BANCHE EUROPA - Sui massimi dal 2018 con il rialzo del costo del denaro

L'indice Stoxx Banks è poco mosso e consolida sui massimi da settembre 2018 segnati lo scorso 17 gennaio a 160,90 punti. 

La performance da inizio anno è intorno a +8,70%, superata soltanto da quella degli indici settoriali di Materie di Base (+12%) e Petroliferi (+11%). L'indice Stoxx globale nello stesso periodo ha perso l'1,70%, frenato dalla discesa dei Tech (-8%).

Banche e istituzioni finanziarie godono di uno scenario estremamente favorevole: costo del denaro in crescita e ripartenza dell'economia globale.  

Anche l'indice Ftse delle Banche italiane si è spinto sui massimi dal 2018 per una performance da inizio anno intorno a +5,5%. 

Secondo una recente analisi di Banca d’Italia, l’applicazione finale delle regole di Basilea III, la cui entrata in vigore è prevista a partire dal 2025 e la cui adozione a pieno regime è prevista nel 2030, comporterebbe per i gruppi italiani di maggiore dimensione un aumento medio ponderato dei requisiti minimi di capitale dell’11% circa, equivalente ad una riduzione del CET1 ratio di 150 bunti base circa.

Per mantenere invariati gli attuali ratio di capitale, nel complesso, le banche analizzate dovrebbero detenere 14 miliardi di euro di capitale aggiuntivo. Considerando gli attuali livelli di patrimonializzazione raggiunti dalle banche italiane, riteniamo che i maggiori oneri regolamentari riferiti a Basilea III potranno essere assorbiti senza particolari problemi tenendo conto anche di effetti mitigatori quali le DTA in bilancio il cui assorbimento da qui al 2030 dovrebbe in parte compensare gli impatti negativi da Basilea III.

Riteniamo che le banche italiane, quindi, tenuto conto degli attuali elevati buffer di capitale, potranno mantenere una politica di remunerazione del capitale per gli azionisti generosa nel tempo in termini di dividendi e buyback.

Sui fondamentali, il consenso raccolto da Bloomberg registra per l'indice Stoxx Banks un P/E medio di 11,50x e un Dividend Yield medio del 3,10%.

Analisi Tecnica. Il quadro grafico del settore bancario europeo (oggi 157,22 punti) è in deciso rafforzamento. L'indice ha fatto saltare il "tappo" posizionato sulla prima soglia discriminante in area 152 punti, aprendo la strada ad ulteriori allunghi in direzione del range 197/200 punti (max 2018) e di area 226 punti (max 2015). Nel 2007 poco prima dello scoppio della crisi subprime arrivò a 547 punti, circa quattro volte di più. 

Operatività. Rafforziamo la visione positiva. Sfruttare lo scenario per comprare. Scattati gli acquisti alla prima chiusura sopra 153 punti per target successivo verso 197/200 punti. Sfruttare i pull back verso area 152 punti per comprare. Solo una discesa sotto area 116 punti rischierebbe di invertire la tendenza.  



Diversi gli strumenti disponibili su Borsa italiana per intervenire sul settore finanziario europeo con una logica speculativa/di diversificazione.

Il seguente strumento consente di investire in chiave speculativa sulle banche dell'Eurozona. Lo strumento punta ad amplificare per 3 volte la performance giornaliera dell'indice Eurostoxx Banks. Leggi il documento KID.
Wisdomtree EUROSTOXX Banks 3x Daily Long  
Isin IE00BLS09N40 
Da inizio 2022 +20,0%

Il seguente ETF consente di replicare l'andamento del settore finanziario europeo, rappresentato dall'indice MSCI Europe Financials. Commissioni totali annue 0,30%. Non distribuisce dividendi. Nella tabella seguente i dieci titoli più pesanti. Leggi il documento KID.
SPDR MSCI Europe Financials Ucits
Isin IE00BKWQ0G16 
Da inizio 2022 +5,50% 

Il seguente ETF consente di investire sulle banche italiane senza leva diversificando il rischio emittente. Investe direttamente su un basket di banche italiane appartenenti all'indice FtseMib, ciascuna delle quali con un peso non superiore al 15% del totale. Ciò consente di mantenere una elevata diversificazione all'interno del comparto. I pesi vengono "ribilanciati" su base trimestrale a marzo/giugno/settembre/dicembre. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il documento KID.

Wisdomtree FtseMib Banks  
Codice Isin: IE00BYMB4Q22
Da inizio 2022: +2,50%

www.websim.it