Oggi in borsa

lunedì 13 settembre 2021

Borsa di Milano in rialzo, svetta il risparmio gestito

Effetto Ferragni su Safilo e Tod's

A Wall Street salgono le società dei settori ciclici e soffrono i tech e i farmaceutici. S&P500 +0,1%, Dow Jones +0,7%, Nasdaq -0,4%. 

La seduta è priva di dati macroeconomici rilevanti. C’è invece attesa per i dati sull’inflazione di agosto, che usciranno domani in pre-apertura. 

Il dollaro si apprezza contro le principali valute. Euro dollaro a 1,180, -0,1%. Nonostante l'aumento dei casi di Covid 19, crescono le aspettative su un possibile tapering da parte della  Fed a breve. Il presidente della Fed di Philadelphia, Patrik Harker, ha detto al quotidiano giapponese Nikkei che prima si inizia a ridurre gli acquisti di bond e meglio è.

Sul fronte politico, i democratici, in maggioranza nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, stanno cercando di aumentare l'aliquota fiscale nazionale sulle società al 26,5% dall'attuale 21%. La commissione della Camera che si occupa della tassazione ha detto che questa settimana discuterà la legislazione che introdurrebbe il provvedimento nell'ambito del più ampio piano di investimenti interni dei democratici da 3.500 miliardi di dollari.

Titoli sotto la lente

Si mettono in luce le società dell'energia come Schlumberger +6% ed Halliburton +4,5%. Il raffinatore Valero guadagna il 4,4%.
Scendono Moderna -4%, Twitter -4%.
Oracle pubblicherà i dati stasera dopo la chiusura. Gli analisti si aspettano ricavi pari a 9,7 miliardi di dollari, e utili per azione pari a 0,97 dollari. 
Tesla -1,8%, ha annunciato l’intenzione di aumentare il prezzo di un modello in Cina. Il nuovo prezzo del Model Y sarà di 387.900 RMB. 

In Europa le borse chiudono in rialzo, anche se poco sotto i massimi della mattinata. Indice EuroStoxx 50 +0,4%. BMW +3%, Daimler +4%. Kering -3%. Ftse Mib +0,9%. Dax di Francoforte +0,6%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

Poco mosso il mercato dei bond. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, BTP 0,69%, Bund tedesco -0,33%.

Petrolio Brent e WTI +1%. Bank of America Merrill Lynch scrive oggi in un report che un inverno particolarmente freddo nel Nord America potrebbe spingere il petrolio intorno a cento dollari nel giro di poco. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l'area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli Piazza Affari

Safilo +8%, è il caso del giorno. La società ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell'intesa, 5 anni. Sempre nel lusso, Tod's , società che ha Chiara Ferragni in cda, -6,4%.
Eni +2,5%. Bernstein alza il target price a 13 euro. Saipem +3,7%. Tenaris +3,5%. Saras +3%, margini in crescita la scorsa settimana. Enel +1,7% e TIM +1,7%, rimbalzano dai minimi della scorsa settimana. 
Banca Generali +2,7% e nuovo record. 
De' Longhi -2%, De' Longhi Industrial e Giuseppe De' Longhi avviano collocamento di circa 6 milioni di azioni (4% circa del capitale) tramite ABB. Al termine dell'operazione DL Industrial continuerà a detenere la maggioranza assoluta.
Prese di profitto sui farma. Diasorin -4,5%. Amplifon -4,2%, oggi si è tenuto il Capital Market Day.
The Italian Sea Group TISGR.MI +7%, nuovo record in borsa. El.En +2,7%, dopo l'ottima trimestrale. Iervolino&Lady Bacardi Entertainment +13%. 

www.websim.it

WallStreet sale insieme al dollaro, realizzi sui Tech

Il biglietto verde è sui massimi da due settimane contro l'euro

Wall Street apre contrastata. L'S&P500 guadagna lo 0,5%, Dow Jones +0,9%, Nasdaq piatto. 

La seduta è priva di dati macroeconomici rilevanti. C’è invece attesa per i dati sull’inflazione di agosto, che usciranno domani in pre-apertura. 

