COMUNICAZIONE DI MARKETING

TOP 3 Soluzioni d'investimento

La coppia d'oro: Rame e Petrolio per il Cash Collect che rende il 12%

Le tensioni geopolitiche e un mix di cali dell’offerta e aumento della domanda, stanno dando ulteriore slancio ai prezzi di rame e petrolio, due tra le risorse più cruciali per la nostra economia. Queste oltre ad aver già messo a segno ottimi rialzi da inizio anno, nel prossimo periodo potrebbero continuare a beneficiare dell’intricato contesto nel quale ci troviamo. Il rame, ad esempio, oltre ad essere uno dei metalli industriali cruciale per moltissimi processi industriali, è anche un elemento chiave per la produzione di armamenti, un tema che sta diventando sempre più centrale visti i decisi aumenti dei budget per la difesa a livello globale.

Proprio per cercare di cavalcare le tendenze in atto sul rame e sul petrolio, nasce il nuovo certificato Cash Collect di Leonteq, che punta su questo binomio composto da oro nero e metallo rosso. Lo strumento (ISIN CH1336238634) convince anche per l’ottimo profilo di rischio-rendimento che riesce ad offrire. Vanta un rendimento annuo a doppia cifra del 12%, pagato tramite cedole mensili con memoria dell’1%, a fronte di barriere ampie al 60% dei livelli iniziali. Opzione “Quanto” contro il rischio cambio e possibilità di richiamo da parte dell’emittente (Softcallability da ottobre). Durata 3 anni (scadenza aprile 2027). Leggi approfondimento qui. Leggi attentamente il KID.

ISIN

CH1336238634

EMITTENTE

Leonteq

SETTORE

Materie prime

SOTTOSTANTI

LME Copper e WTI CRUDE NYMEX

PUNTI DI FORZA

- PREMI MENSILI con memoria dell'1% (12% annuo) 

- BARRIERE AMPIE al 60%

- SOFTCALLABILITY da ottobre 

 

Maxi cedola del 15% per chi punta sulle banche

Per chi è in cerca di Maxi Cedole consistenti su un basket di titoli solidi, Vontobel propone il Maxi Cash Collect (ISIN DE000VD39AV9) che punta sulle banche, un comparto che continua a mostrare i muscoli e sul quale rimangono rosee le prospettive. Lo strumento paga un super cedolone del 15% fra due mesi (25 giugno) praticamente incondizionato, visto che la barriera per il maxi premio è al 10%. Un’ottima soluzione anche per chi è a caccia di cedole importanti in vista della compensazione fiscale per le minusvalenze in portafoglio e in scadenza già quest’anno. I sottostanti sono un mix di banche europee e italiane: BPER Banca, Banco BPM, Barclays e UniCredit. Il prodotto è “Quanto”, dunque senza rischio cambio e nonostante la maxi cedola iniziale riesce a pagare un premio bimestrale del 1%, ovvero il 6% annuo. La è abbastanza profonda al 55% degli strike sia per i premi che per la scadenza. Durata 4 anni (scadenza aprile 2028). Leggi approfondimento qui. Leggi il KID.

ISIN

DE000VD39AV9

EMITTENTE

Vontobel

SETTORE

Banche 

SOTTOSTANTI

BPER Banca, Banco BPM, Barclays e UniCredit

PUNTI DI FORZA

 

- MAXI CEDOLA DEL 15% a giugno 2024

- PREMI BIMESTRALI DELL'1% (6% ANNUO) E BARRIERE AMPIE

- SOTTOSTANTI CON OTTIME PROSPETTIVE

- EFFICIENZA FISCALE 

 


Torna sulla pari il Bond Barclays 5,7% annuo lordo

Con la risalita dei tassi, alcuni Bond corporate andati a premio negli ultimi mesi sono tornati sulla pari, recuperando appeal. È il caso del bond Euro Fixed Rate Callable di Barclays ISIN XS2700673440. Un’obbligazione corporate senior unsecured che propone una cedola annua lorda del 5,7% cumulabile pagata a scadenza o su eventuale rimborso anticipato discrezionale (Callable) da parte dell’emittente. La struttura prevede la possibilità di callability annua a partire dalla fine del primo anno (febbraio 2025) e scadenza a 15 anni. A scadenza o in caso di richiamo, il bond rimborsa il valore nominale al 100%, più le cedole maturate. Per approfondimenti visita il link. Leggi attentamente il KID.

ISIN

XS2700673440

EMITTENTE

Barclays

SETTORE

BOND corporate senior unsecured

PUNTI DI FORZA

 

- CEDOLE annue del 5,7%

- PROTEZIONE 100% del capitale

- RIMBORSO anticipato dal primo anno

- PREZZO SULLA PARI 

 

Disclaimer:

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti. L’investimento in Certificate espone il risparmiatore al rischio default dell’emittente. Per informazioni su Intermonte SIM S.p.a., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare qui.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente.

COMUNICAZIONE DI MARKETING