MAPS GROUP

MAPS GROUP

Maps Group SpA progetta, produce e distribuisce software per l'analisi dei big data aziendali. Ha tre divisioni: Large Enterprise (soluzioni di integrazione e analisi semantica e predittiva), Healthcare Industry (software per la gestione dei pazienti) e Gzoom (software per le amministrazioni pubbliche). Fondata nel 2002, ha sede a Parma.

MAPS GROUP
MAPS GROUP
Prezzo
2,52 €
Rendimento Giornaliero
-1,56%
Prezzo e stime aggiornati alle 17:03 del 21/06/2024
Borsa Italiana - EGM

Maps Group SpA progetta, produce e distribuisce software per l'analisi dei big data aziendali. Ha tre divisioni: Large Enterprise (soluzioni di integrazione e analisi semantica e predittiva), Healthcare Industry (software per la gestione dei pazienti) e Gzoom (software per le amministrazioni pubbliche). Fondata nel 2002, ha sede a Parma.

Target di lungo termine
4,10 €
Analisi fondamentale:
Molto Interessante
Strategia tecnica in corso:

ISA - indice sintetico di attrattività

0,00
Valore Fondamentale
1,67
Momentum
2,49
Attrattività Settore
2,88
Solidità Finanziaria

FATTO
Maps è una PMI innovativa attiva nell’ambito della digital transformation. La società, con sede a Parma, è stata fondata nel 2002 è ha all’attivo 170 dipendenti. 

Maps elabora software che consentono di gestire una grande quantità di dati per l’assunzione di decisioni strategiche e l’elaborazione di modelli di business delle aziende.

Secondo l’ultimo report di Worldwide Semiannual Digital Transformation Spending Guide, la spesa globale in digital transformation crescerà, nel periodo compreso fra il 2019-23, ad un tasso annuo di crescita composto superiore al 17%. Entro il 2023, il totale degli investimenti dovrebbe raggiungere i 2,3 trilioni di dollari, ovvero la metà della spesa ICT a livello mondiale. 

Azionariato

Il capitale sociale di Maps, pari a 1.106.300 euro, è composto da 9.133.000 azioni ordinarie, prive di valore nominale. La distribuzione è illustrata dalla seguente tabella. 




Modello di Business

Maps produce e distribuisce software che permettono alle aziende clienti di analizzare e gestire grandi quantità di dati. L’attività è strutturata secondo tre divisioni: Healthcare, Large Enterprise e Gzoom. 

La divisione Healthcare è dedicata alle strutture sanitarie, alle quali propone software per la gestione del flusso dei pazienti e per la valutazione delle proprie performance, con l’obiettivo di migliorare il servizi offerti. 

La unit Large Enterprise si rivolge alle imprese con un volume d’affari superiore ad un 1 miliardo di euro, e operanti in diversi settori. A queste, la società propone software per migliorare l’efficienza nella gestione dei fornitori, la performance del personale e la comprensione delle esigenze dei clienti.

La divisione Gzoom propone soluzioni che hanno il fine di migliorare la gestione degli enti pubblici, consentendo la valutazione della performance e il raggiungimento degli obiettivi. 

Il gruppo investe in maniera significativa in ricerca, e nel 2016 ha costituito un'apposita divisione, dove operano 12 risorse qualificate. Negli ultimi 5 anni, Maps ha destinato a questa attività 3,5 milioni di euro. 

Newsflow recente

• La situazione dopo l’epidemia Covid-19. Non è possibile quantificare l’impatto che l’epidemia potrà avere sulla raccolta ordini. Tuttavia, la società, insieme ai dati di bilancio, ha dichiarato che “non ci sono stati impatti sull’evasione degli ordini acquisiti. Le attività di delivery proseguono normalmente grazie a un massiccio utilizzo dello smart working”.

• Nell'ambito del contrasto al Covid-19, il gruppo ha sviluppato l’app “Roialty Zerocoda”, destinata al settore retail e farmaceutico. Il sistema permette di prenotare il proprio accesso, sia direttamente presso il punto vendita, sia via web mediante un servizio online con o senza registrazione. L’obiettivo è quello di evitare assembramenti pericolosi per il diffondersi dell’epidemia Covid-19. Il sistema è stato di recente adottato dal Cup del Servizio di Laboratorio Analisi dell’ospedale San Gerardo di Monza. Gli utenti, attraverso il collaudato sistema di prenotazione Artexe, possono effettuare su appuntamento gli esami di Laboratorio Analisi in accesso diretto. Il servizio sarà utilizzato anche dal CUP per i tamponi di controllo da eseguire sui pazienti dimessi dopo il ricovero per Covid-19.

Ultimi dati di bilancio, i conti 2019

Maps ha chiuso lo scorso esercizio con un valore della produzione pari a 18,6 milioni di euro, +17,2% rispetto al 2018.

Il totale dei ricavi ammonta a 17 milioni di euro, +13,8% anno su anno. I canoni ricorrenti sui ricavi si sono attestati al 23% (2018: 18%), trainati dallo sviluppo e dalla vendita di soluzioni proprietarie. Il Margine di contribuzione sui ricavi è arrivato al 43% (2018: 41%).

L’EBITDA è stato pari 3,8 milioni di euro, +27,2% rispetto al 2018.

L’EBITDA margin ha raggiunto il 22,2% (2018: 19,9%, proforma: 22,0%,). L’Utile Netto è arrivato a 2 milioni, +19,8% rispetto al 2018.  

La Posizione Finanziaria Netta è arrivata a 4,4 milioni (2018: 3 milioni).

"Lo sviluppo e la vendita di soluzioni proprietarie innovative ci ha consentito di incrementare significativamente l’incidenza dei canoni ricorrenti (23% nel consolidato 2019 rispetto al 18% nel consolidato 2018), che rappresenta un ottimo indicatore del successo della nostra offerta e della ricorrenza dei ricavi. Nel corso dell’anno le strutture commerciali e di supporto sono state fortemente rafforzate. Sono aumentati gli investimenti in ricerca e sviluppo e nel 2020 continueremo ad investire su soluzioni che ci consentono di aumentare i ricavi e la marginalità”, afferma l'a.d. Marco Ciscato. 

Parere analisti

KT&P assegna al titolo un target price pari a 3,46 euro.

Il prezzo obiettivo esprime, rispetto a quello corrente, un potenziale rialzo del 69%. Il target price è stato limato rispetto a quello precedente (4,21 euro) per tenere in considerazione anche gli effetti dell’epidemia Covid-19. 

KT&P delinea tre scenari, che si basano su una differente durata del lockdown e quindi su diverse ipotesi di  ricavi. Lo scenario di base prevede, per il 2020, ricavi pari a 19 milioni, cifra che potrebbe raggiungere i 26,4 milioni nel 2022. 

Nello studio si fa riferimento ad alcuni punti di forza della società, ovvero la proposta di soluzioni proprietarie che garantiscono una maggiore redditività. Inoltre, la società ha cominciato il 2020 con la stipula di importanti partnership, come il contratto quadro concluso con la Regione Emilia Romagna della durata triennale e del valore complessivo di 5,5 milioni di euro. 

Nella tabella sottostante le cifre sotriche (A) e prospettiche (E) elaborate da KT&P

 

www.websim.it