Il dollaro si apprezza contro le principali valute. Euro dollaro a 1,179, -0,3% sui massimi da due settimane. Nonostante l'aumento dei casi di covid, crescono le aspettative su un possibile tapering da parte della  Fed a breve. Il presidente della Fed di Philadelphia, Patrik Harker, ha detto al quotidiano giapponese Nikkei che prima si inizia a ridurre gli acquisti di bond e meglio è.

Sul fronte politico, i democratici, in maggioranza nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, stanno cercando di aumentare l'aliquota fiscale nazionale sulle società al 26,5% dall'attuale 21%. La commissione della Camera che si occupa della tassazione ha detto che questa settimana discuterà la legislazione che introdurrebbe il provvedimento nell'ambito del più ampio piano di investimenti interni dei democratici da 3.500 miliardi di dollari.

Titoli sotto la lente

Oracle pubblicherà i dati stasera dopo la chiusura. Gli analisti si aspettano ricavi pari a 9,7 miliardi di dollari, e utili per azione pari a 0,97 dollari. 

Tesla ha annunciato l’intenzione di aumentare il prezzo di un modello in Cina. Il nuovo prezzo del Model Y sarà di 387.900 RMB. 

In Europa le borse proseguono in buon rialzo, sotto i massimi della mattinata, l'indice EuroStoxx 50 è in rialzo dello 0,6%. BMW e Daimler guadagnano oltre il 2%. Salgono anche le banche (BNP Paribas +2,1%) ed i petroliferi, Eni +2%.
Ftse Mib +0,8%. 

Dax di Francoforte +0,8%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

Poco mosso il mercato dei bond. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, BTP 0,70%, Bund tedesco -0,33%.

Petrolio Brent e WTI +1,2%. Bank of America Merrill Lynch scrive oggi in un report che un inverno particolarmente freddo nel Nord America potrebbe spingere il petrolio intorno a cento dollari nel giro di poco. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l'area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli Piazza Affari

Safilo +6,6%, è il caso del giorno. La società ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell'intesa, 5 anni. Sempre nel lusso, Tod's -8%.

Eni +2,6%. Bernstein alza il target price a 13 euro. Saipem +3,3%. Saras +3%, margini in crescita la scorsa settimana. Pirelli +3%. Enel +1,3% e TIM +1,6%, rimbalzano dai minimi della scorsa settimana.

Generali +1,4%. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Banca Generali +2,7% e nuovo record.

Unicredit +1,2%. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Prese di profitto sui farma. Diasorin -3%. Amplifon -5%, oggi si è tenuto il Capital Market Day.

The Italian Sea Group TISGR.MI +6%, nuovo record in borsa. El.En +2,7%, dopo l'ottima trimestrale. Iervolino&Lady Bacardi Entertainment +13%, 

www.websim.it

Future positivi a WallStreet, in attesa dei dati sull’inflazione

S&P500 +0,5%

Il future dell'indice S&P500 guadagna lo 0,5% in una seduta priva di dati macroeconomici rilevanti. C’è invece attesa per i dati sull’inflazione di agosto, che usciranno domani in pre-apertura. 

Titoli sotto la lente

Oracle pubblicherà i dati stasera dopo la chiusura. Gli analisti si aspettano ricavi pari a 9,7 miliardi di dollari, e utili per azione pari a 0,97 dollari. 

Tesla ha annunciato l’intenzione di aumentare il prezzo di un modello in Cina. Il nuovo prezzo del Model Y sarà di 387.900 RMB. 

La settimana è iniziata con un altro dirigente della Federal Reserve a schierarsi a favore della fine della stagione degli stimoli monetari. Il presidente della Fed di Philadelphia, Patrik Harker, ha detto al quotidiano giapponese Nikkei che prima si inizia a ridurre gli acquisti di bond e meglio è. Nell'intervista uscita stanotte, il membro non votante del Federal Open Market Committee anticipa il primo rialzo dei tassi alla fine dell'anno prossimo.    

A Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l'aliquota fiscale massima al 26,5%, dall'attuale 20%. L'incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

In Europa le borse accelerano, l'indice EuroStoxx 50 è in rialzo dello 0,8%. BMW e Daimler guadagnano oltre il 2%. 

Salgono anche le banche (BNP Paribas +2,1%) ed i petroliferi, Eni +2%.

Ftse Mib +1,1%.

Dax di Francoforte +1%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

Poco mosso il mercato dei bond. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, BTP 0,70%, Bund tedesco -0,33%.

Euro dollaro a 1,177, -0,3%. 

Petrolio Brent e WTI +0,8%. Bank of America Merrill Lynch scrive oggi in un report che un inverno particolarmente freddo nel Nord America potrebbe spingere il petrolio intorno a cento dollari nel giro di poco. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l'area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli

Safilo +10%, è il caso del giorno. La società ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell'intesa, 5 anni. Sempre nel lusso, Tod's -8%.

Eni +2%. Bernstein alza il target price a 13 euro. Saipem +3%. Pirelli +3%. 

Enel +1,3% e TIM +1,6%, rimbalzano dai minimi della scorsa settimana. 

Generali +1,4%. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Banca Generali +2,7% e nuovo record.

Unicredit +1,2%. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Prese di profitto sui farma. Diasorin -1,8%. Amplifon -4%, oggi si tiene il Capital Market Day.

El.En +2,7%, dopo l'ottima trimestrale. Iervolino&Lady Bacardi Entertainment +13%, 

www.websim.it

Piazza Affari accelera con i future di WallStreet

Ftse Mib +1,2%

Il future dell'indice S&P500 guadagna lo 0,4% in una seduta priva di dati macroeconomici rilevanti. 

La settimana è iniziata con un altro dirigente della Federal Reserve a schierarsi a favore della fine della stagione degli stimoli monetari. Il presidente della Fed di Philadelphia, Patrik Harker, ha detto al quotidiano giapponese Nikkei che prima si inizia a ridurre gli acquisti di bond e meglio è. Nell'intervista uscita stanotte, il membro non votante del Federal Open Market Committee anticipa il primo rialzo dei tassi alla fine dell'anno prossimo.    

A Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l’aliquota fiscale massima al 26,5%, dall’attuale 20%. L’incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

In Europa le borse accelerano, l'indice EuroStoxx 50 è in rialzo dello 0,8%. BMW e Daimler guadagnano oltre il 2%. 

Salgono anche le banche (BNP Paribas +2,1%) ed i petroliferi, Eni +2%.

Ftse Mib +1,1%.

Dax di Francoforte +0,8%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

Poco mosso il mercato dei bond. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, BTP 0,70%, Bund tedesco -0,33%.

Euro dollaro a 1,178, da 1,183 di venerdì. 

Petrolio Brent e WTI +1,3%. Bank of America Merrill Lynch scrive oggi in un report che un inverno particolarmente freddo nel Nord America potrebbe spingere il petrolio intorno a cento dollari nel giro di poco. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l’area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli

Safilo +7%, è il caso del giorno. La società ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell’intesa, 5 anni. Sempre nel lusso, Tod's -3%.

Eni +1%. Bernstein alza il target price a 13 euro. Saipem +3%. Pirelli +3%. 

Enel +1,2% e TIM +1,4%, rimbalzano dai minimi della scorsa settimana. 

Generali +1,5%. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Banca Generali +2,5% e nuovo record.

Unicredit +0,5%. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Amplifon -0,3%, oggi si tiene il Capital Market Day. 

El.En +2%, dopo l'ottima trimestrale. Iervolino&Lady Bacardi Entertainment +13%, 

www.websim.it

Borse europee in rialzo con Utility e Petroliferi

Ftse Mib +0,7%

La prima seduta della settimana per le borse europee si apre con l'indice EuroStoxx 50 in rialzo dello 0,5%.
Ftse Mib +0,7%. Dax di Francoforte +0,6%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

La spinta proviene soprattutto dai titoli petroliferi, dalle materie prime e dalle utility.

