NOTORIOUS PICTURES

NOTORIOUS PICTURES

Notorious Pictures acquisisce i diritti di opere cinematografiche per distribuirle e promuoverle attraverso tutti i canali disponibili. Le sue attività comprendono l'editing per il mercato italiano, la pubblicità, la distribuzione al cinema, in home video, e la vendita dei diritti televisivi e dei nuovi media. Fondata nel 2012 da Guglielmo Marchetti, ha sede a Roma.

NOTORIOUS PICTURES
NOTORIOUS PICTURES
Prezzo
1,04 €
Rendimento Giornaliero
+0,00%
Prezzo e stime aggiornati alle 18:00 del 16/05/2024
Borsa Italiana - EGM

Notorious Pictures acquisisce i diritti di opere cinematografiche per distribuirle e promuoverle attraverso tutti i canali disponibili. Le sue attività comprendono l'editing per il mercato italiano, la pubblicità, la distribuzione al cinema, in home video, e la vendita dei diritti televisivi e dei nuovi media. Fondata nel 2012 da Guglielmo Marchetti, ha sede a Roma.

Target di lungo termine
2,20 €
Analisi fondamentale:
Molto Interessante
Strategia tecnica in corso:

ISA - indice sintetico di attrattività

5,00
Valore Fondamentale
1,98
Momentum
1,92
Attrattività Settore
3,45
Solidità Finanziaria
Analisi Fondamentale di NOTORIOUS PICTURES - 16/10/23

Giudizio: Molto Interessante

Prezzo: 1.30€

Target di lungo termine: 2.00€

Performance finanziaria del primo semestre 2023

La società Notorious Pictures ha registrato un calo del 20% dei ricavi nel primo semestre 2023, con entrate pari a 14,0 milioni di euro. Le entrate dalla distribuzione sono diminuite del 29,0% rispetto all'anno precedente, a causa della riduzione delle vendite dei diritti per la televisione a pagamento. Tuttavia, si è registrata una tendenza molto positiva per le entrate legate alla gestione dei cinema, che sono aumentate del 48% grazie alla piena riapertura delle sale e al buon recupero del pubblico. Le entrate legate all'attività di produzione sono diminuite, ma questo valore è stato quasi compensato dal cambiamento delle scorte, in quanto diverse produzioni cinematografiche sono state completate a luglio 2023 e inizieranno ad essere commercializzate nel secondo semestre 2023. Altre entrate e redditi, principalmente legati a sovvenzioni pubbliche, sono aumentati considerevolmente da 0,9 a 6,2 milioni di euro. Tuttavia, a causa della diminuzione dei ricavi, in particolare del contributo ridotto dell'attività di produzione, si è registrato un importante calo degli utili.

Prospettive per il secondo semestre 2023

Nel primo semestre 2023, i cinema italiani hanno sperimentato una promettente ripresa e si prevede che il 2023 si concluderà con circa 70 milioni di biglietti venduti, in calo del 20% rispetto ai livelli pre-Covid, ma in aumento del 50% rispetto al 2022. Allo stesso tempo, si è osservato un raffreddamento della domanda per l'esposizione di contenuti "first pay". Tutti i principali attori del settore hanno ridotto i budget di acquisto, influenzando di conseguenza i produttori indipendenti. Nel complesso, il secondo semestre 2023 dovrebbe consentire a Notorious di capitalizzare la ripresa delle presenze al cinema attraverso un promettente programma di film. Le prospettive di ricavi dipendono dalle negoziazioni in corso per la monetizzazione dei diritti "first pay", con la possibilità di vendite bundle, soprattutto dato il potenziale di successo di The Hunger Games, e dal momento effettivo delle vendite delle produzioni appena completate. Per il 2024 e il 2025, prevale un ottimismo cauto, con l'anticipazione di una riduzione del numero di film distribuiti, ma anche la possibilità di acquisire titoli di maggiore rilievo.

Modifiche nelle stime

In base ai risultati del primo semestre 2023, si riducono le previsioni di ricavi per il settore della distribuzione nel periodo 2023-2025, ma si migliorano le stime per il settore della gestione cinematografica. Si percepisce una maggiore visibilità sulle previsioni per l'attività di produzione cinematografica, in cui Notorious sta lavorando su diversi progetti importanti, compreso uno sviluppo interno di una serie da consegnare nel 2024. Tuttavia, nel 2023 non è del tutto certo che l'azienda riuscirà a concludere la vendita della produzione cinematografica più importante ("A sudden case of Christmas", con Danny De Vito e Andie MacDowell); se la vendita viene posticipata al 2024, si ipotizza uno spostamento di circa 8 milioni di euro di ricavi. Le stime presuppongono che le sovvenzioni pubbliche all'industria cinematografica rimangano invariate nei prossimi anni. Sotto la linea dell'EBIT, si prevede un aumento degli oneri finanziari, parzialmente compensato dall'ipotesi di tasse più leggere.

Raccomandazione di acquisto

I risultati del primo semestre 2023 hanno mostrato un forte calo dei ricavi e dei margini, principalmente attribuibile a progetti di produzione cinematografica che non sono stati venduti entro la fine del periodo, ma il cui impatto positivo si verificherà nel secondo semestre 2023 o nel 2024. Nonostante questa temporanea mancanza, abbiamo adeguato le nostre stime per tener conto di un budget di acquisto ridotto da parte dei principali operatori mediatici. D'altra parte, l'importante aumento delle presenze al cinema è confortante per il settore. Nel complesso, confermiamo la nostra visione sul titolo, spostando il nostro obiettivo a 2,0 euro (modello DCF, Wacc 10%, tasso di crescita 1,0%).