Oggi in borsa

martedì 02 aprile 2024

L'economia tira, i tassi di mercato salgono e WallStreet molla

L'indice Ftse Mib di Milano è in calo dell'1,1% nel finale di seduta, in mattinata ha toccato i massimi dal 2000

La borsa degli Stati Uniti perde terreno, mentre si raffredda la prospettiva di un taglio dei tassi da parte della FED. S&P500 -1%. Nasdaq -1,4%. 

I dati macroeconomici di oggi, al contrario di quelli di ieri, non dovrebbero influenzare più di tanto il mercato finanziario: le ultime indicazioni hanno spinto ancora più in avanti, all'estate inoltrata, il momento del primo taglio dei tassi. Delle prossime mosse di politica monetaria dovrebbero parlare oggi tre membri votanti del Federal Open Market Committee: nel tardo pomeriggio ci sono in programma gli interventi del  presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, il presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester e la presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly.

Gli ordini di fabbrica di febbraio sono cresciuti dell'1,4%, attesa +1%.

Gli ordini di beni durevoli sono cresciuti dell'1,3%, attesa +1,4%.

Titoli WallStreet

Tesla  -6%. La società ha reso noto che le consegne del primo trimestre sono state inferiori alle stime: consegnati 386.810 veicoli con un calo di circa il -20% rispetto al trimestre precedente e dell'8,5% rispetto a un anno prima.

Rivian Automotive  -6% Il produttore di veicoli elettrici ha detto di aver prodotto 13.980 veicoli nel primo trimestre, contro stime intorno a 14.250 unità. Le consegne sono state di 13.588, con un calo sequenziale di circa il -3%, inferiore al calo del 10%-15% previsto a febbraio. Rivian conferma le previsioni di produzione annuale. Da inizio anno la quotazione si è più che dimezzata.

Nvidia -2%, prezzo sotto i 900 dollari.

Humana -9%, CVS Health Corp. -8%. Scendono i titoli delle assicurazioni sanitarie. L'autorità di vigilanza e controllo del settore non ha alzato le tariffe proposte per il 2025, come invece le società del settore si aspettavano. JP Morgan segnalava ieri che solo una volta nell'ultima decade non c'è stato un ritocco all'insù della prima indicazione dei rimborsi da versare alle compagnie: queste ultime lamentano un aumento dei costi del servizio medico.   

PVH perde circa un quinto del suo valore nel preborsa. La società del marchio Calvin Klein ha fornito indicazioni sull'andamento delle vendite più negative di quel che si aspettava il consensus. I ricavi dovrebbero scendere tra il 6% e il 7% nell'esercizio in corso, dal +2% dello scorso anno fiscale. Il trimestre scorso invece, sia i ricavi che l'utile hanno battuto le stime degli analisti.

Clorox -1%. Citigroup taglia il giudizio a Neutral.

Coinbase -3%, nella scia del ribasso delle criptovalute.

Exxon Mobil +1,5%.

Europa

Le borse dell’Europa si indeboliscono nel finale di seduta, dopo aver segnato nuovi record in avvio di seduta. Indice EuroStoxx50 -0,7%, in mattinata ha toccato il nuovo massimo dal 2000. FtseMib -1,2%, Dax di Francoforte -1%. Ftse 100 di Londra -0,2%.

Tra i settori migliori figurano gli Energetici +2%. Tra i peggiori, Retail, Viaggi, Real Estate con perdite vicine al -2%.

Alle 14:00 è uscito il dato sull'inflazione tedesca armonizzata UE per il mese di marzo: +0,6% m/m, come da attese; +2,3% vs +2,4% a/a, da +2,7% di febbraio, è il ritmo più lento da giugno 2021. 

Italia. Il settore manifatturiero ha mostrato segni di ripresa a marzo dopo 11 mesi consecutivi di contrazione, con la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore al ritmo più veloce in un anno. L'indice Hcob Global Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero italiano si è attestato a marzo a 50,4, in crescita rispetto al 48,7 di febbraio e al di sopra della soglia di 50 - che separa la crescita dalla contrazione - per la prima volta dal marzo dello scorso anno.

Germania. La flessione del settore manifatturiero tedesco, che rappresenta circa un quinto dell'economia del Paese, è proseguita anche alla fine del primo trimestre. L'indice finale Hcob Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero è sceso a 41,9 a marzo da 42,5 di febbraio, leggermente al di sopra della stima flash di 41,6 ma ancora molto al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione. 

Macrovariabili

Si indeboliscono anche i bond a valle dei dati USA di ieri che confermano la solidità dell'economia americana e allontanano il taglio dei tassi. Il Treasury Note a dieci anni è a 4,36%. Bund al 2,41%. BTP a 3,83%. Spread 142. 

