BORSA CINESE +1,90% Il mercato si aspetta nuove misure di stimolo

L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen +1,90% e l'indice Hang Seng di Hong Kong +0,70% si avviano a chiudere una seduta positiva grazie alla crescente aspettativa di nuove misure di stimolo in arrivo da parte del governo per rilanciare la crescita, in frenata da qualche mese. 

Novità su un altro fronte delicato, quello del rinnovato interventismo delle autorità statatil nella vita delle aziende private. Intervenendo stanotte ad un evento fieristico, il vice premier Liu He ha detto che il governo non ha mutato la sua politica economica, il sostegno all’iniziativa privata continuerà ad essere garantito negli stessi termini del passato. 

L’agenzia di stampa Xinhua ha riportato che le autorità di Pechino stanno per annunciare un piano di rafforzamento dell’integrazione con Macao: alle attività economiche presenti nell’area circostante la zona saranno concessi importanti sussidi fiscali, i frontalieri saranno equiparati ai cittadini residenti a Macao. La notizia ha messo le ali alle aziende localizzate nella parte meridionale del Guangdong, quella al confine con la Las Vegas d’Oriente.

A Hong Kong le azioni di Tencent salgono del 4%. Citigroup ha scritto in un report che il lancio del 15 settembre della nuova versione del videogame League of Legends dovrebbe essere un successo potrebbe contribuire a far passare in secondo piano le preoccupazioni legate all'inasprimento normativo nei confronti dell'industria dei giochi in Cina.

Situazione sempre più critica per Evergrande, la quotazione stamattina ha toccato il livello più basso dal 2015, da inizio anno -75%. Bloomberg riporta che alcuni importanti creditori chiedono l'immediato rimborso dei prestiti. Il gruppo immobiliare cinese è travolto dai debiti e il suo fallimento avrebbe gravi conseguenze sull'economia del Paese considerando che impiega 200.000 persone e genera indirettamente 3,8 milioni di posti di lavoro in Cina. Il gruppo ha dichiarato che le sue passività ammontano a circa 257,3 miliardi di euro.

Analisi tecnica Borsa

L'Indice CSI 300 (4.933 punti) prosegue la fase di ordinato consolidamento sopra la soglia discriminante verso 4.658 punti. Vediamo rinnovati segnali di ripartenza al superamento di area 5mila/5.243 punti.  

Operatività. Manteniamo una visione positiva di lungo periodo sulla borsa cinese. Si suggerisce di cogliere l'opportunità di questa fase di incertezza per comprare: una prima tranche anche ai valori attuali e un'altra tranche in caso di caduta fino a 4.658 punti. Oppure impostare acquisti sulla forza alla prima chiusura sopra 5.243 punti. Stop loss prudenziale alla prima chiusura sotto 4.400 punti. 



Tra gli ETF quotati alla Borsa di Milano segnaliamo i seguenti: il primo dei quali offre una maggiore esposizione ai titoli dell'alta tecnologia:

ETF Franklin Ftse China Ucits Etf - Usd (Acc) 
Isin: IE00BHZRR147 
Da inizio anno -6,20%.
L'ETF investe in azioni a grande e media capitalizzazione in Cina e cerca di replicare il rendimento dell'indice FTSE China 30/18 Capped. L'indice ha un'ampia copertura delle classi di azioni cinesi, tra cui le azioni A, B, H, N; le azioni Red, P, S Chips. I componenti di tipologia A sono disponibili per gli investitori internazionali attraverso il Northbound China Stock Connect Scheme. Il peso dei singoli componenti viene ponderato tenendo conto del flottante e delle restrizioni applicate agli investitori stranieri. E' rivisto semestralmente. Replica fisica. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Non distribuisce dividendi. Costi di gestione 0,19% annuo, il più comveniente tra i 13 prodotti specializzati quotati a Piazza Affari. Leggi il documento KID.

Gli indici FTSE Russell UCITS Capped sono ponderati per la capitalizzazione di borsa e progettati per limitare la concentrazione in ogni singola azione nel rispetto dei requisiti di diversificazione richiesti dall'Unione Europea (UCITS). In particolare, l'indice FTSE China 30/18 Capped rappresenta la performance delle società medio/grandi quotate sulla borsa cinese. Per evitare una concentrazione eccessiva in ogni singola azione, il peso di ciascun componente è limitato ogni trimestre di modo che quello della più grande azienda non superi il 30% e l'eventuale peso delle altre aziende non superi il 18%. La segmentazione settoriale vede al primo posto Consumer Services 26%, Financials 25%, Tech 21%. I primi dieci titoli presenti in ordine di peso sono:



ETF Icbccs Wisdomtree S&P China500 UCITS
Isin LU1440654330 
Da inizio anno -3,0%.
Benchmark dichiarato: Indice S&P China 500 Total Return. L'ETF investe in titoli fisici equivalenti, salvo nelle circostanze in cui le condizioni di liquidità del mercato impediscono di utilizzare una strategia di replica completa. Distribuisce un dividendo annuale: ultimo il 25 Giugno 2020 per 0,2132 usd. Spesa corrente annua 0,75%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

ETF X-TRACKERS CSI300 UCITS
Isin LU0779800910 
Da inizio anno +3,20%.
L'ETF replica l'andamento dell'indice CSI  300, indice che riflette l'andamento delle azioni di 300 società quotate sulla Borsa Valori di Shangai e sulla Borsa Valori di Shenzhen (Azioni Cina A). Non distribuisce un dividendo. Spesa corrente annua 0,50%. Valuta di denominazione USD. Valuta di quotazione EURO. Leggi il Documento KID.

www.websim.it