COMUNICAZIONE DI MARKETING

  Azzera il rischio e punta sull’America: il capitale protetto 106% su S&P 500

Un prodotto sofisticato per affrontare una fase sfidante per gli investitori. Quello che propone Bnp Paribas è uno strumento con due grandi qualità: 1) azzera il rischio; 2) è in grado di orientare l’investimento verso le occasioni migliori del mercato azionario americano. Con il certificate XS2444095983 la possibilità di sfruttare al meglio i trend positivi è data da un algoritmo che mette in atto una strategia di rotazione settoriale per puntare sui settori sottovalutati di Wall Street. I settori scelti non solo devono essere sottovalutati, ma devono anche godere di un momentum favorevole per potere esprimere il maggiore valore relativo. E il rendimento è amplificato da una leva 2x.

Il certificate XS2444095983 è costruito su un solo sottostante, l’indice S&P500 Sector Rotator 5% Daily RC2 0,5% Decrement (ER). Emesso il 22 novembre 2022, questo prodotto ha una durata di cinque anni durante i quali non distribuisce cedole o altre forme di rendimento. Alla scadenza, il 22 novembre 2027, l’investitore avrà diritto a un rimborso minimo garantito pari al 106% del valore nominale (100 euro). Quindi, se anche l’indice sottostante dovesse crollare del 90%, l’investitore uscirebbe con un rendimento del 6% (106 euro). Questo è vero per chi ha comprato il prodotto al valore nominale di 100 euro. Oggi il certificato quota a 97,7 euro (prezzo di chiusura di ieri) e quindi il rendimento certo sale al 8,4%. Ovviamente, come tutti i certificati, il prodotto è soggetto al rischio emittente. Ancora, il rimborso è garantito a 106 euro anche se l’indice a scadenza dovesse registrare minuscole performance positive, inferiori al 2%.

Se invece ci sarà una performance positiva a scadenza superiore al 2%, il risultato verrà ampliato da una leva 2x (raddoppio della performance) senza alcun cap (limite ai guadagni). Facciamo un esempio: se nel novembre 2027 l’indice S&P500 Sector Rotator 5% Daily RC2 0.5% Decrement (ER) sarà salito del 30% rispetto al fixing di novembre 2022, l’investitore riceverà i 100 euro del valore nominale più 60 euro (30 x 2) determinati dalla performance. Se il rialzo sarà del 50%, l’investitore riceverà 100 euro più altri 100 (50x2).

Due cose importanti sono da sottolineare:

  • la mancanza di cap sulla performance, quindi il guadagno può essere potenzialmente illimitato;
  • il certificate non può essere rimborsato anticipatamente, e quindi non c’è il rischio che in caso di forte rialzo l’emittente intervenga per tagliare i profitti dell’investitore.

S&P500 Sector Rotator 5% Daily RC2 0.5% Decrement Index (USD) ER

Il sottostante del certificate XS2444095983 è l’indice S&P500 Sector Rotator 5% Daily RC2 0.5% Decrement Index (USD) ER. Questo indice traccia la performance dell'indice S&P 500 High Momentum Value Sector Rotation, che rappresenta una strategia di rotazione settoriale che combina una miscela di approcci collaudati nel tempo per catturare i settori sottovalutati che, approfittando di un momentum favorevole, saranno in grado di esprimere il maggiore valore relativo.

In ogni congiuntura di mercato ci sono settori che sovraperformano l’indice principale e settori che sottoperformano. In questo caso l’indice principale di riferimento è l’S&P500, l’indice più rappresentativo del mercato azionario americano.

La strategia sintetizzata nell’indice S&P500 Sector Rotator punta a investire sui tre indici settoriali della Borsa americana che in quel determinato momento hanno le migliori prospettive di rialzo, scegliendo fra gli 11 indici settoriali dell’intero S&P500. Il software che individua questi indici settoriali si basa su un mix di analisi fondamentale e di valutazione del momentum. Utilizzando il confronto dei multipli (price/earnings, price-to-book) vengono scelti i cinque indici settoriali più a sconto rispetto alla media storica a 10 anni. Alla successiva selezione dei tre indici ci si arriva sulla base del concetto di momentum, cioè puntando sui settori a sconto con le migliori prospettive.

