NASDAQ COMPOSITE +2,0% nel preborsa, indice su supporti di valenza pluriennale. Analisi Tecnica di Websim

Il Nasdaq Composite anticipa un avvio in rialzo del +2%, stando alle indicazioni dei future. 

Giovedì 16 giugno ha toccato il livello più  basso da Novembre 2020 a 10.565 punti. 

A favore degli acquisti giocano nel breve due fattori: l'attenuazione delle tensioni su tassi/mercato obbligazionario USA e l'aspettativa di un passo indietro dell'amministrazione Biden su una parte dei dazi contro l'import cinese imposti a suo tempo da Donald Trump. 

Nel frattempo Elon Musk ha affermato di ritenere che una recessione sia "più probabile che no" nel breve termine poiché le banche centrali di tutto il mondo si affrettano a ritirare gli stimoli monetari che hanno messo in atto durante la pandemia. Parlando a una conferenza in Qatar, organizzata da Bloomberg, Musk ha anche affermato che il rallentamento potrebbe comportare una riduzione del 10% del numero di dipendenti di Tesla , ovvero circa il 3% della sua forza lavoro totale.

A poco più di una settimana dal termine del primo semestre le statistiche sull'andamento del settore Tech statunitense sono impietose: 

1) il NASDAQ Composite è reduce da dieci settimane negative delle ultime undici, l'ultima chiusa con una perdita del -4,7%, quella precedente con un -5,6%;

2) per trovare due settimane consecutive con perdite superiori al -4%, come le ultime due, bisogna risalire al marzo 2020, quando scoppiò la pandemia;

3) con elevata probabilità, il mese di giugno rischia di essere il quinto mese in rosso dei sei completati nel corso del 2022;

4) se il secondo trimestre terminerà sui livelli attuali, la perdita del -27,0% finora accumulata rappresenterebbe il peggior risultato degli ultimi 21 anni. Per trovare di peggio bisogna infatti risalire al quarto trimestre 2000, che terminò con una perdita del 32,7%;  

5) la performance da inizio anno, attualmente intorno al -32%, proiettata fino a fine anno, renderebbe il 2022 l'anno peggiore dal 2008, quando chiuse con un crollo del -40% a causa della crisi subprime. 

Analisi tecnica Nasdaq Composite. Il Nasdaq (10.789 punti) ha in corso una prolungata fase correttiva, avviata dal picco record del novembre 2021 che, alla luce delle ultime evoluzioni, non sembra essersi ancora esaurita del tutto. 

Il fallito recupero del supporto discriminante in area 12.000 punti ha aperto la strada ad estensioni del ribasso anche fino ad area 10mila punti.  

Una prima forte area supportiva è posizionata sulla media mobile di lungo periodo, che oggi passa intorno a 10.600 punti. Un'altra area supportiva è poco più sotto, sui massimi segnati prima dello scoppio della pandemia nel 2020 (area 10mila). 

Operatività. Abbiamo avuto una visione cauta fino a pochi giorni fa. In virtù delle migliori condizioni di prezzo/multipli abbiamo alzato il giudizio da Neutrale a Interessante. Comprare su livelli grafici analoghi si è rivelato sistematicamente vincente negli ultimi dodici anni circa.

Vista la elevata volatilità di breve, suggeriamo di entrare in acquisto in una delle tre seguenti situazioni: 1) sulla debolezza con un primo step verso 11.000 punti; 2) sempre sulla debolezza con un secondo step verso 10.500 punti, 3) sulla forza, alla prima chiusura sopra 12mila punti; 


Diversi gli strumenti per investire sui Tech a stelle e strisce.

Per impostare strategie speculative di breve periodo o strategie di lungo periodo sono disponibili i seguenti ETF: 

ETP WisdomTree Nasdaq 100 3x Leverage Daily
Isin: IE00BLRPRL42 
L'ETP mira a replicare la prestazione dell'indice NASDAQ-100® 3x Leveraged Notional Net Return, che a sua volta mira a replicare le prestazioni quotidiane dell'indice NASDAQ-100® Notional Net Total Return moltiplicato giornalmente per tre e adeguato per riflettere alcuni costi inerenti al mantenimento delle posizioni a leva necessarie per raggiungere tale obiettivo. Leggi il documento KID.

ETP WisdomTree Nasdaq 100 3x Short Daily 
Isin: IE00BLRPRJ20   
L'ETP mira a replicare la prestazione inversa dell'indice NASDAQ-100® 3x Leveraged Notional Net Return, che a sua volta mira a replicare le prestazioni quotidiane dell'indice NASDAQ-100® Notional Net Total Return moltiplicato giornalmente per tre e adeguato per riflettere alcuni costi inerenti al mantenimento delle posizioni a leva necessarie per raggiungere tale obiettivo. Leggi il documento KID. 

ETF SPDR S&P U.S. Technology Select Sector UCITS
Isin IE00BWBXM948 
Da inizio 2022: -24,40%.
Obiettivo dell'ETF è replicare la performance delle società più importanti del settore Information Technology e Telecommunication appartenenti all'indice S&P500. A questo scopo replica quanto più possibile l'indice S&P Technology Select Sector. Ai primi cinque posti in termini di peso percentuale troviamo nomi notissimi del mondo tecnologico Usa e mondiale: Microsoft , Apple , Visa , Mastercard , Nvidia , che insieme pesano per circa il 50% del totale. Non distribuisce dividendi. Commissioni totali annue 0,15%. Leggi il documento KID. 



iShares NASDAQ 100 Ucits Usd
Isin: IE00B53SZB19 
Da inizio 2022: -25,50%
L’obiettivo di investimento del Fondo consiste nel replicare l'indice di riferimento NASDAQ-100, dedotte commissioni, spese e costi di transazione. L'indice NASDAQ-100 é composto dai 100 principali titoli azionari tecnologici quotati al Nasdaq pesati secondo la loro capitalizzazione di Borsa. Non contiene titoli di società finanziarie. Non distribuisce dividendi. La valuta di riferimento è il dollaro Usa. Commissioni totali annue 0,33%. Leggi il documento KID. 

www.websim.it