Euro dollaro +0,2% a 1,077.

Si svaluta la lira turca dopo la sconfitta elettorale del partito del presidente Recep Erdogan alle elezioni comunali. La borsa di Ankara sale dell'1%.

Petrolio sui massimi da cinque mesi, dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Brent e Wti +1,7%. 

Oro  a 2.255 dollari l’oncia, +0,3%, nuovo record storico.

Bitcoin in calo del -6% a 65.500 dollari.

Titoli Piazza Affari

Saipem +2%. ENI +2,7% sulla scia del petrolio.

Brunello Cucinelli -4%. Banco Bpm +1,2%.

Azimut -4%. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Diasorin -3,4%. La tedesca Stratec, attiva nelle soluzioni d'automazione per la diagnostica in vitro, è in forte calo a Francoforte dopo la pubblicazione dei dati del trimestre. Amplifon -1%.

Team Soluzioni di Investimento

WallStreet scende, Tesla crolla: vendite sotto le stime

La borsa degli Stati Uniti perde terreno, mentre si raffredda la prospettiva di un taglio dei tassi

La borsa degli Stati Uniti perde terreno, mentre si raffredda la prospettiva di un taglio dei tassi da parte della FED. S&P500 -1%. Nasdaq -1,4%. 

I dati macroeconomici di oggi, al contrario di quelli di ieri, non dovrebbero influenzare più di tanto il mercato finanziario: le ultime indicazioni hanno spinto ancora più in avanti, all'estate inoltrata, il momento del primo taglio dei tassi. Delle prossime mosse di politica monetaria dovrebbero parlare oggi tre membri votanti del Federal Open Market Committee: nel tardo pomeriggio ci sono in programma gli interventi del  presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, il presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester e la presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly.

Gli ordini di fabbrica di febbraio sono cresciuti dell'1,4%, attesa +1%.

Gli ordini di beni durevoli sono cresciuti dell'1,3%, attesa +1,4%.

Titoli WallStreet

Tesla  -6%. La società ha reso noto che le consegne del primo trimestre sono state inferiori alle stime: consegnati 386.810 veicoli con un calo di circa il -20% rispetto al trimestre precedente e dell'8,5% rispetto a un anno prima.

Rivian Automotive  -6% Il produttore di veicoli elettrici ha detto di aver prodotto 13.980 veicoli nel primo trimestre, contro stime intorno a 14.250 unità. Le consegne sono state di 13.588, con un calo sequenziale di circa il -3%, inferiore al calo del 10%-15% previsto a febbraio. Rivian conferma le previsioni di produzione annuale. Da inizio anno la quotazione si è più che dimezzata.

Nvidia -2%, prezzo sotto i 900 dollari.

Humana -9%, CVS Health Corp. -6%. Scendono i titoli delle assicurazioni sanitarie. L'autorità di vigilanza e controllo del settore non ha alzato le tariffe proposte per il 2025, come invece le società del settore si aspettavano. JP Morgan segnalava ieri che solo una volta nell'ultima decade non c'è stato un ritocco all'insù della prima indicazione dei rimborsi da versare alle compagnie: queste ultime lamentano un aumento dei costi del servizio medico.   

PVH perde circa un quinto del suo valore nel preborsa. La società del marchio Calvin Klein ha fornito indicazioni sull'andamento delle vendite più negative di quel che si aspettava il consensus. I ricavi dovrebbero scendere tra il 6% e il 7% nell'esercizio in corso, dal +2% dello scorso anno fiscale. Il trimestre scorso invece, sia i ricavi che l'utile hanno battuto le stime degli analisti.

Clorox -1%. Citigroup taglia il giudizio a Neutral.

Coinbase -3%, nella scia del ribasso delle criptovalute.

Trump Media & Technology -2%, dal -21% di ieri.

Europa

Le borse dell’Europa si indeboliscono dopo aver segnato nuovi record in avvio di seduta. Indice EuroStoxx50 -0,5%, in mattinata ha toccato il nuovo massimo dal 2000. FtseMib -0,6%, Dax di Francoforte -0,5%. Ftse 100 di Londra -0,2%.

Tra i settori migliori figurano gli Energetici +2%. Tra i peggiori, Retail, Viaggi, Real Estate con perdite vicine al -2%.

Alle 14:00 è uscito il dato sull'inflazione tedesca armonizzata UE per il mese di marzo: +0,6% m/m, come da attese; +2,3% vs +2,4% a/a, da +2,7% di febbraio, è il ritmo più lento da giugno 2021. 

