BORSA UK: la migliore in Europa da inizio 2022, economia ai livelli pre-pandemia

L'indice FTSE 100 della borsa UK si spinge sui massimi da gennaio 2020 ed è il migliore in Europa in queste prime battute del 2022 con un guadagno del +3,40%, che si confronta con il deludente -0,20% registrato nello stesso periodo dall'indice Eurostoxx 50. 

La borsa inglese e l'economia del Regno Unito sono tornate sui livelli pre-pandemia. Qualche dettaglio.

L'economia del Regno Unito ha superato per la prima volta il livello pre-pandemia a novembre. I dati ufficiali hanno mostrato che il PIL è cresciuto dello 0,9% nel penultimo mese del 2021, portando la ricchezza generata dall'economia britannica dello 0,7% oltre quanto prodotto nel marzo 2020. 

Stati Uniti, Francia, Danimarca e Svezia sono tra gli altri paesi sviluppati ad aver recuperato del tutto il terreno perso durante la pandemia, mentre Germania, Italia e Spagna non hanno ancora superato il traguardo pre-pandemico.

Gli economisti precisano, tuttavia, che è probabile che novembre si rivelerà un punto culminante nel 2021, perchè la successiva esplosione della variante Omicron porterà a un rallentamento nel mese di dicembre. 

Le previsioni per l'anno in corso sono ancora ottimistiche. Le attese sono per una crescita del PIL intorno al +4,4% nel 2022, seguito da un ulteriore aumento del +2,6% nel 2023. 

Via il green pass dal 26 gennaio? 

Potrebbe avere vita brevissima il green pass made in UK. Il certificato vaccinale, introdotto da Londra prima di Natale solo per discoteche e grandi eventi, sarà con ogni probabilità abolito il 26 gennaio, quando il governo rivedrà le disposizioni in vigore. Anche l’indicazione di lavorare da casa verrà superata e dunque come unica restrizione dovrebbero rimanere solo le mascherine al chiuso (quelle all’aperto non sono mai state imposte in Gran Bretagna, in nessuna fase della pandemia). La misura del green pass era stata fortemente osteggiata anche da ben cento deputati conservatori e la misura era passata solo grazie al sostegno dei laburisti.

Analisi Tecnica. Il quadro di breve depone a favore della Sterlina e della Borsa UK. La discesa sotto 0,8450, ampiamente confermata nelle ultime sedute, proietta obiettivi di breve intorno a 0,8270, minimo degli ultimi cinque anni e parte bassa della banda laterale che costringe le oscillazioni dal 2016. Per quanto riguarda l'indice FTSE 100 (oggi 7.588 punti), è in corso una accelerazione del trend di breve, dopo una prolungata fase di consolidamento. 

Operatività. Scattati acquisti di Sterline in ottica di trading con il pieno sfondamento di quota 0,88 per target 0,8270. Pronti a incrementare ancora alla prima chiusura sotto 0,82 per target 0,70. Stop loss in caso di risalita oltre 0,86. Scattati gli incrementi delle posizioni in azioni UK alla prima chiusura dell'indice FTSE 100 sopra 7.400 punti, per target in direzione dei top pre-pandemia verso 7.800 punti. 

 

 

La Borsa italiana offre gli strumenti per operare direttamente sulla Sterlina in ottica speculativa o di lungo periodo.

Si può intervenire sui seguenti ETF Long/Short a leva tre:

Wisdomtree 3x LONG GBP SHORT EURO
Isin: JE00B3R2DZ58

Wisdomtree 3x SHORT GBP LONG EURO
Isin: JE00B3RQ6R05

I due strumenti consentono di replicare il triplo della variazione percentuale giornaliera Long/Short del tasso di cambio delle due valute, generando inoltre un rendimento collaterale della liquidità investita. Leggi il documento KID.

Si può intervenire sul seguente ETF: 
db x-trackers Sterling II Cash 
Isin: LU0321464652
Negli ultimi 12 mesi: +6,20%
L’Obiettivo è di replicare il rendimento del SONIA TOTAL RETURN INDEX®. Distribuisce un dividendo annuale. Leggi il documento KID.

Per investire sulla Borsa UK presso Borsa italiana è quotato il seguente strumento:  

ETF iShares Core FTSE 100 UCITS (EUR)
Isin: IE0005042456 
Negli ultimi 12 mesi: +21,50%
Il trend dell'ETF replica fedelmente quello dell'indice Ftse100 convertito in Euro. Distribuisce dividendi con cadenza trimestrale. 
A sua volta, il FTSE 100 Index offre esposizione alle 100 principali azioni del Regno Unito per valore di mercato. L'indice è ponderato in base alla capitalizzazione del flottante. Su basi fondamentali, il P/E medio è intorno a 20,8x, il Dividend Yield medio è intorno al 3,50%. A livello di settori, emergono Banche, Petroliferi e Farmaceutici. Leggi il documento KID. 

 

www.websim.it