Free Area

Ri-partiamo. Ecco cosa inserire nella valigia degli investimenti

<p>Comunicazione di marketing</p><p>Il vento è cambiato. In Borsa, il turismo continua a viaggiare a vele spiegate, nonostante la pandemia abbia messo a dura prova i conti delle società.</p><p>Se c’è un comparto infatti che ha sofferto più di altri l
Per scommettere sul settore turistico è interessante il certificate di Vontobel ad Isin DE000VP960L9 che ha come sottostanti Expedia e Tripadvisor. Il prodotto prevede la distribuzione di cedole trimestrali pari a 38,24 euro che superano il 15% annuo, in funzione di una barriera posta al 65%. Oggi quota sopra la pari a 1085 euro, ma il prezzo non deve trarci in inganno. Analizziamo il perché.

Comunicazione di marketing

Il vento è cambiato. In Borsa, il turismo continua a viaggiare a vele spiegate, nonostante la pandemia abbia messo a dura prova i conti delle società.

Se c’è un comparto infatti che ha sofferto più di altri la crisi è quello dei grandi viaggi. Il crollo c’è stato: l’Organizzazione mondiale del turismo ha comunicato che il settore globale ha perso 1.300 miliardi di dollari nel 2020 a causa delle restrizioni imposte dai governi di tutto il mondo. La cifra corrisponde a un calo del 74% degli arrivi di turisti nel mondo rispetto al 2019.

Questo la direbbe lunga sulla situazione. Però qualche bagliore di luce comincia a vedersi, specie dopo che sono stati somministrati i primi vaccini che fanno ben sperare.

A sentire le strutture, le richieste stanno crescendo lentamente dopo una valanga di disdette in piena fase pandemica. Se alcune compagnie aeree come EasyJet hanno già registrato +250% di prenotazioni per la prossima estate, i tour operator hanno già ricevuto un mucchio di conferme per la fine dell’anno e l’inizio del 2022.

Per il momento è impossibile stabilire con certezza quanto e dove si viaggerà nei prossimi mesi, ma si possono comunque ricavare delle indicazioni di massima dai comportamenti online degli utenti. Parlando in numeri, secondo un recente sondaggio condotto da Tripadvisor, il 47% degli intervistati sta già pianificando un viaggio all’estero, mentre soltanto il 30% ha scartato questa ipotesi.

Sebbene questo sia un passo avanti positivo, c’è ancora molta strada da fare e probabilmente sarà nella seconda metà dell’anno che si inizierà a vedere una ripresa concreta quando verranno allentate le misure di sicurezza a livello globale.

Intanto per quanto riguarda i mercati finanziari sembra non esserci Covid che tenga con gli investitori che già hanno premiato con rinnovata fiducia il comparto.

Dopo alcuni mesi di difficoltà, coincidenti con la prima ondata di contagi, i titoli del settore hanno invertito la tendenza e negli ultimi mesi hanno ricominciato a correre. Tant’è che per il 2021 molti analisti stimano rialzi a doppia cifra. Nomi, che è impossibile non conoscere come Expedia e Tripadvisor da inizio anno guadagnano rispettivamente il +11% e il +29%. Entrambi i titoli hanno notevolmente recuperato le perdite superando addirittura i livelli pre-pandemia dopo i minimi toccati a marzo. Di seguito un grafico che li mette a confronto.

 

Con il proseguire della campagna vaccinale, il 2021 potrebbe essere proprio l’anno della rinascita per i grandi viaggi e per le azioni legate al turismo, a maggior ragione se verranno implementate misure di riduzione del rischio. Nello specifico l’effettuazione di test, il tracciamento e i certificati di vaccinazione saranno fondamentali per promuovere viaggi sicuri e per preparare il motore della ripresa, quando le condizioni lo permetteranno.

Come è sempre avvenuto dopo ogni shock finanziario, a cui è conseguito un calo notevole dei viaggi per un certo periodo di tempo, nel lungo termine tutto cambia perché inevitabilmente la situazione torna alla normalità e avviene la piena ripresa. Potrebbe dunque essere il momento giusto per cercare delle opportunità nel settore. E’ difficile pensare che questo virus permanga per anni a livelli tali da impedire ancora per molto tempo il ritorno alla normalità degli spostamenti.

Ormai l’abbiamo capito: tornare a viaggiare sarà uno degli obiettivi primari post Covid e non appena si potrà, le persone vorranno recuperare tutto ciò che hanno perso in questo periodo di tempo. Abbiamo dunque pensato di selezionare una soluzione di investimento che potesse offrire la possibilità di puntare su aziende che hanno diverse esposizioni all’interno del comparto turistico e che potrebbero beneficiare della futura ripresa.

Il prodotto in questione ci offre una visione di circa due anni e allo stesso tempo fornisce ritorni attraenti ed una buona difesa grazie alla profondità del livello della barriera.

