COMUNICAZIONE DI MARKETING

  Puntare sulla crescita globale con protezione totale

Negli ultimi 12 mesi le principali Borse mondiali hanno avuto andamenti non allineati. A Wall Street l’indice S&P 500 si trova oggi pressappoco dove si trovava un anno fa. Performance piatta anche per il mercato azionario della Cina interna, rappresentato dal CSI 300, mentre l’Hang Seng di Hong Kong è sceso del 5,2%. Per contro, la performance migliore è della Borsa giapponese con l’indice Nikkei di Tokio in rialzo dell’11,8%. Buona anche la prestazione dei mercati europei, riassunta dallo Stoxx Europe 600 in rialzo del 5,7%. 

Indovinare che cosa faranno le Borse mondiali nei prossimi tre anni è un bell’azzardo. In linea di massima le Borse sono influenzate dall’andamento dell’economia e dal comportamento delle banche centrali. Le ultime previsioni del Fondo monetario internazionale (Fmi), diffuse ad aprile, dicono che le economie avanzate dovrebbero registrare un rallentamento della crescita passando dal 2,7% del 2022 all'1,3% del 2023. La crescita globale dovrebbe scendere dal 3,4% del 2022 al 2,8% del 2023, prima di assestarsi al 3,0% nel 2024.

https://www.imf.org/-/media/Images/IMF/Publications/WEO/2023/April/English/growth-projections.ashx

Nello scenario di base del Fmi, l'inflazione globale complessiva dovrebbe scendere dall'8,7% nel 2022 al 7,0% nel 2023, grazie al calo dei prezzi delle materie prime, ma è probabile che l'inflazione sottostante (core) diminuisca più lentamente. Nella maggior parte dei casi è improbabile che l'inflazione torni all'obiettivo prima del 2025.

L’investitore che cerca di essere il più razionale possibile si informa, analizza i dati, li confronta con i precedenti storici, insomma fa tutto il possibile per crearsi una visione logica e coerente nel medio termine. L’investitore sa che sono le scelte azzeccate nel medio termine a portare i guadagni più consistenti.

L’andamento degli utili delle società quotate è uno degli indicatori più seguiti per fare previsioni sull’andamento delle Borse. Il grafico qui sotto riporta le previsioni elaborate dalla casa d’investimento britannica Schroder divise per area geografica. È nei Paesi emergenti che dovrebbe realizzarsi la più consistente crescita degli utili nel 2024 (+17%) e nel 2025 (+12%). Ma anche negli Stati Uniti i profitti dovrebbero crescere in maniera considerevole (+12% nel 2024 e nel 2025).

Pur mettendo insieme dati come questi, e molti altri ancora, anche i migliori strategist più di tanto non possono fare a fronte dell’imprevisto. Una crisi geopolitica, un brusco cambiamento climatico, l’improvvisa affermazione di una tecnologia, sono alcuni esempi di eventi che possono drasticamente influenzare i mercati finanziari.

Ed è qui che si delineano le diverse tipologie di investitori: sostanzialmente in base alla propensione al rischio. Mettere dei soldi nel mercato azionario vuole dire per definizione accettare un rischio, senza il quale è impossibile partecipare all’aumento della ricchezza generato dalla crescita economica di un Paese, di un Continente e dell’intero pianeta.

Esistono, però, strumenti che permettono di ridurre il rischio a fronte, evidentemente, di una moderazione dei potenziali guadagni. Sono soluzioni che rendono l’investimento azionario più accettabile anche a chi, per natura o per necessità, pensa di non potere affrontare perdite sul capitale investito.

Scommessa sull’azionario globale con protezione totale del capitale

Uno degli strumenti più interessanti è il certificate Callable Partecipation di Goldman Sachs con un unico sottostante, l’indice MSCI World Diversified Dividend Select 50. Questo prodotto, identificato dal codice ISIN JE00BDYVKP47, è stato emesso lo scorso 30 gennaio al prezzo nominale di 1.000 euro con durata di tre anni e mezzo. Il sottostante è un indice che riflette l’andamento delle principali Borse mondiali. Il certificate garantisce la protezione totale del capitale investito che alla scadenza, nell’agosto 2026, sarà rimborsato come minimo a 1.000 euro.

