SETTORE AUTOMOTIVE +3% UE: Giugno (immatricolazioni -17%) è stato il mese peggiore dal 1996

L'indice Stoxx europeo delle aziende Automotive si muove in rialzo del +3%, andamento nettamente migliore rispetto a quello dell'indice Stoxx 600, +0,80%. La reazione arriva dopo che l'indice ha segnato nel corso della settimana il livello più basso da novembre 2020.

Tra i migliori di oggi c'è Renault +6%. Stellantis +2%. 

I dati delle nuove immatricolazioni di auto nell'area UE di giugno sono crollate del -17% e hanno registrato il calo più marcato dal 1996 per i diffusi problemi generati dall'interruzione della filiera. Le vendite di auto sono diminuite del 15%.

Questi dati sono coerenti con quanto già riportato dai cinque principali paesi dell’area geografica e pertanto erano largamente scontati.

Per l’Europa ci attendiamo un calo del -10% dei volumi nel 2022 (YTD a -14% per il mercato, -21% per Stellantis) il quale implica un -8% nei prossimi mesi, che vediamo favoriti dalla facile base di paragone dello scorso esercizio. 

L'indice Stoxx Automotive è sceso del -26% da inizio anno ed è tra gli indici con le peggiori performance insieme al settore immobiliare, tecnologico e vendite al dettaglio.

Nella tabella di seguito i dati di ACEA in dettaglio:


Analisi Tecnica. Graficamente, negli ultimi sette anni la tendenza del settore Automotive (oggi 475 punti) ha vissuto ampi movimenti rialzisti/ribassisti con una forte resistenza in area 650 punti, messa sotto pressione senza successo nelle prime settimane del 2022, e un altrettanto forte supporto verso 420 punti.

Il cedimento delle medie mobili di lungo periodo evidenziate in rosso e verde ha rappresentato un ulteriore segnale di debolezza in grado di spingere l'indice sulla parte bassa del range.  

Operatività. Approfittiamo delle eventuali correzioni/pull back verso la parte bassa del range per impostare acquisti sulla debolezza. La prima chiusura sopra 510 punti farà scattare acquisti in tendenza. Stop loss sotto 420 punti. 



Per investire sul settore Consumer Discretionary europeo, che comprende i campioni del Luxury e dell'Automotive si può investire nel seguente ETF:

SPDR MSCI Europe Consumer Discretionary UCITS
Isin IE00BKWQ0C77
Da inizio 2022: -23,0%
Obiettivo dell'ETF è la replica dell'indice MSCI Europe Consumer Discretionary. Questo indice rappresenta tutte le azioni europee che appartengono al settore dei "beni di consumo discrezionali" (esclusi gli Alimentari). Commissioni totali annue 0,30%. Non distribuisce dividendo. Nella tabella di seguito i primi dieci titoli. Leggi il documento KID. 



www.websim.it