Websim Journal

Milano, la città del coworking

Uno dei settori che, anche alla luce di esempi già noti, sembra essere in forte espansione è quello del coworking. <br /><br />Il coworking, ovvero la condivisione da parte di imprese e professionisti degli uffici in affitto, si è già affermato a liv
Nel capoluogo il mercato nell'ultimo triennio è cresciuto del 60% l’anno

Uno dei settori che, anche alla luce di esempi già noti, sembra essere in forte espansione è quello del coworking. 

Il coworking, ovvero la condivisione da parte di imprese e professionisti degli uffici in affitto, si è già affermato a livello mondiale, e ora sta prendendo piede anche a Milano. Questa soluzione permette non solo per minimizzare i costi, ma anche disporre di spazi flessibili e adattabili, in sintonia con le moderne esigenze di cambiamento delle imprese. 

Secondo una ricerca pubblicata sul Corriere della Sera, nella città meneghina questo mercato nell'ultimo triennio è cresciuto del 60% l’anno, ed è ancora molto scalabile. 

Su fronte internazionale, è necessario citare WeWork, azienda statunitense nata nel 2010 e che oggi è diventata un colosso da 40 miliardi di dollari.

In Italia, il  settore sta attirando l’attenzione di diverse imprese ed investitori. Una di queste è Tamburi Investments Partners [TIP.MI] che  ha accompagnato Talent Garden, un’impresa che offre spazi in coworking, durante un round di finanziamento grazie al quale ha raccolto 44 milioni di euro. 

Anche Talent Garden è prossima alla quotazione.

Sempre a Milano, un’altra società si sta affermando. Si tratta di 02Factory, impresa che ha già aperto degli spazi in coworking a Milano. 

02Factory ha avviato una campagna di equity crowdfunding sul portale CrowdFundMe. Le risorse raccolte saranno utilizzate per inaugurare nuovi uffici, sempre nel capoluogo lombardo, seguendo una logica di integrazione e accorpando nello stesso immobile le imprese operanti nel medesimo settore. 

www.websim.it