Andamento contrastato per le borse in Asia Pacifico l'Hang Seng ha perso l'1,5%, in ripresa dal minimo intraday con il listino zavorrato dai grandi nomi dell’high tech: Alibaba e Tencent. Il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen ha perso lo 0,45%. Nikkei di Tokyo +0,2%.

I future di Wal Street sono in lieve rialzo. Intanto a Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l’aliquota fiscale massima al 26,5%, dall’attuale 20%. L’incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

Poco mosso il mercato dei bond. Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, BTP 0,70%, Bund tedesco -0,33%.

Euro dollaro a 1,179, da 1,183 di venerdì. 

Petrolio Brent e WTI +0,9%. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l’area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli

Safilo +7%, è il cao del giorno. La società ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell’intesa, 5 anni. Sempre nel lusso, Tod's -3%.

Eni +1%. Bernstein alza il target price a 13 euro.  

Enel +1,2% e TIM +1,1%, rimbalzano dai minimi della scorsa settimana. 

Generali +0,5%. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Banca Generali +1,5% e nuovo record.

Unicredit +0,5%. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Amplifon -0,3%, oggi si tiene il Capital Market Day. 

El.En +2%, dopo l'ottima trimestrale.

www.websim.it

Piazza Affari di slancio, effetto Ferragni su Safilo

Ftse Mib +0,7%

La prima seduta della settimana si apre con l'indice EuroStoxx 50 in rialzo dello 0,5%.
Ftse Mib +0,7%.
Dax di Francoforte +0,6%. I prezzi all'ingrosso in Germania sono saliti in agosto del 12,3% rispetto ad un anno prima, è il balzo più forte dal 1974. In luglio la crescita era stata dell'11,3%.

La settimana è iniziata stanotte in Asia Pacifico con la maggior parte delle borse deboli o in ribasso. La peggiore è quella di Hong Kong: Hang Seng -2,2%. Il listino è zavorrato dai grandi nomi dell’high tech: Alibaba è in ribasso del 4,3%, Tencent del 5%.

Le istituzioni politiche di Pechino mostrano quasi ogni giorno di voler tornare a controllare più da vicino l’economia, dopo decenni di lassez-faire. Stamattina il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen perde lo 0,6%.

Nikkei di Tokyo +0,2%. Toyota è in ribasso del 3% dopo la pubblicazione della dura nota di condanna del disegno di legge che fornisce ulteriori sovvenzioni all’auto elettrica ai produttori automotive statunitensi con una stabile presenza del sindacato nelle fabbriche. La proposta che istituisce l’erogazione di un bonus da 4.500 dollari a favore degli acquirenti finali, dovrebbe essere votato martedì dal Congresso.  

Intanto a Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l’aliquota fiscale massima al 26,5%, dall’attuale 20%. L’incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

I future di Wal Street sono in lieve rialzo.  

Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, poco mosso.

Euro dollaro a 1,179, da 1,183 di venerdì. 

Bitcoin in ribasso dell’1% a 44.680 dollari.

Petrolio WTI a 70,40 dollari il barile, +0,9%. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l’area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli

Eni +1%. Bernstein alza il target price a 13 euro.  

Generali +0,5%. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Banca Generali +1,5%.

Unicredit +0,5%. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Anima . Quanto riporta la stampa sulla riorganizzazione delle attività di distribuzione dei prodotti di risparmio gestito in atto dentro Unicredit, potrebbe avere impatti su Anima.

Amplifon -0,3%, oggi si tiene il Capital Market Day. 

Iren Il nuovo piano industriale a 10 anni che sarà presentato a novembre prevederà investimenti per oltre 1 miliardo di euro l'anno per la transizione ecologica, ha detto l'AD Gianni Vittorio Armani al Corriere della Sera domenica. Il manager ha escluso la possibilità di matrimoni con altre big italiane ma è aperto a partnership. 

