FOREX - Il Dollaro USA cavalca le debolezze altrui

Fatto

Il dollaro oscilla sui massimi da un mese alla vigilia della conclusione della riunione della FED, sfruttando l'incertezza del quadro politico emerso in Europa con lo spostamento a destra degli elettori.

FED

Non si prevede che il FOMC apporti alcun cambiamento. Dopo i numeri forti sull'occupazione pubblicati venerdì scorso, i trader hanno ridotto le loro scommesse su un ribasso dei tassi Fed a settembre a meno del 50%, ridimensionando le aspettative anche riguardo al numero delle mosse di allentamento previste per quest'anno: al momento ne prezzano solo una, secondo le elaborazioni Lseg.

L'ultimo sondaggio sui consumatori della Fed di New York vede un leggero calo nelle aspettative di inflazione per l'anno prossimo.
Secondo il numero di maggio del Survey of Consumer Forecasts della Fed di New York, le previsioni mediane sull'inflazione per l'anno prossimo sono scese al +3,2% dal +3,3% di aprile.

Al contrario, le previsioni di inflazione a tre anni sono rimaste al +2,8%, mentre le stime di inflazione a cinque anni sono aumentate al +3,0% dal precedente +2,8%.

Il comunicato indicava che l’incertezza sull’inflazione mediana era aumentata negli orizzonti temporali di uno e tre anni. Inoltre, il rapporto ha rilevato che la probabilità prevista di perdere il lavoro nel prossimo anno è scesa al 12,4% dal 15,1% di aprile, mentre le aspettative di lasciare volontariamente il proprio lavoro sono leggermente aumentate.

Gli intervistati hanno riportato una probabilità del 52,2% di ottenere un nuovo lavoro dopo averne perso uno, in aumento dell'1,3% rispetto ad aprile.

La crescita mediana prevista del reddito familiare è aumentata marginalmente, ma le previsioni di crescita della spesa familiare per l’anno successivo sono diminuite dello 0,2% (al 5,0%). Nel complesso, un numero maggiore di intervistati prevede di stare meglio tra un anno rispetto al sondaggio di aprile.

BCE

Commenti aggressivi della BCE dopo il taglio dei tassi della scorsa settimana. I funzionari della BCE hanno risposto con commenti aggressivi dopo che il consiglio direttivo ha ridotto i tassi di 25 punti base per la prima volta da settembre 2019 la scorsa settimana. Il mercato prevede il prossimo taglio a settembre, ma alcuni analisti ritengono che avverrà a dicembre.

Principali spunti dalla recente intervista al presidente Christine Lagarde:

1) la discesa dei tassi non sarà probabilmente lineare. E' possibile che la pausa nella riduzione dei tassi dopo la decisione del meeting del 6 giugno sarà superiore ad un meeting e rimane dipendente dall’andamento dei dati m acro come inflazione, salari e produttività con un focus sul trend dell’inflazione dei servizi che rimane il punto debole in questa fase;

2) la mancanza di una forward guidance sui tassi non significa che vi siano divergenze significative all’interno del Consiglio direttivo;

3) la fine degli investimenti PEPP è stata largamente anticipata e non dovrebbe portare a tensioni eccessive su spread e dislocazione tra i diversi paesi, mentre rimane utilizzabile uno strumento come il TPI;

4) Lagarde rimane positiva sulle prospettive economiche dell’area euro;

5) Euro digitale: non è scontato che sarà disponibile entro la fine del suo mandato del 2027.

Le dichiarazioni di Lagarde rendono meno probabile uno scenario di due ulteriori tagli di tassi nel 2024.

L’esito delle elezioni europee ha portato ad un allargamento significativo degli spread, considerando come negativa l’incertezza politica in paesi come Francia e Germania.

Effetto

Analisi Tecnica. L'euro dollaro si muove in laterale da circa un anno, all'interno dell'ampio range 1,05/1,1279. Nelle ultime settimane si è riavvicin…

Iscriviti a Websim per continuare a leggere

Non perdere questa occasione, iscriviti a Websim e riceverai 1 mese di prova del Pass Investimenti. Potrai decidere successivamente se acquistare uno dei nostri abbonamenti o meno.


Gli analisti di Soluzioni di Investimento di Websim