Trading ITALIA

Dopo un inizio incerto, prevalgono le vendite sulle borse europee, -0,4% l'Eurostoxx 50, ad eccezione del listino francese, +0,4% il Cac40. Il leading indicator Ocse relativo all'Italia segnala in marzo un rallentamento dello slancio per le prospettive di crescita. L'indice 'composito', che anticipa le tendenze economiche in un orizzonte di 6-9 mesi, scende a 100,8 da 101,0 di febbraio. L'Ocse segnala una prospettiva di crescita stabile per gli Stati Uniti e per il Giappone, un rallentamento della crescita per la zona euro nel suo complesso.
Tra i settori, meglio Banche e Assicurazioni per effetto della risalita dei rendimenti di mercato. Più pesanti Tech e Automotive. Wall Street attesa negativa: futures sul Nasdaq -1,1% e sull'S&P500 -0,6%.

FTSE MIB (24.720 punti, -0,4). Prevalgono le vendite, dopo il vistoso recupero di venerdì che aveva ridotto le perdite settimanali. Il quadro rimane vulnerabile visto che i prezzi sono stati respinti dalle resistenze statiche e dinamiche (parte bassa del canale rialzista indicato), dopo quattro settimane di rialzo. Cresce il rischio di assistere a maggiori approfondimenti: prossimi supporti in zona 24mila/23.800 punti.

 

ANIMA [ANIM.MI] (4,3 eu, Long da 4,2 eu) -0,2%. Il recupero di 4/4,2 eu favorisce il ritorno sui top di periodo in zona 5 eu: comprare. 

ATLANTIA (21,5 eu, Long da 20,2 eu) -2,6%. Il superamento di area 20 eu prospetta il ritorno sui massimi del 2019 in zona 25 eu: comprare, specialmente sulle debolezze.

BANCO BPM (2,83 eu, Long da 2,2 eu) -6%. Ritraccia parte dei forti rialzi messi a segno venerdì: probabile la chiusura del gap aperto e poi la ripresa della spinta. Pensiamo che punterà i top di febbraio (3,76 eu). Approfondimenti nel Fatti&Effetti grafico pubblicato venerdì mattina.

ENEL [ENEI.MI] (6,316 eu, Long da 5,7 eu) +0,1%. Segna un altro marginale massimo di periodo: ci aspettiamo che il movimento prosegua.

ENI [ENI.MI] (13,86 eu, Long da 12,5 eu) +0,3%. Allunga su nuovi top di periodo, anche se poi si sgonfia: cavalchiamo il movimento. Titolo presente nel Portafoglio LONG Piazza Affari, suggerito da Websim.

GENERALI (19,48 eu, Long da 20 eu) -0,5%. La scorsa settimana ha ritracciato completamente quella precedente di rialzo, la quarta positiva. L'impostazione rimane comunque favorevole perchè è stata rotta al rialzo la banda di oscillazione descritta da 15 anni e spartiacque per un ampio apprezzamento di medio-lungo periodo. Acquistare sulle debolezze. Titolo presente nel Portafoglio LONG Piazza Affari.

LEONARDO (9,35 eu, Long da 7,6 eu) +3%. Forte rialzo ma ancora all'interno del range delle ultime settimane di consolidamento: sfruttare le debolezze per comprare/incrementare. Titolo presente nel Portafoglio LONG Piazza Affari.

 

PRYSMIAN [PRY.MI] (30,4 eu, Long da 28,75 eu) +3,5%. Promossa da Credit Suisse. Prezzi a metà strada del range di consolidamento di medio periodo 25/28 - 34/35,5 eu. Approfondimenti nel Fatti&Effetti grafico pubblicato stamattina. Titolo suggerito prima dell'apertura nella rubrica quotidiana TRADING INTRADAY su websim.it

 

                                                                                                     ****

I titoli proposti sono solo una selezione delle strategie di Analisi Tecnica di Websim.it, non rappresentano un Portafoglio consigliato. Si rimanda alla rubrica quotidiana "TRADING e titoli SEXY", pubblicata nella sezione di Analisi Tecnica, per gli aggiornamenti delle strategie Italia/Eurozona e per una lista di azioni che transitano su interessanti livelli d'acquisto.

NOTA: viene considerato un margine di tolleranza del +/- 1,5% sui livelli tecnici riportati nelle strategie (entry level, target e stop loss/profit). Si rammenta che per gli “ingressi sulla forza”, ma soprattutto per gli “stop loss”, fanno fede i prezzi di chiusura.

www.websim.it

Responsabile Analisi Tecnica


sg:navDescr
Leggi gli articoli della categoria
Analisi Azioni
Clicca qui