Italia. Il settore manifatturiero ha mostrato segni di ripresa a marzo dopo 11 mesi consecutivi di contrazione, con la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore al ritmo più veloce in un anno. L'indice Hcob Global Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero italiano si è attestato a marzo a 50,4, in crescita rispetto al 48,7 di febbraio e al di sopra della soglia di 50 - che separa la crescita dalla contrazione - per la prima volta dal marzo dello scorso anno.

Germania. La flessione del settore manifatturiero tedesco, che rappresenta circa un quinto dell'economia del Paese, è proseguita anche alla fine del primo trimestre. L'indice finale Hcob Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero è sceso a 41,9 a marzo da 42,5 di febbraio, leggermente al di sopra della stima flash di 41,6 ma ancora molto al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione. 

Macrovariabili

Si indeboliscono anche i bond a valle dei dati USA di ieri che confermano la solidità dell'economia americana e allontanano il taglio dei tassi. Il Treasury Note a dieci anni è a 4,38%. Bund al 2,42%. BTP a 3,84%. Spread 142. 

Euro dollaro sui minimi dell’ultimo mese e mezzo a 1,075.

Si svaluta la lira turca dopo la sconfitta elettorale del partito del presidente Recep Erdogan alle elezioni comunali. La borsa di Ankara sale dell'1%.

Petrolio sui massimi da cinque mesi, dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Brent e Wti +1,7%. 

Oro  a 2.260 dollari l’oncia, +0,3%, nuovo record storico.

Bitcoin in calo del -7% a 64.500 dollari.

Titoli Piazza Affari

Saipem +1,5%. Bernstein avvia la copertura con il giudizio Outperform. La società ha completato il rimborso anticipato del finanziamento di 387 milioni di euro, stipulato nel febbraio del 2023 con un consorzio di banche italiane e internazionali e garantito per il 70% da Sace. 

ENI +3% sulla scia del petrolio.

Brunello Cucinelli -4%.

Azimut -2%,6. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Diasorin -3%. La tedesca Stratec, attiva nelle soluzioni d'automazione per la diagnostica in vitro, è in forte calo a Francoforte dopo la pubblicazione dei dati del trimestre. Amplifon -1%.

Team Soluzioni di Investimento

Salgono i tassi, scendono i future di WallStreet, rallenta l'inflazione tedesca

Scendono i titoli delle assicurazioni sanitarie. L'autorità di vigilanza e controllo del settore non ha alzato le tariffe proposte per il 2025, come invece le società del settore si aspettavano.

La borsa degli Stati Uniti dovrebbe aprire in calo. Future S&P500 -0,2%. Future Nasdaq -0,3%. 

I dati macroeconomici di oggi, al contrario di quelli di ieri, non dovrebbero influenzare più di tanto il mercato finanziario: le ultime indicazioni hanno spinto ancora più in avanti, all'estate inoltrata, il momento del primo taglio dei tassi. Delle prossime mosse di politica monetaria dovrebbero parlare oggi tre membri votanti del Federal Open Market Committee: nel tardo pomeriggio ci sono in programma gli interventi del  presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, il presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester e la presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly.

In arrivo a mercato aperto gli ordini di fabbrica di febbraio, attesa +1%. Ordini beni durevoli, attesa +1,4%.

Titoli WallStreet

Tesla  -7%. La società ha reso noto che le consegne del primo trimestre sono state inferiori alle stime: consegnati 386.810 veicoli con un calo di circa il -20% rispetto al trimestre precedente e dell'8,5% rispetto a un anno prima.

Rivian Automotive  -2% Il produttore di veicoli elettrici ha detto di aver prodotto 13.980 veicoli nel primo trimestre, contro stime intorno a 14.250 unità. Le consegne sono state di 13.588, con un calo sequenziale di circa il -3%, inferiore al calo del 10%-15% previsto a febbraio. Rivian conferma le previsioni di produzione annuale. Da inizio anno la quotazione si è più che dimezzata.

Humana -9%, CVS Health Corp. -6%. Scendono i titoli delle assicurazioni sanitarie. L'autorità di vigilanza e controllo del settore non ha alzato le tariffe proposte per il 2025, come invece le società del settore si aspettavano. JP Morgan segnalava ieri che solo una volta nell'ultima decade non c'è stato un ritocco all'insù della prima indicazione dei rimborsi da versare alle compagnie: queste ultime lamentano un aumento dei costi del servizio medico.   

PVH perde circa un quinto del suo valore nel preborsa. La società del marchio Calvin Klein ha fornito indicazioni sull'andamento delle vendite più negative di quel che si aspettava il consensus. I ricavi dovrebbero scendere tra il 6% e il 7% nell'esercizio in corso, dal +2% dello scorso anno fiscale. Il trimestre scorso invece, sia i ricavi che l'utile hanno battuto le stime degli analisti.

Clorox -1%. Citigroup taglia il giudizio a Neutral.

