INDICE delle COMMODITY - ALLERTA GAS IN GEMANIA

L'indice Bloomberg che raggruppa le 22 principali materie di base al mondo scende a 123,5 punti, siamo circa sui minimi da aprile. 

Scende il petrolio, per il quale si rimanda ad un altro commento, è in calo il Gas Naturale negli Stati Uniti ma continua a salire il gas in Europa.  Il future di riferimento trattato ad Amsterdam guadagna il 7% a 136 euro.

Stamattina la Germania ha attivato la "fase di allarme" del suo piano di emergenza per il gas, in risposta al calo delle forniture russe, La misura è l'ultima escalation in una situazione di stallo tra l'Europa e Mosca dopo l'invasione russa dell'Ucraina, che ha messo in luce la dipendenza del blocco dalle forniture di gas russo e ha scatenato un'affannosa ricerca di fonti alternative. 
Il governo ha attivato la fase 2 di "allarme" di un piano di emergenza a tre fasi quando prevede un rischio elevato di carenza di forniture di gas a lungo termine e, teoricamente, consente alle utility di trasferire i prezzi elevati all'industria e alle famiglie, contribuendo così a ridurre la domanda.
Nel corso della conferenza stampa convocata stamattina d'urgenza, il minsitro delle Finanze Robert Habeck ha avvertito che il mercato è a rischio collasso, il pericolo di contagio è paragonabile a quello di Lehman Brothers. 
Gli acquirenti di gas e le utility tedesche hanno sollecitato l'avvio della fase 2 per questo motivo, secondo quanto riportato da fonti del settore a Reuters.  A fronte della diminuzione dei flussi di gas provenienti dalla Russia, il principale fornitore di Berlino, dalla fine di marzo la Germania ha avviato la fase 1 del suo piano di emergenza, che prevede un monitoraggio più rigoroso dei flussi giornalieri e un'attenzione particolare al riempimento degli impianti di stoccaggio del gas.

Una risoluzione approvata dal Parlamento europeo stamattina, prescrive di riempire le riserve strategiche di gas dell'Europa più rapidamente. Il nuovo regolamento, già concordato con i ministri dell'Ue, fissa un livello minimo obbligatorio di gas negli impianti di stoccaggio all'80% entro il 1 novembre 2022. Gli Stati membri e gli operatori dovrebbero adoperarsi per raggiungere l'85%. L'obiettivo sarà del 90% per gli anni successivi per proteggere gli europei da possibili shock dell'offerta. Il testo sottolinea la necessità per i paesi dell'Ue di diversificare le fonti di approvvigionamento di gas e promuovere le misure di efficienza energetica.
In base al regolamento, gli impianti di stoccaggio del gas diventeranno infrastrutture critiche. Tutti gli operatori di stoccaggio dovranno sottoporsi a una nuova certificazione obbligatoria per evitare rischi di interferenze esterne.

Analisi Tecnica.
Graficamente, l'andamento da inizio 2022 ha convalidato la figura di inversione del trend ribassista di lungo periodo. Gli obiettivi grafici sono ambiziosi, verso 238 punti, livello toccato nel momento di massima espansione dell'economia globale prima del crack di Lehman Brothers. Tendenza delle materie di base ancora da cavalcare in ottica di lungo periodo.

Operatività. La recente brusca correzione è partita una volta riavvicinato il primo obiettivo grafico in area 140, massimo di marzo, dove suggeriamo di prendere profitto in ottica di trading, per puntare a rientrare su una eventuale correzione verso area 120 punti. 

La prima chiusura sopra 142 punti suggerirà di rientrare nuovamente in tendenza. Obiettivo finale verso 176 punti. Cambio di scenario e stop delle posizioni rialziste in caso di discesa sotto 115 punti.

 

Il risparmiatore che vuole accompagnare, con il massimo livello di diversificazione, la ripresa dei prezzi delle commodity e di conseguenza la ripresa dell'economia globale può prendere in considerazione i seguenti ETF: 

WisdomTree Enhanced Commodity UCITS
Codice Isin IE00BYMLZY74 

Lo strumento ha l’obiettivo di replicare il Bloomberg Commodity Index Total Return, al lordo di commissioni e spese. Il Fondo investe in buoni del Tesoro statunitensi e utilizza total return swap per fornire la performance dell'Indice. Gli swap sono garantiti su base giornaliera e azzerati mensilmente. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.

L&G Longer Dated All Commodities UCITS
Isin: IE00B4WPHX27

L'ETF replica la performance del Bloomberg Commodity Index 3 Month Forward Total Return. Il Fondo è esposto alla performance dell'Indice tramite swap stipulati con più controparti. Qualsiasi esposizione verso le controparti degli swap è garantita su base giornaliera. Valuta di riferimento USD. Valuta di quotazione EURO. Costo annuo 0,30%. Non distribuisce dividendi. Leggi il Documento KID.Leggi il Documento KID.

A sua volta il Bloomberg Commodity Index Total Return è un indice denominato in dollari USA il cui obiettivo principale è fornire un'ampia e diversificata esposizione su un paniere di 22 materie prime, coprendo quattro settori: Energia, Agricoltura, Metalli Industriali e Metalli Preziosi come illustrato nella tabella. Il petrolio è presente con le due tipologie Brent e Wti. 
I pesi target sono determinati in conformità con le regole descritte nella metodologia BCOM; 
Nessun gruppo può costituire più del 33% del peso totale;
Nessuna singola commodity, insieme ai suoi derivati, può costituire un peso superiore al 25% del totale;
Nessuna singola commodity può costituire più del 15% del peso totale.

Nella tabella seguente l'elenco delle principali materie prime comprese nel Bloomberg Commodity Index. 

 

www.websim.it