BITCOIN - Google apre ai pagamenti in criptovalute dal 2023. L'Analisi Tecnica di Websim

FATTO
Bitcoin poco mosso a 19.100 usd. Da inizio 2022 -60%.
Ethereum -1% a 1.288 usd. Da inizio 2022 -65%.

Google ha annunciato martedì che accetterà dal 2023 i pagamenti in bitcoin per i suoi servizi cloud. L'annuncio del colosso della Silicon Valley potrebbe spingere altre grandi aziende ad aprirsi alle criptovalute. Attraverso una partnership con Coinbase , una delle più importanti piattaforme di trading di valute digitali, Google permetterà ai clienti della nuvola di pagare il servizio con valute virtuali, in bitcoin oppure ethereum.

Google punta soprattutto a dare un'ulteriore spinta ai propri servizi cloud. L'obiettivo è attirare nuovi clienti, aziende che operano nel mondo del web3 e dei nuovi servizi decentrati, e nell'immediato la società ottiene che Coinbase migri le operazioni sulla sua nuvola, abbandonando quella concorrente di Amazon . In un contesto in cui la crescita dei ricavi pubblicitari sta frenando, il business del cloud continua invece a crescere ed è arrivato a valere il 9% del fatturato. Per quanto riguarda i pagamenti in bitcoin, invece, l'apertura di Google sembra piuttosto timida. I saldi in cripto verranno inizialmente accettati da un ristretto numero di clienti e poi solo progressivamente allargati, senza che sia stata definita una precisa scadenza. 

Su un altro fronte, la più vecchia banche statunitense, Bank of New York Mellon , ha avvisato la clientela che accetterà di tenere in custodia anche asset digitali, tra cui bitcoin ed ethereum. 

Il doppio annuncio, dal tono molto positivo, non è bastato a scuotere le quotazioni delle criptovalute, che danno l'impressione di essere in questo momento al margine degli interessi degli investitori, concentrati su inflazione e caro-energia. 

EFFETTO
Analisi Tecnica Bitcoin. Graficamente, il fallito tentativo di rompere la forte resistenza posizionata sui massimi di luglio/agosto a 24.500/25mila usd e il nuovo cedimento della soglia discriminante in area 20mila usd hanno riportato il trend in territorio "orso". 

Operatività. Per trading si possono sfruttare discese nel range 19mila/18mila per comprare sulla debolezza in vista di una reazione da ipervenduto. Accontentarsi di prendere profitto intorno a 20.500/21mila usd. Applicare lo stop loss rigido alla prima chiusura sotto 17mila usd.

L'inversione del trend ribassista arriverà solo con il ritorno sopra 25mila usd grazie al completamento di una figura di "doppio minimo". 

 

Nelle Borse europee è possibile trovare ETP, ma anche altri prodotti strutturati, come Investment Trusts ed Exchange-traded Notes (ETN) per replicare l'andamento delle principali criptovalute. Segnaliamo:

WisdomTree Bitcoin
Isin: GB00BJYDH287
Da inizio 2022: -53,0% 

Si tratta di un Exchange Traded Product (ETP) progettato per offrire agli investitori un modo semplice, sicuro ed economico per ottenere una esposizione al prezzo di Bitcoin. L'ETP offre un facile accesso per gli investitori, negoziabilità, trasparenza e soluzioni di custodia istituzionale all'interno di una solida struttura supportata da replica fisica. Come tale, l'ETP consente agli investitori di esporsi su Bitcoin senza la necessità di detenere direttamente la criptovaluta, conservare chiavi di accesso private, interagire con la blockchain o predisporre la connettività con l'infrastruttura valutaria digitale in qualsiasi modo. Valuta di quotazione EURO. Valuta di denominazione USD. Costi annui 0,95%. Quotato allo XETRA, il mercato telematico del Frankfurt Stock Exchange, la Borsa tedesca con sede a Francoforte. Leggi attentamente il KID.  

WisdomTree Ethereum
Isin: GB00BJYDH394 
Da inizio 2022: -59%

Si tratta di un Exchange Traded Product (ETP) progettato per offrire agli investitori un modo semplice, sicuro ed economico per ottenere una esposizione al prezzo di Ethereum. L'ETP offre un facile accesso per gli investitori, negoziabilità, trasparenza e soluzioni di custodia istituzionale all'interno di una solida struttura supportata da replica fisica. Come tale, l'ETP consente agli investitori di esporsi su Ethereum senza la necessità di detenere direttamente la criptovaluta, conservare chiavi di accesso private, interagire con la blockchain o predisporre la connettività con l'infrastruttura valutaria digitale in qualsiasi modo. Valuta di quotazione EURO. Valuta di denominazione USD. Costi annui 0,95%. Quotato allo XETRA, il mercato telematico del Frankfurt Stock Exchange, la Borsa tedesca con sede a Francoforte. Leggi attentamente il KID.   

www.websim.it