Petrolio, in rosso dopo i deludenti dati cinesi

 

 

Idea speculativa su base grafica e di newsflow macro/fondamentale, scelta tra Azioni, Indici, Forex, Cripto e Materie Prime tramite i certificati Turbo24 di IG.

Newsflow. Nel secondo trimestre il Pil cinese ha segnato un ritmo di crescita dello 0,8% rispetto al primo trimestre, più lento del 2,2% registrato nei primi tre mesi dell'anno. Rispetto allo stesso periodo dell’anno, la crescita è stata del 6,3%. Gli analisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento del 7,3% anno su anno.

Scenario grafico di breve-medio periodo. Il Brent future, ora a 79,2 usd -1%, rafforza la reazione partita dalla parte bassa della banda, 70/75 - 85/89 usd, che dura da oltre 2 trimestri. Per quanto da inizio 2022, il petrolio è in downtrend, al momento non ci sono segnali che preannuncino un'uscita dal citato range, per cui siamo ancora in zona d'acquisto (per trading) per target verso 85/89 usd.

Operatività multiday sul Turbo24: a questi prezzi, e soprattutto in caso di nuove flessioni verso 75/70 usd, suggeriamo ancora posizioni scalettate LONG sul BRENT CRUDE con Knock Out a 69,2857 usd, fattore di leva 8x, con il certificato disponibile sulla piattaforma IG.

La lontananza del livello di Knock Out limita gli stop loss legati alla volatilità dei mercati, permettendo così di replicare più volte questa idea operativa anche multiday, vista l'efficienza dello strumento, e/o di aumentare il controvalore della posizione. 

Target: prese di profitto verso 85/89 usd (preso più volte in queste settimane il target di brevissimo in zona 74/78 usd).

Allerta: se le quotazioni toccano il livello di Knock Out, il capitale investito si azzera.

Per maggiori informazioni sui Turbo24 visita il sito IG.com

Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti 

AVVERTENZE


Gli Analisti Finanziari di Websim