SETTORE PETROLIFERO EUROPEO +1,2% Quinto rialzo in sei sedute. L'Analisi Tecnica di Websim

L'indice Stoxx Oil & Gas europeo è in rialzo per la quinta volta in sei sedute, confermandosi il migliore dall'inizio dell'anno (+16%) e peraltro l'unico con segno positivo. Gli altri 19 indici settoriali, infatti, presentano una performance in rosso. In coda Retail e Real Estate con perdite superiori al -40%. L'indice globale Stoxx 600 nel periodo ha perso il -18%. 

La nostra Tenaris è il secondo miglior titolo dell'indice Oil & Gas: +55% da inizio anno.  

Oltreoceano, l'indice S&P500 Energy Sector, ieri +5,7%, ha messo a segno la miglior seduta del 2022. 

La ripartenza degli acquisti di titoli energetici ha coinciso con il rimbalzo del petrolio, ieri +5%, su aspettative che l'Opec + decida di tagliare la produzione giornaliera di almeno 1 milione di barili al giorno nel prossimo meeting del 5 ottobre. 

Approvato il pacchetto Energia Ue.

Il Consiglio Energia ha approvato venerdì le principali misure contenute nella proposta di regolamento “intervento di emergenza per contrastare gli alti prezzi dell’energia”, presentata il 14 settembre dalla Commissione europea, con alcune modifiche. Per il tetto alle tecnologie inframarginali è confermato il livello di Eu180/MWh. 

Data agli Stati membri la facoltà di applicare il cap solo al 90% dei profitti che eccedono il tetto, che sarà in vigore dal 1° dicembre 2022 al 30 giugno 2023. 

Sul fronte del contributo di solidarietà da imporre alle compagnie attive nei fossili (gas, petrolio, raffinazione e carbone), resta invariata l’aliquota del 33% sui profitti che eccedono del 20% la media degli ultimi anni, che salgono però da tre a quattro (il calcolo partirà dall’anno fiscale che inizia il 1° gennaio 2018 e non più il 1° gennaio 2019). 

Lato riduzione dei consumi elettrici, è confermato il target non vincolante del 10% indicato dalla Commissione e quello vincolante del 5% (in media oraria) da conseguire nelle ore di punta, ma anziché riferirsi a ciascun mese gli obiettivi saranno raggiunti nell’intero periodo di validità del meccanismo (1° dicembre 2022-31 marzo 2023).

Il Regolamento entrerà in vigore nei prossimi giorni, dopo essere stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Ue. Nessun accordo invece ancora sul price cap al gas.

Analisi tecnica Settore Oil & Gas europeo 

L'indice Stoxx Oil & Gas (oggi 322,25 punti) conferma ancora l'impostazione rialzista, inserita nel canale crescente sotto evidenziato. 

La caduta di settembre ha riportato i valori a ridosso della parte bassa del canale, nonchè a ridosso delle due medie mobili di lungo termine che oggi transitano in area 293/283 punti, facendo scattare la solida reazione.   

Operatività. Sfruttare le fasi di assestamento/correzione nel range 300/280 punti per comprare sulla debolezza. In direzione opposta, le estensioni nel range 367 punti sono occasioni per prendere profitto in ottica di trading. Applicare uno stop loss prudenziale in caso di chiusura sotto 270 punti. 

 

Per investire sul settore Energy europeo, c'è il seguente ETF quotato a Piazza Affari:
Spdr MSCI Europe Energy UCITS (EUR) 
Isin: IE00BKWQ0F09 
Da inizio 2022: +28,0%
Lo strumento punta a replicare la performance dell'indice MSCI Europe Energy cha a sua volta investe nelle principali azioni del settore energetico europeo. I dividendi delle singole società non vengono distribuiti ma reinvestiti nel fondo (accumulazione). L’indice di spesa complessiva è pari allo 0,30% annuo. Valuta di denominazione Euro. Leggi il documento KID.



Per investire sul settore Energy statunitense c'è il seguente ETF quotato a Piazza Affari:
SPDR S&P US Energy Select Sector 
Isin IE00BWBXM492 

Da inizio 2022: +62,0% 
Lo strumento punta a replicare la performance dell'indice S&P Energy Select Sector che raggruppa le società energetiche statunitensi di grandi dimensioni appartenenti all'indice S&P500. Non distribuisce dividendi. L'indice di spesa complessiva è pari a 0,15%. Valuta di denominazione Usd. I dieci top player, che spiegano quasi l'80% dell'indice benchmark sono evidenziati nella tabella. Leggi il documento KID.

 

www.websim.it