BORSA CINESE +2,8% XPeng (auto elettriche) sorprende gli analisti, +8% in Borsa

L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen (4.246 punti) si avvia a chiudere in rialzo del 2,80% la miglior seduta da due settimane. L’allentamento della pressione militare russa su Kiev sta portando su la maggior parte delle borse dell’Asia Pacifico. 

Hong Kong +1,4%. indice Hang Seng Tech al terzo giorno di rialzo, +0,3%.

Si mette in luce XPeng, produttore di auto elettriche +8%. La perdita del quarto trimestre è stata nettamente inferiore alle stime degli analisti grazie a un trend di vendite robusto, che ha aiutato la start up a contrastare i problemi alla catena di approvvigionamento. La società con sede a Guangzhou ha registrato una perdita netta di 1,29 miliardi di yuan (203 milioni di dollari) nei tre mesi terminati il 31 dicembre, contro 1,59 miliardi di perdite di un anno prima e 2,09 miliardi stimati dagli analisti. I ricavi sono aumentati di oltre il 200% da un anno prima a 8,56 miliardi di yuan, contro stime degli analisti di 8,12 miliardi. La casa automobilistica ha consegnato un numero record di 41.751 veicoli. Xpeng ha spedito un totale di 98.155 veicoli l'anno scorso, più del triplo nel 2020.

China Evergrande New Energy Vehicle è tornato in negoziazione dopo uno stop iniziato il 21 marzo, il titolo perde l’8%. Resta sospesa la holding di controllo, China Evergrande Group, non si sa quando riprenderà l’operatività sul titolo.

Covid-19. La parte Est di Shanghai resta isolata ed in lockdown totale, come previsto dal piano di contenimento del contagio che tra qualche giorno riguarderà anche la parte ovest. 

La nuova ondata di contagi ha costretto sempre più società cinesi a interrompere provvisoriamente i piani di quotazione, a causa della difficoltà a portare avanti le procedure di  due diligence e la raccolta di informazioni, interessando oltre 9 miliardi di dollari di IPO già programmate. Soltanto nell'ultima settimana, 15 società pronte a sbarcare sul segmento tecnologico di Shanghai hanno sospeso l'IPO.

Analisi tecnica Borsa

La tendenza di lungo periodo dell'indice CSI 300 (oggi 4.242 punti) è saldamente rialzista, malgrado la elevata volatilità dell'ultimo periodo. La reazione partita dai minimi di marzo in area 3.940 punti, assumerebbe toni improntati all'ottimismo con il ritorno sopra area 4.400. 

Operatività. La prima chiusura sopra 4.100 punti ha consentito di attivare qualche acquisto in vista di una prosecuzione del rimbalzo, da incrementare alla prima chiusura sopra 4.400 punti. Verso il basso, impostare ingressi sulla debolezza verso 3.940 punti, minimo di ieri. Collocare uno stop loss prudenziale sotto 3.800 punti.


Tra gli ETF quotati alla Borsa di Milano segnaliamo i seguenti, ciascuno dei quali contraddistinto da caratteristiche specifiche, ciò consente acquisti complementari: il primo offre una maggiore esposizione ai titoli dell'alta tecnologia, il secondo replica l'Indice S&P China 500 Total Return. il terzo replica l'indice CSI 300.

ETF Franklin Ftse China Ucits Etf - Usd (Acc) 
Isin: IE00BHZRR147 
Da inizio 2022 -11,00%.
L'ETF investe in azioni a grande e media capitalizzazione in Cina e cerca di replicare il rendimento dell'indice FTSE China 30/18 Capped. L'indice ha un'ampia copertura delle classi di azioni cinesi, tra cui le azioni A, B, H, N; le azioni Red, P, S Chips. I componenti di tipologia A sono disponibili per gli investitori internazionali attraverso il Northbound China Stock Connect Scheme. Il peso dei singoli componenti viene ponderato tenendo conto del flottante e delle restrizioni applicate agli investitori stranieri. E' rivisto semestralmente. Replica fisica. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Non distribuisce dividendi. Costi di gestione 0,19% annuo, il più comveniente tra i 13 prodotti specializzati quotati a Piazza Affari. Leggi il documento KID.

Gli indici FTSE Russell UCITS Capped sono ponderati per la capitalizzazione di borsa e progettati per limitare la concentrazione in ogni singola azione nel rispetto dei requisiti di diversificazione richiesti dall'Unione Europea (UCITS). In particolare, l'indice FTSE China 30/18 Capped rappresenta la performance delle società medio/grandi quotate sulla borsa cinese. Per evitare una concentrazione eccessiva in ogni singola azione, il peso di ciascun componente è limitato ogni trimestre di modo che quello della più grande azienda non superi il 30% e l'eventuale peso delle altre aziende non superi il 18%. La segmentazione settoriale vede al primo posto Consumer Services 26%, Financials 25%, Tech 21%. I primi dieci titoli presenti in ordine di peso sono:



ETF Icbccs Wisdomtree S&P China500 UCITS
Isin LU1440654330 
Da inizio 2022 -10,80%.
Benchmark dichiarato: Indice S&P China 500 Total Return. L'ETF investe in titoli fisici equivalenti, salvo nelle circostanze in cui le condizioni di liquidità del mercato impediscono di utilizzare una strategia di replica completa. Distribuisce un dividendo annuale: ultimo il 24 Giugno 2021 per 0,162 usd. Spesa corrente annua 0,75%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

ETF X-TRACKERS CSI300 UCITS
Isin LU0779800910
Da inizio 2022 -10,50%.
L'ETF replica l'andamento dell'indice CSI  300, indice che riflette l'andamento delle azioni di 300 società quotate sulla Borsa Valori di Shangai e sulla Borsa Valori di Shenzhen (Azioni Cina A). Non distribuisce un dividendo. Spesa corrente annua 0,50%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

www.websim.it