Giglio Group ha chiuso il semestre con una perdita netta di 1,98 milioni di euro, in peggioramento rispetto a un anno prima. I ricavi sono diminuiti del 26% a 19,5 milioni rispetto a un anno prima quando i conti hanno beneficiato di 9,9 milioni derivanti dalla vendita di Dpi Covid. Nel terzo trimestre sarà contabilizzata una sopravvenienza attiva di 457.500 euro. (Full Story)

Avio ha chiuso il primo semestre con un risultato in rosso per 2,4 milioni di euro, in miglioramento rispetto a -10,9 milioni registrati nel primo semestre 2020 su ricavi pari a 127,7 milioni in contrazione del 24%. (Full Story)

Safilo +12%, ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell’intesa, 5 anni.

La Doria , chiude il semestre con 423,8 milioni di Euro di ricavi, in diminuzione del 4,1% anno su anno.  EBITDA pari a 41,7 milioni di Euro, in incremento del 22%. 

www.websim.it

TITOLI SOTTO LA LENTE PRIMA DELL'APERTURA

Safilo: partnership commerciale con Chiara Ferragni

Il future dell'indice EuroStoxx 50 è in rialzo dello 0,2%.

La settimana è iniziata stanotte in Asia Pacifico con la maggior parte delle borse deboli o in ribasso. La peggiore è quella di Hong Kong: Hang Seng -2,2%. Il listino è zavorrato dai grandi nomi dell’high tech: Alibaba è in ribasso del 4,3%, Tencent del 5%.

Le istituzioni politiche di Pechino mostrano quasi ogni giorno di voler tornare a controllare più da vicino l’economia, dopo decenni di lassez-faire. Stamattina il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen perde lo 0,6%.

Nikkei di Tokyo +0,2%. Toyota è in ribasso del 3% dopo la pubblicazione della dura nota di condanna del disegno di legge che fornisce ulteriori sovvenzioni all’auto elettrica ai produttori automotive statunitensi con una stabile presenza del sindacato nelle fabbriche. La proposta che istituisce l’erogazione di un bonus da 4.500 dollari a favore degli acquirenti finali, dovrebbe essere votato martedì dal Congresso.  

Intanto a Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l’aliquota fiscale massima al 26,5%, dall’attuale 20%. L’incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

I future di Wal Street sono in lieve rialzo.  

Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, poco mosso. Euro dollaro a 1,179, da 1,183 di venerdì.  Bitcoin in ribasso dell’1% a 44.680 dollari.

Petrolio WTI a 70,40 dollari il barile, +0,9%. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l’area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

Titoli

Eni Bernstein alza il target price a 13 euro.  

Generali . Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone hanno stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board. Secondo tre fonti sentite da Reuters, i due soci potrebbero presentare una propria lista per il Cda senza il nome dell'attuale AD Philippe Donnet, se nel consiglio del 27 settembre non si troverà un compromesso sulla governance.

Unicredit Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore sabato, la società punta a rivedere gli accordi di distribuzione di prodotti per la gestione patrimoniale, tra cui quello con Amundi in scadenza nel 2026. Il Ceo Andrea Orcel, riporta sempre il Sole, sta riflettendo su uno sfoltimento delle partnership assicurative in essere in Italia e all'estero. 
Secondo quanto riferito da Il Messaggero sabato, l'esclusiva, scaduta l'8 settembre, tra UniCredit ed il Tesoro per l'acquisto di alcune parti selezionate di Banca Mps è stata tacitamente prorogata di un mese per consentire alcuni approfondimenti. 

Anima . Quanto riporta la stampa sulla riorganizzazione delle attività di distribuzione dei prodotti di risparmio gestito in atto dentro Unicredit, potrebbe avere impatti su Anima.

Amplifon oggi si tiene il Capital Market Day.

Iren Il nuovo piano industriale a 10 anni che sarà presentato a novembre prevederà investimenti per oltre 1 miliardo di euro l'anno per la transizione ecologica, ha detto l'AD Gianni Vittorio Armani al Corriere della Sera domenica. Il manager ha escluso la possibilità di matrimoni con altre big italiane ma è aperto a partnership. 

