BANCHE EUROPA -1% Il Covid torna a spaventare in UK e Russia. L'Analisi Tecnica di Websim

L'indice Stoxx delle principali Banche europee corregge in ribasso dell'1%, dopo cinque sedute positive che lo hanno spinto sui massimi degli ultimi 20 mesi. 

Gli ultimi sviluppi della pandemia tornano a preoccupare l'Europa e si fa in fretta a passare dall'euforia allo sconforto. 

Gran Bretagna. Contagi in forte crescita e 20 aree del paese verso nuove restrizioni (smart working e mascherine). In poche settimane si è arrivati a sfiorare i 50mila casi giornalieri e il Segretario alla Salute britannico, Sajid Javid, ha detto chiaramente che "a breve sono possibili 100.000 casi al giorno". I vaccini sembrano non bastare a fermare la nuova avanzata del covid. In primavera, prima del "liberi tutti" decretato da Boris Johnson, i casi giornalieri erano meno di 3mila.

Russia. Mosca reintrodurrà misure di lockdown a partire dal 28 ottobre per contrastare il forte aumento dei casi di Covid-19, chiudendo tutti i negozi, bar e ristoranti ad eccezione degli esercizi che vendono beni essenziali, come supermercati e farmacie. Lo ha annunciato il sindaco Sergei Sobyanin. 

Malgrado le titubanze di oggi, l'indice settoriale delle Banche resta il migliore dal primo gennaio: +36,0% vs +17,0% dell'indice Stoxx Globale. Nell'ultimo mese è cresciuto del 14%, sospinto dalla aspettativa di rialzo dei tassi, vs +3% dell'indice Stoxx globale.

Più da vicino. 

Barclays -0,5% a Londra, ha registrato un utile netto di 5,3 miliardi di sterline nei primi nove mesi del 2021, quadruplicato rispetto allo stesso periodo del 2020, grazie alla "solida performance" del terzo trimestre che ha beneficiato della piena riapertura dell'economia dopo la crisi del Covid-19. La crescita dei profitti è stata favorita anche dalla forte riduzione delle svalutazioni su crediti rispetto allo scorso anno, quando l'impatto della crisi del Covid-19 fu drammatico. Nel terzo trimestre, chiuso a settembre, il gruppo ha segnato un utile netto di 1,4 miliardi, più che raddoppiato rispetto a un anno prima e oltre le attese degli analisti.

Su basi fondamentali, Bloomberg riporta che l'indice Stoxx delle Banche europee è ancora tra i meno "cari" con un P/E di 11,40x.  

Analisi Tecnica. Il quadro grafico del settore bancario europeo è impostato al rialzo a partire dai minimi del marzo 2020 e ha fornito un recente segnale di forza violando i precedenti massimi dell'anno a 142 punti. 

Il primo target del movimento è stato ormai raggiunto, verso area 149 punti, livello toccato prima dello scoppio della pandemia. Tuttavia, allargando l'orizzonte temporale (secondo grafico), si nota come le quotazioni siano ancora fortemente depresse: due i massimi di periodo da tenere monitorati a 197 punti (max 2018) e a 226 punti (max 2015). Nel 2007 poco prima dello scoppio della crisi subprime arrivò a 547 punti, circa quattro volte di più. 

Operatività. Rafforziamo la visione positiva. Sfruttare lo scenario per comprare. Pronti a incrementare alla prima chiusura sopra 150 punti per target successivo verso 197/200 punti (upside potenziale +50% circa). Solo una discesa sotto area 116 punti rischierebbe di invertire la tendenza.  

Indice Stoxx Banks 



Diversi gli strumenti disponibili su Borsa italiana per intervenire sul settore finanziario europeo con una logica speculativa/di diversificazione.

Il seguente strumento consente di investire in chiave speculativa sulle banche dell'Eurozona. Lo strumento punta ad amplificare per 3 volte la performance giornaliera dell'indice Eurostoxx Banks. Leggi il documento KID.
Wisdomtree EUROSTOXX Banks 3x Daily Long  
Isin IE00BLS09N40 
Da inizio 2021: +150%

Il seguente ETF consente di replicare l'andamento del settore finanziario europeo, rappresentato dall'indice MSCI Europe Financials. Commissioni totali annue 0,30%. Non distribuisce dividendi. Nella tabella seguente i dieci titoli più pesanti. Leggi il documento KID.
SPDR MSCI Europe Financials Ucits
Isin IE00BKWQ0G16 
Da inizio 2021: +28% 

Il seguente ETF consente di investire sulle banche italiane senza leva diversificando il rischio emittente. Investe direttamente su un basket di banche italiane appartenenti all'indice FtseMib, ciascuna delle quali con un peso non superiore al 15% del totale. Ciò consente di mantenere una elevata diversificazione all'interno del comparto. I pesi vengono "ribilanciati" su base trimestrale a marzo/giugno/settembre/dicembre. Costo annuo 0,35%. Non distribuisce dividendi. Leggi il documento KID.

Wisdomtree FtseMib Banks  
Codice Isin: IE00BYMB4Q22
Da inizio 2021 +41,0%

www.websim.it