito web del gruppo di telecomunicazioni.

Generali presenterà il nuovo piano strategico al 2027 il 30 gennaio, secondo quanto si legge nelle risposte alle domande dei soci per l'assemblea del 24 aprile.

Campari +1,5%, non esclude nuove acquisizioni e continua a guardare ad opportunità di M&A nei liquori di alta e altissima fascia e nei marchi forti in Usa e Asia. Lo ha affermato l'AD Matteo Fantacchiotti in un'intervista a Milano Finanza di sabato. Campari guarda anche al segmento dei whisky, ha aggiunto l’AD.

Iveco -3%. Il Ceo Gerrit Marx lascerà il gruppo per assumere il ruolo di Ceo di Cnh Industrial con decorrenza 1 luglio, si legge in una nota. Il suo posto verrà preso da Olof Persson.

Leonardo . La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati . Oggi si riunisce l’assemblea dei soci. Il consiglio d’amministrazione potrebbe fornire indicazioni sul primo trimestre. 

Di seguito le società che oggi staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

Marino Masotti

Piazza Affari sale con le banche, scendono oro e petrolio

Il FtseMib segna un calo dell1,3%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%. Tim +2,7%. Intesa Sanpaolo +1,4%. Unicredit +1,5%

Le borse dell’Europa salgono in avvio di seduta, indice EuroStoxx50 +0,6%. Tra le cinquanta blue chip della zona euro si mettono in luce le banche e le società della chimica.

Il FtseMib segna un calo dell'1,3%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Asia. Borsa di Hong Kong +1,86% nel finale di seduta. La Commissione di Regolamentazione dei Titoli della Cina ha dichiarato venerdì sera che incoraggerà le società del Paese a quotarsi a Hong Kong. Approfondimento nella rubrica Fatti & Effetti.

Future Wall Street +0,4%. Venerdì è arrivata la sesta seduta consecutiva dell’S&P500 , -0,8%, l’indice ha perso il 3,05% nella settimana, il peggior risultato settimanale dal marzo del 2023.

Penalizzato anche dal -10% di Nvidia , il Nasdaq ha perso il 2,05%. Dow Jones +0,5%.

Macrovariabili

Rendimento del Treasury Note a dieci anni in risalita al 4,63%.

Bund decennale a 2,50%. 

BTP a 3,90%.

Euro dollaro a 1,066.

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1,2%.

Oro in lieve calo a 2.355 dollari l’oncia, -1,4%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +2%.

Titoli Piazza Affari

Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro.

Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro.

Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro.

Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro.

Tim +2,7%. La Commissione europea deciderà sulla proposta di acquisto della rete fissa di Tim da parte di Kkr entro il 30 maggio, secondo un filing pubblicato venerdì. La società ha valutato la sua attività di cavi sottomarini Sparkle 481 milioni di euro al 31 dicembre 2023, a seguito di una svalutazione di 107 milioni registrata nel corso dell'anno, secondo i documenti pubblicati sul sito web del gruppo di telecomunicazioni.

Generali presenterà il nuovo piano strategico al 2027 il 30 gennaio, secondo quanto si legge nelle risposte alle domande dei soci per l'assemblea del 24 aprile.

Campari +1,5%, non esclude nuove acquisizioni e continua a guardare ad opportunità di M&A nei liquori di alta e altissima fascia e nei marchi forti in Usa e Asia. Lo ha affermato l'AD Matteo Fantacchiotti in un'intervista a Milano Finanza di sabato. Campari guarda anche al segmento dei whisky, ha aggiunto l’AD.

Iveco -3%. Il Ceo Gerrit Marx lascerà il gruppo per assumere il ruolo di Ceo di Cnh Industrial con decorrenza 1 luglio, si legge in una nota. Il suo posto verrà preso da Olof Persson.

Leonardo . La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati . Oggi si riunisce l’assemblea dei soci. Il consiglio d’amministrazione potrebbe fornire indicazioni sul primo trimestre. 

Juventus . Ha pareggiato a Cagliari in rimonta 2-2 nell'anticipo di campionato di venerdì.

Tesselis . Jefferies Financial Group ha acquisito il controllo indiretto della società, ma non è tenuta a lanciare un'offerta pubblica di acquisto sull'intero capitale.

Pininfarina . Il Cda, riunito dopo la scomparsa di Paolo Pininfarina, ha nominato presidente Lucia Morselli, già amministratore indipendente e non esecutivo della società e fino allo scorso febbraio AD di Acciaierie d’Italia.

Ratti . Faber Five, società riconducibile alla famiglia Favrin, ha presentato un quesito a Consob volto a confermare l'insussistenza di un obbligo di Opa sulle azioni Ratti, a seguito del consolidamento della propria partecipazione in Trenora Srl di cui ora controlla pressoché l'intero capitale. Trenora è azionista al 52,2% di Marzotto, mentre quest'ultima e Faber Five detengono ciascuna una quota del 34,4% di Ratti.

Casta Diva . Sul fronte acquisizioni il gruppo ha nel mirino la Francia, dice il fondatore e AD Andrea De Micheli all'inserto Economia del Corriere.

Di seguito le società che staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.

Marino Masotti

Titoli sotto la lente a Piazza Affari, banche

Stamattina l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5% sul Ftse Mib.  Stacco cedola per Banca Mediolanum, Banco BPM, Campari, Iveco, Prysmian, Stellantis, Unicredit

Le borse dell’Europa salgono in avvio di seduta, indice EuroStoxx50 +0,6%. Tra le cinquanta blue chip della zona euro si mettono in luce le banche e le società della chimica.

