BORSA CINESE +2,40% Pechino riesce a tenere l'inflazione sotto controllo

L'indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen si avvia a chiudere in rialzo del +2,40%, portando il bilancio della settimana a un dignitoso +0,80%. 

La perdita da inizio anno, espressa in Euro, resta tuttavia ampia, intorno al -20%. 

I dati diffusi stanotte mostrano che la Cina sta tenendo sotto controllo l’inflazione, o perlomeno, riesce a non farla esplodere come negli Stati Uniti.

A settembre, i prezzi al consumo sono saliti del +2,8%, contro il +2,5% di agosto, in linea con le attese degli analisti. Su base mensile, secondo l'Ufficio nazionale di statistica, l'aumento è stato del +0,3% (+0,4% stimato e -0,1% ad agosto). 

Quanto ai prezzi alla produzione, l'incremento annuo è stato del +0,90%, ai minimi degli ultimi 20 mesi, dal +2,3% di agosto e meno del consensus di +1%. Su base mensile, c'e' stata la frenata a -0,1% (-1,2% ad agosto). 

Il 16 Ottobre si apre il XX Congresso del Partito comunista cinese, uno dei più importanti per la storia recente della Cina. Al centro del Congresso ci sarà la figura del segretario generale Xi Jinping, che dovrebbe essere incoronato per la terza volta alla guida del partito e quindi anche della Repubblica Popolare. 

Intanto, gli occhi sono puntati sulla sempre più contestata politica  “Zero Covid” e sui rapporti con Taiwan, che potrebbero essere, insieme con le conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina, tra i temi centrali del dibattito.  

Analisi tecnica Borsa. L'impostazione di breve dell'indice CSI 300 è in fase correttiva a partire dai top di inizio 2021. Il trend ha riconosciuto per qualche mese il supporto verso 4mila/3.800 punti senza tuttavia fornire indicazioni di ripartenza dell'uptrend. Negli ultimi mesi la tendenza è tornata a mettere pressione a questo importante livello, il cui cedimento potrebbe aprire la strada a ulteriori estensioni al ribasso fin verso area 3mila.

La bella reazione delle ultime tre sedute, scattata dai minimi degli ultimi due anni e mezzo segnati mercoledì a 3.661 punti, sta fornendo un primo importante segnale di riequilibrio, che troverebbe conferma con la stabile risalita oltre 3.800 punti. 

Operatività. E' ancora corretto sfruttare il pull back verso area 4.000/3.700 punti per comprare sulla debolezza.  Applicare uno stop loss prudenziale alla prima chiusura sotto 3.600 punti per riposizionarsi verso 3mila punti.


Tra gli ETF quotati alla Borsa di Milano segnaliamo i seguenti, ciascuno dei quali contraddistinto da caratteristiche specifiche. Ciò consente acquisti complementari: il primo direziona le risorse verso le società più impegnate nella transizione ecologica; il secondo offre maggiore esposizione ai titoli dell'alta tecnologia; il terzo replica l'Indice S&P China 500 Total Return; il quarto replica l'indice CSI 300.

ETF Franklin MSCI China Paris Aligned Climate UCITS (Acc)
Isin: IE000EBPC0Z7  
Quotato a Milano da Giugno 2022.

Il nuovo ETF è conforme agli indici EU Climate Benchmark PAB e replica l’MSCI China Climate Paris-Aligned composto da titoli azionari cinesi a grande e media capitalizzazione. Progettato per sostenere gli investitori che cercano di ridurre la loro esposizione ai rischi climatici fisici e di transizione, l’indice sovrappeserà le società cinesi che passano ad un’economia a basse emissioni di carbonio, garantendo al contempo il pieno allineamento con gli obiettivi di decarbonizzazione dell’Accordo di Parigi sul Clima. Non distribuisce Dividendi. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione Euro. Commissioni nette totali 0,22%. Leggi il Documento KID. 

 

ETF Franklin Ftse China Ucits Etf - Usd (Acc) 
Isin: IE00BHZRR147 
Da inizio 2022: -25,0%

L'ETF investe in azioni a grande e media capitalizzazione in Cina e cerca di replicare il rendimento dell'indice FTSE China 30/18 Capped. L'indice ha un'ampia copertura delle classi di azioni cinesi, tra cui le azioni A, B, H, N; le azioni Red, P, S Chips. I componenti di tipologia A sono disponibili per gli investitori internazionali attraverso il Northbound China Stock Connect Scheme. Il peso dei singoli componenti viene ponderato tenendo conto del flottante e delle restrizioni applicate agli investitori stranieri. E' rivisto semestralmente. Replica fisica. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Non distribuisce dividendi. Costi di gestione 0,19% annuo, il più comveniente tra i 13 prodotti specializzati quotati a Piazza Affari. Leggi il documento KID.

Gli indici FTSE Russell UCITS Capped sono ponderati per la capitalizzazione di borsa e progettati per limitare la concentrazione in ogni singola azione nel rispetto dei requisiti di diversificazione richiesti dall'Unione Europea (UCITS). In particolare, l'indice FTSE China 30/18 Capped rappresenta la performance delle società medio/grandi quotate sulla borsa cinese. Per evitare una concentrazione eccessiva in ogni singola azione, il peso di ciascun componente è limitato ogni trimestre di modo che quello della più grande azienda non superi il 30% e l'eventuale peso delle altre aziende non superi il 18%. La segmentazione settoriale vede al primo posto Consumer Services 26%, Financials 25%, Tech 21%. I primi dieci titoli presenti in ordine di peso sono:

ETF Icbccs Wisdomtree S&P China500 UCITS
Isin LU1440654330 
Da inizio 2022: -22,0%

Benchmark dichiarato: Indice S&P China 500 Total Return. L'ETF investe in titoli fisici equivalenti, salvo nelle circostanze in cui le condizioni di liquidità del mercato impediscono di utilizzare una strategia di replica completa. Distribuisce un dividendo annuale: ultimo il 24 Giugno 2021 per 0,162 usd. Spesa corrente annua 0,75%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

ETF X-TRACKERS CSI300 UCITS
Isin LU0779800910
Da inizio 2022: -18,50%

L'ETF replica l'andamento dell'indice CSI  300, indice che riflette l'andamento delle azioni di 300 società quotate sulla Borsa Valori di Shangai e sulla Borsa Valori di Shenzhen (Azioni Cina A). Non distribuisce un dividendo. Spesa corrente annua 0,50%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

www.websim.it