Giglio Group ha chiuso il semestre con una perdita netta di 1,98 milioni di euro, in peggioramento rispetto a un anno prima. I ricavi sono diminuiti del 26% a 19,5 milioni rispetto a un anno prima quando i conti hanno beneficiato di 9,9 milioni derivanti dalla vendita di Dpi Covid. Nel terzo trimestre sarà contabilizzata una sopravvenienza attiva di 457.500 euro. (Full Story)

Avio ha chiuso il primo semestre con un risultato in rosso per 2,4 milioni di euro, in miglioramento rispetto a -10,9 milioni registrati nel primo semestre 2020 su ricavi pari a 127,7 milioni in contrazione del 24%. (Full Story)

Safilo ha annunciato un accordo commerciale con Chiara Ferragni, durata dell’intesa, 5 anni.

La Doria , chiude il semestre con 423,8 milioni di Euro di ricavi, in diminuzione del 4,1% anno su anno.  EBITDA pari a 41,7 milioni di Euro, in incremento del 22%. 

www.websim.it

Borsa di Hong Kong in ribasso, scendono Alibaba ed i tech

Hang Seng -1,9%

La settimana è iniziata stanotte in Asia Pacifico con la maggior parte delle borse deboli o in ribasso. La peggiore è quella di Hong Kong: Hang Seng -1,9%. Il listino è zavorrato dai grandi nomi dell’high tech: il Financial Times scrive che i soggetti di regolamentazione del mercato finanziario hanno presentato ulteriori richieste ad Ant Group: la principale riguarda Alipay, l’app dei servizi finanziaria utilizzata da un miliardo di utenti. Le autorità avrebbero ordinato la scorporo di questa linea di attività in una nuova entità indipendente. Ant dovrebbe inoltre collocare in una nuova joint venture pubblico-privato, tutti i dati sugli utenti. Alibaba è in ribasso del 4,3% , Tencent del 5%.

Le istituzioni politiche di Pechino mostrano quasi ogni giorno di voler tornare a controllare più da vicino l’economia, dopo decenni di lassez-faire.

Cai Fang, un economista membro del consiglio esecutivo della Banca del Popolo della Cina afferma in un’intervista al Securities Time che è arrivato il momento di contrastare in tutti i modi i monopoli in ambito tech, in quanto le piattaforme Internet portano ad una concentrazione del potere in mano a pochissimi, con effetti distorsivi sulla concorrenza, indebolimento della crescita economica ed aumento delle diseguaglianze.

Stamattina il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen perde lo 0,4%.

Nikkei di Tokyo -0,2%. Toyota è in ribasso del 3% dopo la pubblicazione della dura nota di condanna del disegno di legge che fornisce ulteriori sovvenzioni all’auto elettrica ai produttori automotive statunitensi con una stabile presenza del sindacato nelle fabbriche. La proposta che istituisce l’erogazione di un bonus da 4.500 dollari a favore degli acquirenti finali, dovrebbe essere votato martedì dal Congresso.  

Intanto a Washington, i democratici sarebbero concentrati in questi giorni sulle politiche fiscali. Alcuni retroscena di questa notte danno in arrivo un pacchetto di provvedimenti che aumenta l’aliquota fiscale massima al 26,5%, dall’attuale 20%. L’incremento è di portata più modesta rispetto a quello originale della Casa Bianca (28%), in quanto si spera di ottenere il sostegno di almeno una parte dei Repubblicani al maxi piano da 3.500 miliardi di dollari. 

I future di Wal Street sono in lieve rialzo.  

Il Treasury Note a dieci anni tratta a 1,33%, poco mosso. Euro dollaro a 1,179, da 1,183 di venerdì.  Bitcoin in ribasso dell’1% a 44.680 dollari.

Petrolio WTI a 70 dollari il barile, +0,4%. La situazione nel Golfo del Messico, dove una nuova tempesta tropicale si sta formando, resta l’area più osservata. Circa la metà della capacità produttiva della zona è ancora non disponibile.  

www.websim.it