Passati quattro mesi dall’emissione, il prodotto resta più che mai d’attualità vista l’incertezza che domina i mercati globali, ed è diventato ancora più interessante perché oggi lo si può comprare sul mercato a 946 euro. Grazie a questo calo della quotazione, la performance minima garantita del certificate fra tre anni e due mesi sarà un rendimento circa del 5,8%.

Potenzialità di guadagno legate alla performance dell’indice

Da qui alla scadenza il certificate ISIN JE00BDYVKP47 non distribuirà nessuna cedola. Per l’investitore le possibilità di guadagno dipendono esclusivamente dalla performance finale dell’indice, calcolata come differenza fra la quotazione del fixing iniziale del 26 gennaio 2023 (1.107,296 euro) e la quotazione finale del 27 luglio 2026. Al momento del rimborso la performance, se positiva, viene replicata in maniera lineare: con una performance del 20% il certificate sarà rimborsato a 1.200 euro, con una performance del 40% il rimborso sarà di 1.400 euro. Il tutto senza alcun cap ai potenziali guadagni.
Due dati importanti:
*Le plusvalenze sono utilizzabili per compensare eventuali minusvalenze in portafoglio.

*Con qualsiasi performance negativa è garantito il rimborso a 1.000 euro.

L’indice MSCI World Diversified Dividend Select 50

L’indice che meglio rappresenta l’andamento delle Borse mondiali è il MSCI World che dall’inizio dell’anno è salito dell’8% e negli ultimi 12 mesi dell’1,2%, una performance che riassume il diverso andamento dei vari mercati regionali.

L’MSCI World Diversified Dividend Select 50 Index appartiene alla famiglia dell’MSCI World Index con qualche particolarità. È composto da circa 50 società globali selezionate tra titoli a grande, media e piccola capitalizzazione in 23 Paesi dei mercati sviluppati, il che permette di mantenere una buona diversificazione per settore e area geografica. I componenti dell’indice sono scelti e ponderati per ottenere un’elevata esposizione ai rendimenti da dividendi storici e una bassa volatilità. I pesi dei componenti dell’indice sono limitati al 5% ciascuno. Ogni tre mesi il paniere viene verificato ed eventualmente ribilanciato. Come per tutti i certificati, la performance è price return, quindi calcolata senza reinvestire i dividendi nell’indice.

In sintesi, questo indice (calcolato in euro) offre una buona diversificazione per settore ed area geografica grazie alla selezione di titoli ad alto dividendo e bassa volatilità.

Guadagnare con il rimborso anticipato

A partire da luglio 2023 ogni mese il certificate ISIN JE00BDYVKP47 potrà essere rimborsato in anticipo in base a una scelta totalmente discrezionale di Goldman Sachs. In caso di rimborso anticipato è garantito il valore nominale, più un rendimento dell’1,25% al mese cumulativo, che vuole dire un rendimento del 15% all’anno. Facciamo l’esempio che l’emittente decida per il rimborso anticipato già alla prima scadenza possibile, quella di luglio 2023: il rimborso sarà di 1.075 euro (rendimento del 7,5% sul valore nominale, quasi del 14% per chi lo ha comprato al prezzo attuale). Il rimborso anticipato dopo 12 mesi dall’emissione, a gennaio 2024, sarà di 1.150 euro (con un rendimento del 15% rispetto al valore nominale, del 22% circa rispetto ai prezzi attuali). Dopo due anni, a gennaio 2025, sarà di 1.300 euro (con un rendimento del 30% rispetto al valore nominale, del 37% circa rispetto ai prezzi attuali).

Disclaimer:

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 2 su una scala da 1 a 7.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza nemmeno generica o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

COMUNICAZIONE DI MARKETING



Leggi gli articoli della categoria
Certificati
Clicca qui