Coinbase -3%, nella scia del ribasso delle criptovalute.

Trump Media & Technology -2%, dal -21% di ieri.

Le borse dell’Europa iniziano il secondo trimestre in rialzo e con nuovi record.

Indice EuroStoxx50 +0,2%, in mattinata ha toccato il nuovo massimo dal 2000.
FtseMib +0,2%, nuovo massimo da sedici anni.
Dax di Francoforte -0,1%, nuovo massimo storico nella prima parte della seduta.
Ftse 100 di Londra +0,2%.

Alle 14:00 è uscito il dato sull'inflazione tedesca armonizzata UE per il mese di marzo: +0,6% m/m, come da attese; +2,3% vs +2,4% a/a, da +2,7% di febbraio, è il ritmo più lento da giugno 2021. 

Italia. Il settore manifatturiero ha mostrato segni di ripresa a marzo dopo 11 mesi consecutivi di contrazione, con la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore al ritmo più veloce in un anno. L'indice Hcob Global Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero italiano si è attestato a marzo a 50,4, in crescita rispetto al 48,7 di febbraio e al di sopra della soglia di 50 - che separa la crescita dalla contrazione - per la prima volta dal marzo dello scorso anno.

Germania. La flessione del settore manifatturiero tedesco, che rappresenta circa un quinto dell'economia del Paese, è proseguita anche alla fine del primo trimestre. L'indice finale Hcob Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero è sceso a 41,9 a marzo da 42,5 di febbraio, leggermente al di sopra della stima flash di 41,6 ma ancora molto al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione. 

Macrovariabili

Il Treasury Note a dieci anni  a 4,34%, + 3 punti base.

Bund al 2,40%, +10 punti base.

BTP a 3,80%, +9 punti base. 

Euro dollaro sui minimi dell’ultimo mese e mezzo a 1,073. Si svaluta la lira turca dopo la sconfitta elettorale del partito del presidente Recep Erdogan alle elezioni comunali. La borsa di Ankara sale dell'1%.

Petrolio sui massimi da cinque mesi, dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Brent e Wti +1,7%. 

Oro , stamattina a 2.260 dollari l’oncia, +0,3%, nuovo record storico.

Bitcoin in calo del -5,4% a 66.000 dollari.

Titoli

StM +1%. Barclays taglia il target   a 40 euro, da 46 euro. 

Saipem +2%. Bernstein avvia la copertura con il giudizio Outperform. La società ha completato il rimborso anticipato del finanziamento di 387 milioni di euro, stipulato nel febbraio del 2023 con un consorzio di banche italiane e internazionali e garantito per il 70% da Sace.

ENI +3% sulla scia del petrolio.

Banco BPM +2%.

Tim -1%. Starlink di Elon Musk avrebbe fatto un esposto denuncia contro Tim al ministero delle Imprese e Made in Italy e all'Agcom, accusando l'azienda italiana di ostacolare la diffusione di internet veloce nel Paese. Lo scrivono alcuni quotidiani in cui si riporta un commento di un portavoce Tim che parla di ricostruzione parziale che non tiene conto delle interlocuzioni in corso con le autorità. Il fondo Bluebell e l'azionista di minoranza Merlyn hanno presentato liste rivali di candidati per il rinnovo del consiglio di amministrazione. Lo ha reso noto sabato il gruppo telefonico italiano.

Brunello Cucinelli -2%.

Azimut -2%. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Diasorin -3%. La tedesca Stratec, attiva nelle soluzioni d'automazione per la diagnostica in vitro, è in forte calo a Francoforte dopo la pubblicazione dei dati del trimestre. 

Amplifon -1%.

Buzzi vede per il 2024 risultati operativi vicini ai livelli del 2023 ma riconosce l'esistenza di prevalenti rischi al ribasso a causa di uno scenario economico deflativo, specialmente delle economie avanzate, e delle rinnovate tensioni geopolitiche in Ucraina e Medio Oriente. Il gruppo ha inoltre annunciato l'intenzione di introdurre il voto maggiorato, fino a due voti per azione.

Team Soluzioni di Investimento

Nuovo trimestre e nuovi record in Borsa

Italia. Il settore manifatturiero ha mostrato segni di ripresa a marzo dopo 11 mesi consecutivi di contrazione, con la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore al ritmo più veloce in un anno

Le borse dell’Europa iniziano il secondo trimestre in rialzo e con nuovi record.

Indice EuroStoxx50 +0,5%, nuovo massimo dal 2000.
FtseMib +0,4%, nuovo massimo da sedici anni.
Dax di Francoforte +0,3%, nuovo massimo storico. Alle 14:00 esce l'inflazione tedesca armonizzata UE.

