BORSA CINESE - L'inflazione accelera per il quarto mese consecutivo

Fatto

L'Indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzhen si avvia a chiudere la seduta intorno alla parità. 

L’Hang Seng di Hong Kong perde l’1,2%.

Taiex di Taiwan +1,2%, sul nuovo record storico grazie alla prodigiosa spinta dei tech legati all'intelligenza artificiale.

In Cina l’inflazione accelera per il quarto mese consecutivo in maggio: +0,3% anno su anno, stessa variazione di aprile, il consensus era +0,4%. Per il decimo mese consecutivo il dato è al di sotto delle attese Reuters. A tenere a freno l'inflazione sono i deboli consumi interni a fronte di una ripresa economica incerta.

I prezzi alla produzione sono scesi dell’1,3%, ventesimo mese consecutivo di discesa: il consensus era -1,5%. In aprile il calo era stato del -2,4%. L’inflazione dell’indice dei prezzi alla produzione si è ridotta a un ritmo più lento del previsto, segnando la contrazione più modesta da febbraio 2023 grazie ai segnali di ripresa sostenuta nel settore industriale, in miglioramento negli ultimi mesi grazie al costante sostegno politico e alla domanda estera, che è rimasta robusta nonostante le crescenti difficoltà economiche.

L'aggregato delle due statistiche sembra indicare che le misure di sostegno all'economia messe a punto da Pechino stanno iniziando a dare qualche frutto.

Effetto

Analisi tecnica Borsa. Il trend di breve dell’indice CSI 300 sta tornando a indebolirsi. Il cedimento della soglia discriminante intorno ai 3.500 punt…

Iscriviti a Websim per continuare a leggere

Non perdere questa occasione, iscriviti a Websim e riceverai 1 mese di prova del Pass Exclusive. Potrai decidere successivamente se acquistare uno dei nostri abbonamenti o meno.


Gli analisti di Soluzioni di Investimento di Websim