Uno strumento che sale in maniera costante nel tempo

Lo scopo di costruire un indice che segue questa strategia settoriale è di avere uno strumento che sale in maniera costante nel tempo, uno strumento in grado di fare meglio dell’S&P 500 nelle fasi calanti del mercato, ma che di default sottoperforma lo stesso S&P500 nelle fasi rialziste. Come è evidente nel grafico qui sotto, il risultato è stato perfettamente raggiunto.

Nei 16 anni presi in esame con questo back-test (l’indice è stato lanciato nel giugno 2022), l’S&P500 Sector Rotator ha realizzato una performance media annuale del 4,88%. È un risultato inferiore alla performance media annua dell’S&P500 pari al 6,91%, ma se al 4,88% applichiamo la leva x2 del certificate XS2444095983 di BnpParibas, abbiamo un rendimento del 9,7% medio all’anno che è davvero un gran bel risultato, soprattutto se si tiene conto che il rischio dell’investimento è zero, anzi, c’è la certezza di un rendimento minimo.

Per rendere il sottostante più difensivo viene applicato un meccanismo di controllo del rischio (volatility control) che ha lo scopo di contenere le oscillazioni dell’indice. In pratica, se la volatilità degli indici settoriali selezionati è superiore al 5%, il portafoglio viene aggiustato introducendo una componente di titoli di Stato Usa, in modo tale da avere una volatilità di portafoglio del 5%. Se anche così la volatilità dovesse essere superiore al 5%, il prodotto investe la parte necessaria a mantenere questo target di volatilità in cash.
Infine, l'indice è anche decrement 0,5%. Questo significa che il sottostante reinveste i dividendi dei titoli che lo compongono ma stacca un dividendo sintetico annuo a favore dell'emittente dello 0,5% (serve agli strutturatori per comprare la componente opzionaria).

A nostro avviso il certificate XS2444095983 di Bnp Paribas è uno degli strumenti più interessanti per navigare sui mercati in una fase che si annuncia molto incerta. Mercoledì 3 maggio la Fed ha alzato ancora i tassi di interesse di un quarto di punto percentuale, nonostante il rallentamento dell’economia americana, nella convinzione che la discesa dell’inflazione sia ancora troppo lenta e che i problemi del sistema bancario possano essere “danni collaterali” facilmente superabili. Il sistema bancario americano è solido, ha detto il presidente della Fed.

Le indicazioni di Jerome Powell sul futuro hanno segnato un cambiamento rispetto ai mesi passati: la Fed non dice più che i tassi potrebbero salire ancora, ma dice che la situazione sarà monitorata e le decisioni verranno prese in base ai dati provenienti dall’economia. Non si parla ancora di possibile discesa dei tassi, ma una svolta c’è.

Ottimista, Powell ha anche detto che secondo lui l’economia americana potrebbe evitare la recessione, anche se nei documenti ufficiali la Fed parla di una possibile “lieve recessione”. Insomma, come sempre il banchiere centrale si è espresso con frasi aperte a diverse possibili interpretazioni, rendendo difficile prevedere la reazione dei mercati.

E non può essere diversamente perché l’orizzonte resta contrassegnato da grandi incertezze: per gran parte degli economisti il mondo rischia una crisi profonda, addirittura una recessione globale. È l’opinione espressa dal 45% dei capo-economisti di livello mondiale intervistati dal World Economic Forum (Wef) in un sondaggio presentato due giorni fa a Ginevra in occasione del Growth Summit.

In queste condizioni è facile prevedere un aumento della volatilità e rischio di turbolenze sui mercati. Esattamente la situazione in cui il certificate XS2444095983 può regalare le migliori soddisfazioni, grazie all’azzeramento del rischio e alla leva che raddoppia la performance del sottostante.

Disclaimer:

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 2 su una scala da 1 a 7.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza nemmeno generica o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Ricordiamo, prima dell’adesione, di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

COMUNICAZIONE DI MARKETING



Leggi gli articoli della categoria
Certificati
Clicca qui