Italia. Il settore manifatturiero ha mostrato segni di ripresa a marzo dopo 11 mesi consecutivi di contrazione, con la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore al ritmo più veloce in un anno. L'indice Hcob Global Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero italiano si è attestato a marzo a 50,4, in crescita rispetto al 48,7 di febbraio e al di sopra della soglia di 50 - che separa la crescita dalla contrazione - per la prima volta dal marzo dello scorso anno.

Germania. La flessione del settore manifatturiero tedesco, che rappresenta circa un quinto dell'economia del Paese, è proseguita anche alla fine del primo trimestre. L'indice finale Hcob Purchasing Managers' Index (Pmi) per il settore manifatturiero è sceso a 41,9 a marzo da 42,5 di febbraio, leggermente al di sopra della stima flash di 41,6 ma ancora molto al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione.

Sono durate meno che in Europa le vacanze di Pasqua negli Stati Uniti. Ieri Wall Street ha chiuso in lieve ribasso con l’S&P500 -0,2%. Il Nasdaq è salito dello 0,1%. 

Trump Media  ha perso il -21% dopo aver rivelato perdite per 58,2 milioni di dollari nel 2023. Sul titolo hanno pesato anche i "dubbi" dei revisori dei conti sulla sua capacità di continuare a operare. 

Macrovariabili

Il Treasury Note a dieci anni si è indebolito per effetto delle indicazioni sulla forza dell’economia degli Stati Uniti arrivate nel corso della giornata di ieri: il tasso di rendimento è arrivato a 4,31%.

Bund al 2,35%, +6 punti base.

BTP a 3,75%, +6 punti base. 

Euro dollaro sui minimi dell’ultimo mese e mezzo a 1,073. Si svaluta la lira turca dopo la sconfitta elettorale del partito del presidente Recep Erdogan alle elezioni comunali. La borsa di Ankara sale dell'1%.

Petrolio sui massimi da cinque mesi, dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Brent e Wti +1%. 

Oro , stamattina a 2.260 dollari l’oncia, +0,3%, sul nuovo record storico.

Bitcoin in calo del -4,4% a 66.700 dollari.

Titoli

StM +1%. Barclays taglia il target   a 40 euro, da 46 euro. 

Saipem +2%. Bernstein avvia la copertura con il giudizio Outperform. La società ha completato il rimborso anticipato del finanziamento di 387 milioni di euro, stipulato nel febbraio del 2023 con un consorzio di banche italiane e internazionali e garantito per il 70% da Sace.

ENI +3% sulla scia del petrolio.

Banco BPM +2%.

Tim -1%. Starlink di Elon Musk avrebbe fatto un esposto denuncia contro Tim al ministero delle Imprese e Made in Italy e all'Agcom, accusando l'azienda italiana di ostacolare la diffusione di internet veloce nel Paese. Lo scrivono alcuni quotidiani in cui si riporta un commento di un portavoce Tim che parla di ricostruzione parziale che non tiene conto delle interlocuzioni in corso con le autorità. Il fondo Bluebell e l'azionista di minoranza Merlyn hanno presentato liste rivali di candidati per il rinnovo del consiglio di amministrazione. Lo ha reso noto sabato il gruppo telefonico italiano.

Brunello Cucinelli -2%.

Azimut -1%. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Diasorin e Amplifon -1%.

Buzzi vede per il 2024 risultati operativi vicini ai livelli del 2023 ma riconosce l'esistenza di prevalenti rischi al ribasso a causa di uno scenario economico deflativo, specialmente delle economie avanzate, e delle rinnovate tensioni geopolitiche in Ucraina e Medio Oriente. Il gruppo ha inoltre annunciato l'intenzione di introdurre il voto maggiorato, fino a due voti per azione.

Salgono Piazza Affari, l'oro e il petrolio, scende il bitcoin

In avvio di seduta,  nel listino di Milano si mette in luce Saipem, con un rialzo di oltre il 2%. In calo Brunello Cucinelli

Le borse dell’Europa iniziano il primo mese del secondo trimestre in rialzo.

Indice EuroStoxx50 +0,5%.
Ftse Mib +0,4%.
Dax di Francoforte +0,3%. Alle 14 esce l'inflazione tedesca armonizzata UE.

 Asia Pacifico. Hang Seng di Hong Kong +2,20%Xiaomi è in rialzo del +12%: il produttore di telefonini entrato di recente nell’arena delle auto elettriche ha detto che nel primo giorno della commercializzazione del suo primo modello sono arrivati quasi novemila ordini.

L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzhen perde lo 0,2% all’indomani del maggior rialzo giornaliero delle ultime quattro settimane (+1,6%). Stanotte anche l’indice PMI manifatturiero di Caixin ha battuto le aspettative, salendo in marzo a 51,1. Domenica notte, aveva superato le attese del consensus l’indice PMI manifatturiero calcolato dall’Ufficio Nazionale di Statistica. 

