Titoli Caldi

SUPPLY@ME - Il management aumenta la partecipazione

<p>Supply@ME Capital plc [SYME.L] è una società che fornisce l'innovativo servizio di Inventory Monetisation per aziende di diversi settori industriali, potrebbe mettersi in luce in Borsa.</p><p>La società ha reso noto che l'amministratore delegato
L'amministratore delegato Alessandro Zamboni acquista 100mila azioni a 0,48 pence (0,10 pence il prezzo di Borsa)

Supply@ME Capital plc [SYME.L] è una società che fornisce l'innovativo servizio di Inventory Monetisation per aziende di diversi settori industriali, potrebbe mettersi in luce in Borsa.

La società ha reso noto che l'amministratore delegato Alessandro Zamboni ha sercitato un opzione per acquisire 100.000 azioni ordinarie in The AvantGarde Group SpA ("TAG") da membri del patto di sindcato. TAG è il principale azionista di Supply@ME e possiede altre due aziende nel settore Fintech.

Il regolamento dell'operazione sarà effettuato in contanti e azioni Supply@ME di proprietà di TAG.

È importante notare che l'elemento di valutazione della transazione in azioni Supply@ME è pari a una media di 0,48 pence per azione, rispetto al titolo in Borsa che tratta 0,1 pence.

Un contesto positivo per la società che sta riscuotendo l'interesse di istituzioni e distretti dei vini italiani di alta gamma, come Barolo, Brunello, Franciacorta. Ne parla il settimanale di Gambero Rosso, Tre Bicchieri. 

L'a.d. Zamboni ha rilasciato un'intervista che illustra il sistema di inventory monetisation: Creiamo valore dalle rimanenze e dagli stock in magazzino, come vini in botte, in fase di affinamento, ma in un modo diverso da quanto accade coi finanziamenti bancari.

In dettaglio, Supply@Me svolge prima un'analisi dell'azienda, poi compra gli stock per immettere liquidità: Informatizziamo questi beni dando vita a delle cartolarizzazioni che, attraverso società veicolo, sono collocate sul mercato a favore di investitori esteri, che sottoscriveranno dei titoli finanziari, precisa il manager. 

Zamboni sottolinea che le imprese rimangono in possesso dei vini: Noi acquistiamo gli stock a un prezzo (ad esempio mille euro) che è una via di mezzo tra il franco cantina e il prezzo al pubblico, meno la nostra provvigione che è dell'8%. E quando l'azienda venderà sul mercato le sue bottiglie a prezzi al consumo, quindi più alti, potrà scegliere se riacquistare le sue bottiglie restituendo quei mille euro a Supply@Me oppure optare per la permuta, mettendo a disposizione altri vini del proprio magazzino, anche se questi saranno disponibili in un tempo di sei mesi, alimentando di nuovo il sistema.

www.websim.it