Il FtseMib segna un calo dello 0,6%, l'effetto tecnico dello stacco dividendo è di circa l'1,5%.

Asia
Borsa di Hong Kong +2% nel finale di seduta. 

La Commissione di Regolamentazione dei Titoli della Cina ha dichiarato venerdì sera che incoraggerà le società del Paese a quotarsi a Hong Kong. L’indicazione si inserisce in un pacchetto di misure volte a rafforzare la posizione della città come hub finanziario internazionale. Tra queste, ci sono interventi a sostegno delle offerte pubbliche iniziali, un generale allentamento delle regole sui collegamenti tra la città e le borse valori della Cina continentale, l’ammissione sul listino dei fondi d’investimento immobiliari. La Securities and Futures Commission di Hong Kong ha risposto che il sostegno dell’omologa cinese alle imprese cinese migliorerà l'attrattiva del mercato delle IPO e la liquidità.

CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzhen -0,2%. Indice Taiex di Taipei -0,6%.

Nikkei di Tokyo +1% a fine seduta. Kospi di Seul +1,4%.

Borsa degli Stati Uniti. Venerdì è arrivata la sesta seduta consecutiva dell’S&P500 , -0,8%, l’indice ha perso il 3,05% nella settimana, il peggior risultato settimanale dal marzo del 2023.

Penalizzato anche dal -10% di Nvidia , il Nasdaq ha perso il 2,05%. Dow Jones +0,5%.

Macrovariabili

Rendimento del Treasury Note a dieci anni in risalita al 4,63%.

Bund decennale a 2,50%. 

BTP a 3,90%.

Euro dollaro a 1,066.

Petrolio. Brent e Wti in calo dell'1,2%.

Oro in lieve calo a 2.355 dollari l’oncia, -1,4%.

Bitcoin a 66.100 dollari, +2%.

.

Titoli Piazza Affari

Intesa Sanpaolo +1,4%. Barclays alza il target price a 4 euro, da 3,80 euro.

Unicredit +1,5%. Barclays alza il target price a 41,5 euro, da 35,9 euro.

Banco BPM +2%. Barclays alza il target price a 7,8 euro, da 7 euro.

Mediobanca . Barclays alza il target price a 14,6 euro, era 12,7 euro.

Tim +2,7%. La Commissione europea deciderà sulla proposta di acquisto della rete fissa di Tim da parte di Kkr entro il 30 maggio, secondo un filing pubblicato venerdì. La società ha valutato la sua attività di cavi sottomarini Sparkle 481 milioni di euro al 31 dicembre 2023, a seguito di una svalutazione di 107 milioni registrata nel corso dell'anno, secondo i documenti pubblicati sul sito web del gruppo di telecomunicazioni.

Generali presenterà il nuovo piano strategico al 2027 il 30 gennaio, secondo quanto si legge nelle risposte alle domande dei soci per l'assemblea del 24 aprile.

Campari +1,5%, non esclude nuove acquisizioni e continua a guardare ad opportunità di M&A nei liquori di alta e altissima fascia e nei marchi forti in Usa e Asia. Lo ha affermato l'AD Matteo Fantacchiotti in un'intervista a Milano Finanza di sabato. Campari guarda anche al segmento dei whisky, ha aggiunto l’AD.

Iveco -3%. Il Ceo Gerrit Marx lascerà il gruppo per assumere il ruolo di Ceo di Cnh Industrial con decorrenza 1 luglio, si legge in una nota. Il suo posto verrà preso da Olof Persson.

Leonardo . La Nigeria punta ad acquistare 24 jet fighter per modernizzare la sua flotta.

Recordati . Oggi si riunisce l’assemblea dei soci. Il consiglio d’amministrazione potrebbe fornire indicazioni sul primo trimestre. 

Juventus . Ha pareggiato a Cagliari in rimonta 2-2 nell'anticipo di campionato di venerdì.

Tesselis . Jefferies Financial Group ha acquisito il controllo indiretto della società, ma non è tenuta a lanciare un'offerta pubblica di acquisto sull'intero capitale.

Pininfarina . Il Cda, riunito dopo la scomparsa di Paolo Pininfarina, ha nominato presidente Lucia Morselli, già amministratore indipendente e non esecutivo della società e fino allo scorso febbraio AD di Acciaierie d’Italia.

Ratti . Faber Five, società riconducibile alla famiglia Favrin, ha presentato un quesito a Consob volto a confermare l'insussistenza di un obbligo di Opa sulle azioni Ratti, a seguito del consolidamento della propria partecipazione in Trenora Srl di cui ora controlla pressoché l'intero capitale. Trenora è azionista al 52,2% di Marzotto, mentre quest'ultima e Faber Five detengono ciascuna una quota del 34,4% di Ratti.

Casta Diva . Sul fronte acquisizioni il gruppo ha nel mirino la Francia, dice il fondatore e AD Andrea De Micheli all'inserto Economia del Corriere.

Di seguito le società che staccano la cedola.

BANCA MEDIOLANUM 0,42 euro a saldo, yield 4,30%.

BANCO BPM  0,56 euro, yield 9,20%. 

CAMPARI  0,065 euro, yield 0,70%.

IVECO  0,22 euro, yield 1,70%.

PRYSMIAN  0,7 euro, yield 1,40%.

STELLANTIS 1,55 euro (data di pagamento 3 maggio), yield 6,40%.

UNICREDIT  1,8029 euro, yield 5,40%.