Parliamo del certificate emesso da Vontobel con Isin DE000VP960L9 che oggi quota sopra la pari a 1085 euro e ha come sottostanti Expedia e Tripadvisor. Il prezzo di acquisto del prodotto non deve però trarci in inganno e farci trascurare questo certificato considerando le elevate cedole trimestrali di 38,24 euro che superano il 15% annuo, e la barriera che condiziona il pagamento della cedola stessa posta al 65% del livello iniziale dei sottostanti.

Il certificate gode dell’effetto memoria e avrà scadenza naturale nel 2022 ma, da novembre 2021 offre la possibilità di rimborso anticipato se i tre sottostanti quoteranno ad un valore eguale o superiore al prezzo di riferimento iniziale.

Chi che crede che il turismo abbia effettuato soltanto lo sprint iniziale, deve guardare con attenzione a questo prodotto ed alla sua cedola prevista a febbraio, molto probabile, anzi quasi certa se consideriamo che i titoli sono saliti molto rispetto al loro prezzo iniziale come si evince dalla tabella a seguire. La data di osservazione per il pagamento della cedola è oggi 9 febbraio, mentre l’incasso avverrà il 16 febbraio.

Inoltre non è da sottovalutare la possibilità di rimborso anticipato considerando che i titoli sono ampiamente sopra i livelli di strike (Expedia +14,8% e Tripadvisor +49,7%). Se a novembre 2021 i due sottostanti quoteranno intorno a questi valori, il prodotto sarà rimborsato e l’investitore riceverà 1.000 euro per ogni certificato più lo stacco di quattro premi trimestrali. Questo permetterà all’investitore di incassare in nove mesi e ai prezzi attuali (1085) un guadagno di circa il 7,4% tra capital gain e cedole.

Addentriamoci nel meccanismo e guardiamo come funziona il prodotto nello specifico.

Coupon trimestrale condizionato

A partire da febbraio 2021, e per tutta la vita del prodotto, ogni trimestre l’investitore riceverà una cedola pari a 38,24 euro se, ad ogni data di valutazione, Expedia e Tripadvisor si troveranno sopra al livello di barriera, ovvero senza registrare una perdita superiore al 35% dal livello iniziale. Il rendimento annualizzato è del 15,29%.

Qualora anche solo uno dei sottostanti si trovasse al di sotto della barriera del 65%, non sarà pagato nessun premio per quel trimestre. Il premio non sarà però perso se entrerà in gioco l’effetto memoria.

Effetto memoria

I premi del certificato godono dell’effetto memoria, che permette di recuperare tutti i coupon trimestrali non distribuiti in precedenza. In particolare, se anche uno solo dei sottostanti si dovesse trovare sotto la barriera a una delle date di valutazione, la cedola di quel trimestre non è persa. In caso di recupero sopra al livello di barriera per tutti i sottostanti (a una delle date di valutazione successive) scatta l’effetto memoria che consente di ricevere le eventuali cedole non distribuite precedentemente oltre a quella del trimestre in corso. Tale effetto resta valido per l’intera vita del prodotto, compresa la data di scadenza, indipendentemente dal fatto di essere scattato una o più volte in precedenza.

Rimborso anticipato

Il certificate gode della clausola trimestrale del rimborso anticipato che scatterà a partire dal 16 novembre 2021. Se tutti e due i sottostanti, alla data di valutazione, quoteranno ad un valore superiore o uguale al 100% del livello iniziale, l’investitore riceverà 1000 euro per ogni certificato con lo stacco della cedola di quel trimestre e in più tutti i premi eventualmente non distribuiti precedentemente.

Qualora si verifichi il rimborso anticipato del prodotto, i premi successivi non verranno pagati. In caso contrario, se la condizione non viene soddisfatta, il prodotto continuerà a quotare con le stesse caratteristiche.

Rimborso a scadenza

Se, alla data di valutazione finale a novembre 2022, tutti e due sottostanti quoteranno a un livello superiore al 65% del livello iniziale, l’investitore riceverà 1000 euro per ogni certificato più l’ultima cedola e quelle eventualmente mai distribuite.

Se, invece, a quella data anche uno solo dei sottostanti si troverà sotto alla barriera, si registrerà una perdita significativa di capitale. In questo caso, l’investitore riceverà 1000 euro meno la performance del peggior titolo del paniere. Se, ad esempio, Expedia dovesse registrare un calo del 40% dal livello iniziale il certificate verrebbe ritirato a 600 euro. Se anche solo uno dei sottostanti dovesse andare a zero, il valore del prodotto si azzererebbe.

Ricordiamo, prima dell’adesione di leggere attentamente il Prospetto di Base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le Condizioni Definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all’investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell’emittente: clicca qui.

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica – o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Il Certificate è soggetto ad un livello di rischio pari a 6 su una scala da 1 a 7. L’investimento in questa tipologia di Certificate espone il risparmiatore al rischio default dell’emittente e alla perdita totale dell’investimento in caso di azzeramento del sottostante. Tutti i rendimenti espressi sono al lordo delle imposte.

Comunicazione di marketing