"L'ottimismo emergente sulla Cina è reale", ha dichiarato Vishnu Varathan, capo economista per l'Asia ex Giappone presso la Mizuho Bank a Singapore.

Borsa di Tokyo +0,1%. La valuta giapponese resta debole, con il cross a 151,7. A questi livelli ci si aspetta una qualche mossa delle autorità di Tokyo: avvertimenti in tal senso sono arrivati la scorsa settimana.

Sono durate meno che in Europa le vacanze di Pasqua negli Stati Uniti. Ieri Wall Street ha chiuso in lieve ribasso con l’S&P500 -0,2%. Il Nasdaq è salito dello 0,1%. 

Trump Media  ha perso il -21% dopo aver rivelato perdite per 58,2 milioni di dollari nel 2023. Sul titolo hanno pesato anche i "dubbi" dei revisori dei conti sulla sua capacità di continuare a operare. 

Macrovariabili

Il Treasury Note a dieci anni si è indebolito per effetto delle indicazioni sulla forza dell’economia degli Stati Uniti arrivate nel corso della giornata di ieri: il tasso di rendimento è arrivato a 4,30%.

Bund al 2,35%, +6 punti base.

BTP a 3,78%, +8 punti base. 

Euro dollaro sui minimi dell’ultimo mese e mezzo a 1,073. Si svaluta la lira turca dopo la sconfitta elettorale del partito del presidente Recep Erdogan alle elezioni comunali. La borsa di Ankara sale dell'1%.

Petrolio mai così in alto da fine 2023 dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Wti a 85 dollari il barile,+1%. Brent a 88,5 dollari.

Nuovo record storico dell’oro , stamattina a 2.257 dollari l’oncia, +0,3%.

Bitcoin in calo del -4,4% a 66.700 dollari.

Titoli

StM +1%. Barclays taglia il target   a 40 euro, da 46 euro. 

Saipem +2%. Bernstein avvia la copertura con il giudizio Outperform. La società ha completato il rimborso anticipato del finanziamento di 387 milioni di euro, stipulato nel febbraio del 2023 con un consorzio di banche italiane e internazionali e garantito per il 70% da Sace.

Tim -1%. Starlink di Elon Musk avrebbe fatto un esposto denuncia contro Tim al ministero delle Imprese e Made in Italy e all'Agcom, accusando l'azienda italiana di ostacolare la diffusione di internet veloce nel Paese. Lo scrivono alcuni quotidiani in cui si riporta un commento di un portavoce Tim che parla di ricostruzione parziale che non tiene conto delle interlocuzioni in corso con le autorità. Il fondo Bluebell e l'azionista di minoranza Merlyn hanno presentato liste rivali di candidati per il rinnovo del consiglio di amministrazione. Lo ha reso noto sabato il gruppo telefonico italiano.

Brunello Cucinelli -2%.

Ferretti ha deliberato ieri di ritirare la proposta di buyback per l’assemblea del 22 aprile 2024 e conseguentemente anche la proposta di annullamento delle azioni proprie eventualmente acquistate in forza della predetta autorizzazione.

Tamburi . La vendita di una quota rilevante di Alpitour resta la prima scelta e il progetto di una Ipo dell'operatore turistico è una possibile alternativa, ha detto al Sole il presidente Giovanni Tamburi.

Azimut -1%. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Intesa Sanpaolo ha nominato Luca Bocca nuovo chief financial officer, nell'ambito di un nuovo assetto organizzativo che prevede, tra le altre cose, l'accorpamento in un unica struttura delle attività di wealth management, settore strategico del gruppo.

Banca Monte Paschi -0,5%. La Commissione europea ha preso nota del collocamento da parte del governo di una quota del 12,5% della banca, e continua a "monitorare da vicino" il rispetto degli impegni riguardo la riprivatizzazione della banca. Lo ha detto un portavoce in risposta a una domanda sulle affermazioni del Ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti, secondo cui con la vendita dell'ultima quota il governo è sostanzialmente in linea con gli impegni assunti con l’Ue.

Unipol +0,5%. La Consob ha approvato il documento di offerta dell’ora volontaria lanciata da Unipol sulla controllata UnipolSai che partirà l'8 aprile per concludersi, salvo proroghe, il 26 aprile.

Buzzi vede per il 2024 risultati operativi vicini ai livelli del 2023 ma riconosce l'esistenza di prevalenti rischi al ribasso a causa di uno scenario economico deflativo, specialmente delle economie avanzate, e delle rinnovate tensioni geopolitiche in Ucraina e Medio Oriente. Il gruppo ha inoltre annunciato l'intenzione di introdurre il voto maggiorato, fino a due voti per azione.

