INDICE delle COMMODITY - Gas Naturale: UE e USA lavorano per "fregare" la Russia

L'indice Bloomberg che raggruppa le 22 principali materie di base al mondo è in lieve calo, dopo essersi spinto il 2 febbraio sui massimi da ottobre 2014.

Il petrolio corregge di circa un punto percentuale, mentre il Gas Naturale europeo cresce del 2%. Il prezzo di riferimento TTF (Title Transfer Facility), punto di scambio virtuale per il gas naturale nei Paesi Bassi, oggi è trattato intorno a 81 euro.

Europa e Stati Uniti lavorano congiuntamente per garantire una fornitura continua, sufficiente e rapida di gas naturale alla UE da diverse fonti nel globo "per evitare shock delle forniture, compresi quelli che potrebbero essere provocati da un'ulteriore invasione russa dell'Ucraina". E' quanto si legge nella dichiarazione congiunta di Joe Biden e Ursula von der Leyen sulla cooperazione Usa-Ue per la sicurezza energetica.

Von der Leyen e Biden hanno ribadito l'impegno "a intensificare la nostra cooperazione energetica strategica per la sicurezza dell'approvvigionamento e lavoreremo insieme per rendere disponibili forniture energetiche affidabili e convenienti ai cittadini e alle imprese nell'Ue e nel suo vicinato". 

Gli Stati Uniti sono già il principale fornitore di gas naturale liquefatto (Gnl) dell'Ue".

"Il Gnl a breve termine può migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento, mentre continuiamo a consentire la transizione verso emissioni nette zero. La Commissione europea lavorerà per migliorare la trasparenza e l'utilizzo dei terminali Gnl nell'Ue", hanno sottolineato evidenziando che "intendiamo lavorare insieme, in stretta collaborazione con gli Stati membri dell'Ue, sulle forniture di Gnl per la sicurezza dell'approvvigionamento e la pianificazione di emergenza. Ci scambieremo anche opinioni sul ruolo dello stoccaggio nella sicurezza dell'approvvigionamento".

Von der Leyen e Biden hanno concluso dicendo che "più in generale, invitiamo tutti i principali Paesi produttori di energia a unirsi a noi per garantire che i mercati energetici mondiali siano stabili e ben riforniti", concludono. 

Analisi Tecnica.
Graficamente, la brillante partenza del 2022 ha portato l'indice delle Commodity (oggi 108,54 euro) poco oltre i massimi del 2021 segnati a 106,20 punti, convalidando la figura di inversione del trend ribassista di lungo periodo.

Gli obiettivi grafici di medio termine sono ambiziosi. Ricordiamo infatti che l'indice BCOM arrivò fno a 238 punti nel momento di massima espansione dell'economia globale prima del crack di Lehman Brothers, per cui vediamo altro spazio di rialzo, nel breve almeno fino a 120/122 punti. Tendenza delle materie di base ancora da cavalcare.

Operatività. Per trading si può legittimamente prendere profitto in area 106/110 punti, prima resistenza grafica di breve. Pronti a rientrare in tendenza alla prima chiusura settimanale sopra 110 punti per target nel range 120/122 punti e target finale in area 138. Sfruttare correzioni in area 100 punti per acquisti sulla debolezza. Applicare lo stop loss solo alla prima chiusura sotto 98 punti.

 

Il risparmiatore che vuole accompagnare, con il massimo livello di diversificazione, la ripresa dei prezzi delle commodity e di conseguenza la ripresa dell'economia globale può prendere in considerazione i seguenti ETF: 

WisdomTree Enhanced Commodity UCITS
Codice Isin IE00BYMLZY74 
Da inizio 2022: +7,40%.
Lo strumento ha l’obiettivo di replicare il Bloomberg Commodity Index Total Return, al lordo di commissioni e spese. Il Fondo investe in buoni del Tesoro statunitensi e utilizza total return swap per fornire la performance dell'Indice. Gli swap sono garantiti su base giornaliera e azzerati mensilmente. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.

L&G Longer Dated All Commodities UCITS
Isin: IE00B4WPHX27
Da inizio 2022: +7,70% 
L'ETF replica la performance del Bloomberg Commodity Index 3 Month Forward Total Return. Il Fondo è esposto alla performance dell'Indice tramite swap stipulati con più controparti. Qualsiasi esposizione verso le controparti degli swap è garantita su base giornaliera. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,30%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.Leggi il Documento KID.

A sua volta il Bloomberg Commodity Index Total Return è un indice denominato in dollari USA il cui obiettivo principale è fornire un'ampia e diversificata esposizione su un paniere di 22 materie prime, coprendo quattro settori: Energia, Agricoltura, Metalli Industriali e Metalli Preziosi come illustrato nella tabella. Il petrolio è presente con le due tipologie Brent e Wti. 
I pesi target sono determinati in conformità con le regole descritte nella metodologia BCOM; 
Nessun gruppo può costituire più del 33% del peso totale;
Nessuna singola commodity, insieme ai suoi derivati, può costituire un peso superiore al 25% del totale;
Nessuna singola commodity può costituire più del 15% del peso totale.

Nella tabella seguente l'elenco delle principali materie prime comprese nel Bloomberg Commodity Index. 

 

www.websim.it