BORSA INDIA - Da oggi si vota nella democrazia più popolosa del mondo

Fatto

L’indice BSE Sensex di Mumbai guadagna lo 0,7%, in controtendenza rispetto a tutte le principali borsa mondiali, deboli per le tensioni sempre più forti in Medio Oriente. 

Da inizio anno +4,50% (in Euro).

In India stanno per cominciare le più grandi elezioni democratiche del mondo.

Poco meno di 1 miliardo di persone, su circa 1,4 miliardi totali, ovvero il 12% della popolazione mondiale, potrà recarsi alle urne da oggi ai prossimi 44 giorni per eleggere 543 candidati destinati al Lok Shaba (la Camera Bassa).

A loro disposizione ci sono un milione di seggi, diffusi in maniera capillare sul territorio nazionale, che saranno monitorati da 15 milioni di membri delle forze di sicurezza e del personale elettorale.

Ciascuno Stato del Paese potrà votare in uno dei sette turni previsti da qui al primo giugno.

I risultati definitivi verranno resi noti il 4 giugno.

A sfidarsi per la vittoria finale ci sono la coalizione nazionalista National Democratic Alliance (NDA) guidata dal Bharatiya Janata Party (BJP) del premier Narendra Modi e l’Indian National Developmental Inclusive Alliance, un fronte di opposizione guidato dal Congresso Nazionale Indiano e formato da oltre 40 partiti che hanno unito le forze per provare a sconfiggere Modi, al potere dal 2010.

L’impresa si annuncia difficile e i sondaggi elettorali più recenti certificano un chiaro vantaggio dell’NDA, stimata tra il 46% ed il 52% dei voti, contro il 34-42% dei consensi dei rivali.

Le consultazioni più recenti, svoltesi nel 2019, si erano concluse con il trionfo dell’alleanza guidata da Modi che aveva ottenuto 352 seggi mentre il Partito del Congresso si era fermato a 52.

Una ricerca demoscopica, realizzata dal Centre for the Study of Developing Societies con un campione di 10mila partecipanti, ha evidenziato come la disoccupazione sia la preoccupazione principale, la seconda riguarda l’aumento dei prezzi, mentre lo sviluppo del Paese e la corruzione sono rispettivamente al terzo e quarto posto.

Il probabile successo elettorale di Modi è legato all’ottimo stato di salute dell’economia indiana.

Nell’anno fiscale 2022-2023 il PIL è cresciuto del +7,2%.

L’economia indiana potrebbe diventare la terza più grande del mondo entro il 2027, trainata da settori come la tecnologia e l’innovazione.

Effetto

Indice BSE Sensex. La Borsa indiana rappresenta attualmente il secondo mercato azionario in termini di peso specifico nel comparto degli Emergenti. Ne…

Iscriviti a Websim per continuare a leggere

Non perdere questa occasione, iscriviti a Websim e riceverai 1 mese di prova del Pass Investimenti. Potrai decidere successivamente se acquistare uno dei nostri abbonamenti o meno.


Gli analisti di Soluzioni di Investimento di Websim