Industrie De Nora ha inaugurato la scorsa settimana un nuovo stabilimento produttivo a Okayama, Giappone, per rafforzare ulteriormente il proprio presidio nel paese. Presso il nuovo sito verranno costruite celle ed elettrolizzatori usando gli elettrodi DSA, realizzati nello stabilimento di Fujisawa.

Dovalue . L'ex direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, sarà indicato per la presidenza nella lista per il rinnovo del consiglio d'amministrazione, secondo quanto riferito da Il Messaggero domenica.

TOD’S . La famiglia Della Valle, azionista di maggioranza, ha escluso l'influencer Chiara Ferragni dalla lista per il rinnovo del cda, presentata giovedì sera e che dovrà essere votata in assemblea il 24 aprile.

Iren ha sottoscritto un accordo vincolante per l'acquisto al 50% di una NewCo in cui confluiranno i rami operativi di EGEA Spa, EGEA Commerciale Srl ed EGEA Produzioni e Teleriscaldamento Srl, investendo 85 milioni di euro. L'accordo, comunicato sabato, prevede per Iren sia un'opzione call di quattro anni, esercitabile dal 31 marzo 2025, per l'acquisto del restante 50% della NewCo, sia di sottoscrivere un aumento di capitale riservato da 42,5 milioni di euro, che porterebbe la sua quota al 60%.

Lottomatica vuole "uscire dai confini nazionali e creare un operatore multi-country europeo", ha detto l'amministratore delegato Guglielmo Angelozzi in un'intervista a ClassCNBC, rilanciata da MilanoFinanza.

Titoli sotto la lente a Piazza Affari, Saipem e Azimut

Azimut. La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding sarà quotata a Piazza Affari possibilmente a novembre

La borsa di Hong Kong svetta stamattina in Asia Pacifico: l’indice Hang Seng guadagna il +2,20% al termine della prima seduta del mese e del trimestre. 

In questo listino Xiaomi è in rialzo del +12%: il produttore di telefonini entrato di recente nell’arena delle auto elettriche ha detto che nel primo giorno della commercializzazione del suo primo modello sono arrivati quasi novemila ordini.

L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzhen perde lo 0,4% all’indomani del maggior rialzo giornaliero delle ultime quattro settimane (+1,6%). Stanotte anche l’indice PMI manifatturiero di Caixin ha battuto le aspettative, salendo in marzo a 51,1. Domenica notte, aveva superato le attese del consensus l’indice PMI manifatturiero calcolato dall’Ufficio Nazionale di Statistica. 

"L'ottimismo emergente sulla Cina è reale", ha dichiarato Vishnu Varathan, capo economista per l'Asia ex Giappone presso la Mizuho Bank a Singapore.

La borsa di Tokyo è in lieve calo: indice Nikkei -0,2%. La valuta giapponese resta debole, con il cross a 151,7. A questi livelli ci si aspetta una qualche mossa delle autorità di Tokyo: avvertimenti in tal senso sono arrivati la scorsa settimana.

L’indice Kospi di Seul in lieve rialzo, in lieve calo il BSE Sensex di Mumbai.

Le borse dell’Europa dovrebbero aprire intorno alla parità. Future EuroStoxx50 invariato. Nell’ultima seduta del 2024 l’indice Ftse Mib ha chiuso piatto, +14,4% il trimestre. 

Sono durate meno che in Europa le vacanze di Pasqua negli Stati Uniti. Ieri Wall Street ha chiuso in lieve ribasso con l’S&P500 -0,2%. Il Nasdaq è salito dello 0,1%. 

Trump Media  ha perso il -21% dopo aver rivelato perdite per 58,2 milioni di dollari nel 2023. Sul titolo hanno pesato anche i "dubbi" dei revisori dei conti sulla sua capacità di continuare a operare. 

Macrovariabili

Il Treasury Note a dieci anni si è indebolito per effetto delle indicazioni sulla forza dell’economia degli Stati Uniti arrivate nel corso della giornata di ieri: il tasso di rendimento è arrivato a 4,30%.

Bund al 2,29%. 

BTP a 3,67%. 

Euro dollaro sui minimi dell’ultimo mese e mezzo a 1,073.

Petrolio mai così in alto da fine 2023 dopo l’attacco israeliano al consolato iraniano di Damasco. Wti a 84 dollari il barile. Brent a 88 dollari.

Nuovo record storico dell’oro , stamattina a 2.257 dollari l’oncia, +0,3%.

Bitcoin in calo del -4,4% a 66.700 dollari.

Titoli

StM Barclays taglia il target   a 40 euro, da 46 euro. 

