BANCHE EUROPA - Sui massimi dal 2018, Banco BPM oggi è il titolo migliore: +6%

L'indice Stoxx Banks si conferma il migliore da inizio anno con un guadagno intorno al +13,50%, anche se oggi l'andamento è quasi piatto, condizionato dalla frenata di Abn Amro e Ing. Si mette invece in luce la nostra BPM +6%, grazie alla promozione a Buy decisa da Citi in seguito all'ottima trimestrale.

L'indice Stoxx globale, oggi in rialzo dell'1,4%, da inizio anno ha perso il -3,20%.

ING è in leggera flessione alla borsa di Amsterdam e consolida il +5% registrato nelle due sedute precedenti. La banca olandese ha annunciato conti del quarto trimestre 2021 al di sotto delle attese, anche se in miglioramento rispetto all'anno precedente. 

Negli ultimi tre mesi del 2021 ING  ha registrato un utile ante imposte pari a 1,33 miliardi di euro, in netta crescita rispetto agli 1,05 miliardi di euro dello stesso periodo del 2020. Gli analisti si aspettavano circa 1,47 miliardi. 

L'utile netto è stato di 945 milioni di euro, contro i 727 milioni dell'anno prima, stime per 1,06 miliardi. 

Il Tier 1 si è attestato al 15,9%, in rialzo dal 15,5% dell'anno prima. 

Il board ha proposto un dividendo di 0,41 euro per azione.

"Guardando al 2022, ING è ben preparata a navigare nel contesto attuale, con un solido buffer di capitale, un solido profilo di rischio e un focus sull'esecuzione dei piani", ha detto il ceo, Steven van Rijswijk. 

Sui fondamentali, l'indice Stoxx Banks registra un P/E medio di 10,80x e un Dividend Yield medio del 3,0%.

Analisi Tecnica. Il quadro grafico del settore bancario europeo (oggi 164,61 punti) è in deciso rafforzamento. L'indice ha toccato il livello più alto dal settembre 2018 e ha fatto saltare il "tappo" posizionato sulla prima soglia discriminante in area 152 punti, aprendo la strada ad ulteriori allunghi in direzione del range 197/200 punti (max 2018) e di area 226 punti (max 2015). Nel 2007 poco prima dello scoppio della crisi subprime arrivò a 547 punti, circa quattro volte di più. 

Operatività. Rafforziamo la visione positiva. Sfruttare lo scenario per comprare. Scattati gli acquisti in tendenza alla prima chiusura sopra 153 punti per target successivo verso 197/200 punti. Sfruttare i pull back verso area 152 punti per comprare. Solo una discesa sotto area 116 punti rischierebbe di invertire la tendenza.  



Diversi gli strumenti disponibili su Borsa italiana per intervenire sul settore finanziario europeo con una logica speculativa/di diversificazione.

Il seguente strumento consente di investire in chiave speculativa sulle banche dell'Eurozona. Lo strumento punta ad amplificare per 3 volte la performance giornaliera dell'indice Eurostoxx Banks. Leggi il documento KID.
Wisdomtree EUROSTOXX Banks 3x Daily Long  
Isin IE00BLS09N40 
Da inizio 2022 +43,0%

Il seguente ETF consente di replicare l'andamento del settore finanziario europeo, rappresentato dall'indice MSCI Europe Financials. Commissioni totali annue 0,30%. Non distribuisce dividendi. Nella tabella seguente i dieci titoli più pesanti. Leggi il documento KID.
SPDR MSCI Europe Financials Ucits
Isin IE00BKWQ0G16 
Da inizio 2022 +6,50% 

Il seguente ETF consente di investire sulle banche italiane senza leva diversificando il rischio emittente. Investe direttamente su un basket di banche italiane appartenenti all'indice FtseMib, ciascuna delle quali con un peso non superiore al 15% del totale. Ciò consente di mantenere una elevata diversificazione all'interno del comparto. I pesi vengono "ribilanciati" su base trimestrale a marzo/giugno/settembre/dicembre. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il documento KID.

Wisdomtree FtseMib Banks  
Codice Isin: IE00BYMB4Q22
Da inizio 2022: +8,50%

www.websim.it