Free Area

Il CERTIFICATE che punta sulla rivoluzione del 5G nel settore delle TLC

<p style="margin: 2pt 0cm 0.0001pt; line-height: 19.5pt; background-image: initial; background-size: initial; background-attachment: initial; background-origin: initial; background-clip: initial"><span style="font-size:10.0pt;font-family:Arial,sans-s
Cedole mensili dello 0,77% (9,24% annuo), se i tre big del comparto europeo delle TLC: Telecom Italia, Orange e Vodafone non perdono più del 35%. Il certificate gode dell'effetto memoria e della possibilità del rimborso anticipato a partire dal sesto mese. A scadenza la barriera diventa ancora più protettiva, tutelando fino a cali del 40%. Emittente EXANE, codice ISIN FREXA0018111

Un team di dottori negli Stati Uniti che opera in Italia in remoto. Concerti on line con musicisti a Londra e il cantante a Francoforte. Taxi senza conducente guidati da un mainframe a distanza con capacità di calcolo quantistica. 

La rivoluzione 5G nelle telecomunicazione è alle porte e promette di cambiare i nostri stili di vita per sempre, come è stato con quelle che lo hanno preceduto aprendo nuove possibilità. 

Il 2G (Gsm) ha accompagnato la diffusione dei telefoni cellulari; il 3G ha sostenuto l'economia delle app e i primi smartphone; il 4G ha spinto streaming, messaggistica e il cloud. Il 5G aumenterà la velocità con sui caricare e scaricare dati; diminuirà il tempo di latenza (cioè l'intervallo tra l'invio di un segnale a la sua ricezione) e moltiplicherà la densità dei dispositivi (sarà possibile connettere molti più pc, smartphone e sensori contemporaneamente e nella stessa area). 

La differenza con le altre rivoluzioni nel comparto è che il settore tlc, penetrerà talmente a fondo il nostro quotidiano da diventare vitale, e dunque la compressione dei prezzi e dei margini che abbiamo visto finora si arresterà se non addirittura invertirsi spiega un analista di una primaria sim che aggiunge credo che per gli operatori sia arrivato il momento di smettere di farsi la guerra sui prezzi e unire le forze. Nei prossimi anni un risiko europeo delle tlc è auspicabile.

Fonte websim

In questo scenario appare interessante il certificate Crescendo Rendimento Memory Autocall Step Down emesso da Exane con codice ISIN FREXA0018111 che ha come sottostanti tre big europee del comparto tlc: Telecom Italia, Orange e Vodafone. Il prodotto stacca cedole mensili (sempre compensabili con le minusvalenze) dell'0,77% (9,24% all'anno) se i tre sottostanti, non perdono oltre il 35% dal livello iniziale. Durata tre anni con rimborso anticipato dal sesto mese con le tre compagnie sopra alla Barriera Rimborso Anticipato Automatico Mensile.

Guardiamo, passo per passo, come funziona il Crescendo Rendimento Memory Autocall Step Down su Vodafone, Telecom Italia e Orange.

Cedole mensili

Già da giugno per tutta la durata del prodotto, il certificate stacca cedole mensili dello 0,77% (pari ad un massimo del 9,24% all'anno), se ad ogni data di valutazione mensile tutti e tre i sottostanti si troveranno sopra il livello di barriera. Le barriere, di tipo europeo, sono poste a -35% del livello iniziale. Qui di seguito vengono riportati i livelli iniziali e le barriere per ogni sottostante.

 

Effetto memoria

Il certificate gode dell'Effetto Memoria che permette di recuperare tutti i coupon mensili non distribuiti in precedenza. In particolare, se uno o più sottostanti a delle date di valutazioni si sono trovati sotto la barriera, la cedola di quel mese non è persa: in caso di recupero dei sottostanti sopra ai livelli di barriera a una delle date di valutazione successive, scatta l'effetto memoria che consente di ricevere le eventuali cedole non distribuite precedentemente oltre a quella del mese in corso.

 

Rimborso anticipato

Il certificate gode, inoltre, della possibilità del rimborso anticipato (a partire dal 6° mese) che scatterà se ad una data di valutazione mensile (la prima è il prossimo 18 novembre) se tutti e tre i sottostanti dovessero quotare ad un valore eguale o maggiore della Barriera Rimborso Anticipato Automatico Mensile: in quel caso l'investitore riceverà 1.000 euro per ogni certificato, oltre tutte le cedole mensili eventualmente non distribuite. Se ad esempio il sesto mese tutti e tre i sottostanti dovessero portarsi sopra il livello iniziale, il guadagno per l'investitore sarebbe: 6 cedole da 0,77% pari al 4,62% a cui si aggiunge un altro 3,7% perché il certificate quota sotto la pari a 963 euro, in tutto 8,32% in poco meno di sei mesi.

Qualora la condizione non sia soddisfatta, ovvero i tre sottostanti, quotano sotto il livello iniziale, il prodotto continua ad essere quotato fino alla prossima data di rilevazione.

Grazie all'opzione step down, il livello dei sottostanti che fa scattare il rimborso anticipato scende del 5% ogni sei mesi. In particolare, la Barriera Europea Rimborso Anticipato Mensile è pari a:

> 100% del Livello Iniziale dal 6° al 11° mese;

> 95% del Livello Iniziale dal 12° al 17° mese;

> 90% del Livello Iniziale dal 18° al 23° mese.

> 85% del Livello Iniziale dal 24° al 29° mese

> 80% del Livello Iniziale dal 30° al 35° mese.

Rimborso a scadenza

Lo scenario a scadenza è digitale: 

- se tutti e tre i sottostanti sono superiori o uguali al 60% del livello iniziale, l'investitore riceverà 1.000 euro.

- con anche solo un sottostante sotto alla barriera l'investitore riceverà il capitale iniziale di 1000 meno la performance del peggior titolo del paniere. Se ad esempio Vodafone avesse perso poco più del 40% allora il nostro certificate verrebbe ritirato a poco meno di 600 euro.

Se anche solo uno dei sottostanti dovesse andare a zero, il certificate si azzererebbe.

Ricordiamo, prima dell'adesione di leggere attentamente il prospetto di base, ogni eventuale supplemento, la nota di sintesi, le condizioni definitive e il documento contenente le informazioni chiave (KID) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all'investimento, ai costi e al trattamento fiscale relativi ai prodotti finanziari ivi menzionati reperibili sul sito dell'emittente: clicca qui

La presente comunicazione non integra in alcun modo consulenza nemmeno generica    o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l'indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti 

Comunicazione di marketing

www.websim.it