Saipem Bernstein avvia la copertura con il giudizio Outperform. La società ha completato il rimborso anticipato del finanziamento di 387 milioni di euro, stipulato nel febbraio del 2023 con un consorzio di banche italiane e internazionali e garantito per il 70% da Sace.

Tim . Starlink di Elon Musk avrebbe fatto un esposto denuncia contro Tim al ministero delle Imprese e Made in Italy e all'Agcom, accusando l'azienda italiana di ostacolare la diffusione di internet veloce nel Paese. Lo scrivono alcuni quotidiani in cui si riporta un commento di un portavoce Tim che parla di ricostruzione parziale che non tiene conto delle interlocuzioni in corso con le autorità. Il fondo Bluebell e l'azionista di minoranza Merlyn hanno presentato liste rivali di candidati per il rinnovo del consiglio di amministrazione. Lo ha reso noto sabato il gruppo telefonico italiano.

Ferretti ha deliberato ieri di ritirare la proposta di buyback per l’assemblea del 22 aprile 2024 e conseguentemente anche la proposta di annullamento delle azioni proprie eventualmente acquistate in forza della predetta autorizzazione.

Tamburi . La vendita di una quota rilevante di Alpitour resta la prima scelta e il progetto di una Ipo dell'operatore turistico è una possibile alternativa, ha detto al Sole il presidente Giovanni Tamburi.

Azimut . La nuova banca digitale, che nascerà dallo spin off di una parte della rete italiana di consulenti finanziari di Azimut Holding, punta ad avere una banca come un azionista di peso fino al 50% del capitale e sarà quotata a Piazza Affari possibilmente prima delle elezioni negli Stati Uniti a novembre. Lo ha detto il presidente e fondatore, Pietro Giuliani, nel corso della una conferenza stampa di giovedì scorso per presentare il progetto.

Intesa Sanpaolo ha nominato Luca Bocca nuovo chief financial officer, nell'ambito di un nuovo assetto organizzativo che prevede, tra le altre cose, l'accorpamento in un unica struttura delle attività di wealth management, settore strategico del gruppo.

Banca Monte Paschi . La Commissione europea ha preso nota del collocamento da parte del governo di una quota del 12,5% della banca, e continua a "monitorare da vicino" il rispetto degli impegni riguardo la riprivatizzazione della banca. Lo ha detto un portavoce in risposta a una domanda sulle affermazioni del Ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti, secondo cui con la vendita dell'ultima quota il governo è sostanzialmente in linea con gli impegni assunti con l’Ue.

Unipol la Consob ha approvato il documento di offerta dell’ora volontaria lanciata da Unipol sulla controllata UnipolSai che partirà l'8 aprile per concludersi, salvo proroghe, il 26 aprile.

Buzzi vede per il 2024 risultati operativi vicini ai livelli del 2023 ma riconosce l'esistenza di prevalenti rischi al ribasso a causa di uno scenario economico deflativo, specialmente delle economie avanzate, e delle rinnovate tensioni geopolitiche in Ucraina e Medio Oriente. Il gruppo ha inoltre annunciato l'intenzione di introdurre il voto maggiorato, fino a due voti per azione.

Industrie De Nora ha inaugurato la scorsa settimana un nuovo stabilimento produttivo a Okayama, Giappone, per rafforzare ulteriormente il proprio presidio nel paese. Presso il nuovo sito verranno costruite celle ed elettrolizzatori usando gli elettrodi DSA, realizzati nello stabilimento di Fujisawa.

Dovalue . L'ex direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, sarà indicato per la presidenza nella lista per il rinnovo del consiglio d'amministrazione, secondo quanto riferito da Il Messaggero domenica.

TOD’S . La famiglia Della Valle, azionista di maggioranza, ha escluso l'influencer Chiara Ferragni dalla lista per il rinnovo del cda, presentata giovedì sera e che dovrà essere votata in assemblea il 24 aprile.

Iren ha sottoscritto un accordo vincolante per l'acquisto al 50% di una NewCo in cui confluiranno i rami operativi di EGEA Spa, EGEA Commerciale Srl ed EGEA Produzioni e Teleriscaldamento Srl, investendo 85 milioni di euro. L'accordo, comunicato sabato, prevede per Iren sia un'opzione call di quattro anni, esercitabile dal 31 marzo 2025, per l'acquisto del restante 50% della NewCo, sia di sottoscrivere un aumento di capitale riservato da 42,5 milioni di euro, che porterebbe la sua quota al 60%.

 

Lottomatica vuole "uscire dai confini nazionali e creare un operatore multi-country europeo", ha detto l'amministratore delegato Guglielmo Angelozzi in un'intervista a ClassCNBC, rilanciata da MilanoFinanza.


Leggi gli articoli della categoria
Oggi in Borsa
Clicca qui