NASDAQ 100 - Tesla scende, Kathie Wood compra

Fatto

Il NASDAQ 100 si appresta ad aprire in lieve rialzo. 

Sotto i riflettori c'è Tesla , uno dei suoi big più sofferenti della prima parte del 2024.

Tesla ha avuto molti problemi da quando è arrivata in borsa quattordici anni fa, mai di domanda.

Oggi invece le prospettive di una crescita continua sono meno solide che in passato.

Il produttore di automobili sportive elettriche, secondo quanto riferito da Bloomberg questa settimana, intende tagliare del 10% la propria forza lavoro a livello globale.

In una email ai dipendenti il CEO Elon Musk spiega che l'iniziativa è dovuta in alcuni casi alla duplicazione dei ruoli, ma soprattutto alla necessità di ridurre i costi e aumentare la produttività.

Per Ryan Brinkman, un analista di JP Morgan citato in un commento da Bloomberg, si tratta a tutti gli effetti di una riduzione della capacità produttiva, per cui, non ci dovrebbero esserci, “dubbi sul fatto che il calo delle consegne è dovuto alla diminuzione della domanda e non dell'offerta”.

Il problema è diventato evidente nelle ultime settimane, ma già in ottobre, era arrivata una prima indicazione di un rallentamento: i dati del quarto trimestre hanno dato una dimensione precisa a un fenomeno fisiologico per quasi tutte le aziende, ma mai incontrato da Tesla dall’inizio della sua storia.

Secondo Brinkman, ci sono “implicazioni di vasta portata per la narrativa della super-crescita ancora incorporata nel prezzo”, queste ultime, aumentano il rischio di ribasso.

Il titolo è sceso ieri sui minimi da quasi dodici mesi e da inizio anno il calo è del -36%, la seconda peggior performance dell’indice NASDAQ 100 in questo arco temporale.

Tesla rimbalza nel preborsa sulla notizia che Ark Investment ha comprato altre azioni.

L’ARK Innovation ETF ha acquistato 15.101 titoli, un’operazione che ha ulteriormente aumentato il peso di Tesla sul valore netto degli asset, già al primo posto con una quota del 10%. Altri due fondi della società di Cathie Wood hanno comprato 5.900 azioni.

Intanto, con il titolo sui minimi, la società chiede all’assemblea dei soci di ratificare una seconda volta il maxi stipendio da 56 miliardi di dollari incassato da Elon Musk nel 2018: un giudice del Delaware aveva invalidato a inizio anno il pagamento, in una sentenza che definiva “supino a un capo arrogante”, il consiglio d’amministrazione. I soci saranno chiamati anche a votare lo spostamento della sede dal Delaware al Texas.

Effetto

Analisi Tecnica. Il Nasdaq 100, che raccoglie l'eccellenza dei Tech quotati a Wall Street, ha fornito un primo segnale di debolezza con il cedimento d…

Iscriviti a Websim per continuare a leggere

Non perdere questa occasione, iscriviti a Websim e riceverai 1 mese di prova del Pass Investimenti. Potrai decidere successivamente se acquistare uno dei nostri abbonamenti o meno.


Caporedattore