Portafoglio Certificates

PORTAFOGLIO CERTIFICATE - Aggiornamento dicembre: +9,9% da inizio anno

Il portafoglio certificate chiude l'anno con un risultato molto soddisfacente, un rendimento che sfiora la doppia cifra, siamo al 9,91%, leggermente meglio del guadagno accumulato da qui a inizio anno dall'indice EuroStoxx 50 (+9,6%). Ma nel momento
Tra plusvalenze da trading e cedole, raccogliamo 927 euro, circa la metà arrivano dalla strategia di investimento su Deutsche Bank. Vendiamo tre Bonus Cap, al loro posto entrano due Top bonus doppia cedola ed un altro bonus cap...

Il portafoglio certificate chiude l'anno con un risultato molto soddisfacente, un rendimento che sfiora la doppia cifra, siamo al 9,91%, leggermente meglio del guadagno accumulato da qui a inizio anno dall'indice EuroStoxx 50 (+9,6%). Ma nel momento del confronto è da ricordare che i certificate proteggono  dal ribasso. 

  
 
A dicembre è andato benissimo il Bonus Cap su Deutsche Bank che viene ritirato con successo; capital gain anche dalla cessione di due Bonus cap prima della scadenza, quello su BMW e su A2A. Infine, incassiamo le cedole. Il risultato delle risorse arrivate è un miglioramento della performance, dall’8,06% del mese precedente al 9,91% di fine anno.
 
Guadagno di 478 euro dal Bonus Cap con Isin DE000HV4B2T6, sottostante Deutsche Bank, acquistato per 66 pezzi,  lo scorso 8 maggio a 113,75 euro, il certificate viene ritirato a 121 euro. Il rendimento di questi 7 mesi è stato pari al 6,38%. La trimestrale della banca tedesca è stato molto buona.
 
Altri 187,5 euro di guadagni si generano con la vendita del Bonus Cap con sottostante BMW, a codice  Isin DE000HV4CAB1 acquistato a 97,5 euro che cediamo a 105 euro, con un rendimento del 7,5% in 6 mesi. 
Abbiamo poi ceduto il bonus cap con sottostante A2A, codice Isin DE000HV400Q5, acquistato a 98,5 euro e ceduto a  104,1 euro. Questa operazione porta a un guadagno di 139 euro con un rendimento del 5,55% in 5 mesi.
 
Incassiamo, inoltre, 0,5 euro + altri 0,5 euro dal doppia cedola con sottostante Banca Popolare dell’Emila  Romagna a codice Isin DE000HV4B742. Dunque, in totale, 74 euro
 
Infine arrivano altri 48,1 euro dalle cedole staccate dal cash collect su Unipol Sai con Isin DE000HV4B7J6  [DEHV4B7J.MI]   acquistato lo scorso 22 giugno  a 100,55 euro. In cinque mesi mesi il cash collect ha sempre distribuito le cedole.
 
 
Sommando i guadagni e gli incassi arriviamo a 927 euro, portando il rendimento da inizio anno dall’8,1% dello scorso mese al 9,91%.
 
Sostituiamo i bonus cap usciti con 77 pezzi del Top Bonus doppia barriera con sottostante Intesa SanPaolo e IsinDE000HV409A0 [DEHV409A.MI], che acquistiamo a 97,85 euro, scadenza il 18 settembre 2020. Il Certificate verrà rimborsato a 135 euro se Intesa si troverà alla data di valutazione finale sopra 2,6118 euro oppure a 109 se il titolo si troverà, sempre alla data di valutazione finale, tra 2,6118 e 2,0314 (il livello della seconda barriera).
 
Entra nel portafoglio un Bonus cap con sottostante Buzzi Unicemcon Isin DE000HV4CAF2 [DEHV4CAF.MI] ne acquistiamo 25 pezzi a 103,75, il certificate scadrà a metà giugno e verrà ritirato a 111 euro se Buzzi da qui alla scadenza non scenderà sotto ai 18,5475 euro.
 
Infine acquistiamo 24 pezzi del Top Bonus doppia Barriera con sottostante Eni e Isin DE000HV40962 [DEHV4096.MI] a 104,75 euro, scadenza il 18 settembre 2020. Il Certificate verrà rimborsato a 124,5 euro se Eni  si troverà alla data di valutazione finale sopra 12,204 euro oppure a 109 se il titolo si troverà, sempre alla data di valutazione finale, tra 12,204 e 10,17 (il livello della seconda barriera).  
 
 
Qui di seguito il nostro portafoglio aggiornato con in verde i nuovi entranti e in giallo i certificate uscenti. 

aggiornamento al 19 dicembre.png

www.websim.it
www.websimaction.it